Raramente appare una “luna blu” stasera

di

Questo mese vedremo la luna piena il 22 agosto 2021, conosciuta da alcune delle prime tribù di nativi americani negli Stati Uniti nordorientali, come la Luna dello Storione. Il nome fu dato alla luna perché il grande storione dei Grandi Laghi, e di altri Grandi Laghi, era facile da catturare in questo periodo dell’anno. Ma non è tutto! Possiamo anche vedere una luna blu!

Abbiamo tutti sentito la frase “una volta in una luna blu”, che di solito si riferisce a qualcosa di molto raro. A volte si verifica una luna blu nel cielo notturno della Terra, che ha dato origine a questa frase. Ma cos’è una luna blu?

Bene, abbiamo due tipi di lune blu: mensili e stagionali.

La luna blu mensile è la seconda luna piena in un mese di calendario con due lune piene. Poi c’è la luna blu stagionale, la terza luna piena di una stagione astronomica che contiene quattro lune piene.

In astronomia, la stagione è il periodo di tempo tra a Solstizio ed Equinozio, O vice versa. Ogni stagione – inverno, primavera, estate o autunno – dura tre mesi e di solito ha tre lune piene, che si verificano a circa 30 giorni di distanza. Poiché la luna piena di giugno è arrivata pochi giorni dopo il solstizio di giugno (estate), vedremo quattro lune piene nell’attuale stagione estiva, che termina all’equinozio di primavera di settembre il 22 settembre.

La terza luna piena, la luna blu stagionale, si verificherà il 22 agosto. Tutte le lune piene opposte al sole, viste dalla Terra, sorgono completamente illuminate all’ora locale al tramonto e al tramonto.

READ  La cometa condannata Atlas ha una lunga storia con la Terra

Forse ti starai chiedendo se la luna abbia davvero assunto un colore blu. Ebbene, le lune blu con un colore blu sono estremamente rare e non hanno nulla a che fare con il calendario o le fasi lunari; Non devono nemmeno essere lune piene. Quando si verifica una luna blu, il colore blu è causato da goccioline d’acqua nell’aria, alcuni tipi di nuvole o particelle che vengono lanciate nell’atmosfera a causa di disastri naturali, come cenere vulcanica e fumo. Inoltre, le lune colorate di blu sono realizzate nelle immagini utilizzando speciali filtri blu per fotocamere o in programmi di post-elaborazione.

Nel 1883, un vulcano indonesiano chiamato Krakatoa produsse un’eruzione così grande che gli scienziati la paragonarono a una bomba nucleare da 100 megatoni. La cenere dell’eruzione del Krakatoa è salita fino a un’altitudine di 80 chilometri (50 miglia). Molte di queste particelle di cenere possono avere una dimensione di circa 1 micron, che può disperdere la luce rossa e agire come un filtro blu, facendo apparire la luna blu.

Le lune blu sono apparse per anni dopo l’eruzione del 1883. Molti altri vulcani nel corso della storia, anche gli incendi, sono stati conosciuti per influenzare il colore della luna. Come regola generale, per creare una luna bluastra, le particelle di polvere o cenere devono essere più grandi di circa 0,6 micron, che disperdono la luce rossa e consentono alla luce blu di passare liberamente. Detto questo, quella che chiamiamo luna blu di solito appare come un grigio opaco, bianco o giallo, proprio come la luna in qualsiasi altra notte.

In generale, le lune blu si verificano ogni 2 o 3 anni. La nostra ultima luna blu è stata il 31 ottobre 2020, la notte di Halloween. Marte Era rosso e molto grande, perché era più vicino alla Terra, ed è stato visto nel cielo vicino alla luna blu. Per coincidenza, quest’anno la luna blu apparirà di nuovo vicino ai pianeti, ma questa volta Giove e Saturno! Non vedremo un’altra luna blu fino ad agosto 2023.

READ  PENNSYLVANIA pubblica nuovi dati sul COVID-19

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Notizie sportive oggi: cosa devi sapere
Next Post Don Everly, metà del duo rock and roll Everly Brothers, muore a 84 anni