Italia: le enormi sfide economiche di Giorgia Meloni | affari | Notizie di economia e finanza da una prospettiva tedesca | DW

I mercati finanziari hanno assorbito la vittoria della coalizione italiana guidata da Giorgia Meloni, leader della Fratellanza Italiana, in gran parte senza grossi ostacoli.

Il principale indice del mercato azionario italiano, il MIB, è leggermente aumentato il lunedì successivo, mentre lo spread osservato da vicino tra il debito decennale italiano e tedesco si è appena mosso durante la chiusura di venerdì a 230 punti. L’indicatore dei differenziali dei tassi di interesse è una misura del rischio per il debito pubblico e l’ultima volta ha visto un drammatico aumento a 300 punti quando il primo ministro uscente Mario Draghi ha annunciato il crollo del suo governo a luglio.

Questo è un segno che i mercati hanno “fatto pace con la prospettiva di un governo guidato da Georgia Meloni”, ha dichiarato sul sito web della banca olandese Antoine Bouvet, analista capo dei prezzi di ING. Questo è più di questo, ha aggiunto, poiché la coalizione ha ottenuto voti sufficienti per garantire la stabilità politica, ma non abbastanza per poter cambiare la costituzione.

In un sondaggio Reuters degli economisti, Ludovico Sabio della banca britannica Barclays ha avvertito che i rischi di tensioni all’interno dell’alleanza tripartita di Meloni sono “modesti, ma potrebbero intensificarsi nel medio termine”.

Gli alleati politici di Meloni, Matteo Salvini (a sinistra) e Silvio Berlusconi (a destra), sono politici intelligenti con programmi propri.

prospettive di crescita sfavorevoli

Mentre la forte maggioranza di Meloni dovrebbe accelerare il processo di formazione del nuovo governo, è improbabile che ci voglia meno di un mese. Durante questo periodo, il primo ministro uscente rimane in carica ed è probabile che presenti un progetto di nuovo bilancio all’UE entro la scadenza di metà ottobre.

READ  Come la lingua inglese ha conquistato il mondo

Si dice che la proposta dipinga un quadro deprimente per la terza economia più grande dell’UE. È probabile che il PIL italiano si espanda dell’1% il prossimo anno, un calo significativo rispetto alla crescita del 6,5% registrata nel 2021 e del 3,3% previsto per il 2022. Ma l’agenzia di rating internazionale Fitch vede che l’economia si ridurrà anche dello 0,7% nel 2023.

Un’economia più debole significa che Meloni avrà meno spazio fiscale per le proprie politiche, compresi gli interventi urgenti per aiutare le famiglie e le imprese ad affrontare l’attuale crisi energetica e lo shock inflazionistico.

I costi di fuga possono interrompere la riduzione del debito

Nel marzo 2021, gli sforzi del governo italiano per proteggere i suoi cittadini dalla pandemia di COVID-19 hanno portato il rapporto debito/PIL del Paese al 159,4%, il livello più alto mai raggiunto e sminuito nella zona euro solo dalla Grecia.

Nell’ultimo anno Mario Draghi è riuscito a metterla su una traiettoria discendente, aiutato dall’inflazione e da una ripresa migliore del previsto. Meloni ora affronta la sfida di mantenere una traiettoria discendente del debito mentre la crisi energetica della Russia si intensifica.

Infografik Schulden Italien IT

Quest’anno, il governo ha speso più di qualsiasi altro paese dell’UE – circa 66 miliardi di euro (63,6 miliardi di dollari), ovvero il 3% del PIL – in agevolazioni fiscali e sussidi per aiutare le imprese e le famiglie povere a pagare le bollette energetiche. Tuttavia, le misure scadranno a novembre e prorogarle fino a fine anno costerebbe 4,7 miliardi di euro, ha calcolato il Tesoro italiano.

Matteo Salvini, leader della Lega e alleato fondamentale di Meloni, ha dichiarato dopo le elezioni che la crisi energetica sarebbe stata la “prima prova del nuovo governo”.

READ  Lavrov dice che i missili russi ad alta velocità aggirano la difesa degli Stati Uniti

La riforma delle pensioni statali è un altro problema costoso per il nuovo governo. Un piano del 2011 per abbassare temporaneamente l’età pensionabile a 64 anni dovrebbe scadere a dicembre. Salvini vuole evitare che l’età torni automaticamente a 67 anni abrogando la legge. Inoltre, poiché le pensioni italiane sono indicizzate, l’aumento dell’inflazione aggrava il previsto drenaggio delle casse statali.

Il problema del pensionamento insostenibile è strettamente correlato al problema demografico in Italia dell’invecchiamento della popolazione e del calo delle nascite, che aumenteranno la pressione sulle finanze pubbliche.

Di conseguenza, il fabbisogno di spesa in Italia è elevato e in forte aumento. Il solo mantenimento dei programmi esistenti per abbassare i prezzi dell’energia costerà circa 14 miliardi di euro il prossimo anno, secondo il principale quotidiano economico El solo 24 crudo. A questo si aggiunge un aumento degli stipendi e delle pensioni, nonché altri obblighi, e il costo aggiuntivo per lo Stato salirà a quasi 40 miliardi di euro nel 2023, riporta il quotidiano.

Prudenza finanziaria e ‘congratulazioni’ da Bruxelles

Quello che la Meloni certamente aiuta nella sua lotta è il fondo di recupero post-pandemia dell’UE da 750 miliardi di euro, di cui l’Italia farà la parte del leone attraverso 200 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti nei prossimi anni.

Proprio questa settimana, la Commissione europea ha aperto la strada a un pagamento di 21 miliardi di euro dopo che Roma ha raggiunto una serie di 45 obiettivi in ​​settori di riforma come il lavoro pubblico, gli appalti, il fisco e l’assistenza sanitaria.

“Congratulazioni, Italia! Continuate così”, ha scritto a Roma la presidente della Commissione Ursula von der Leyen in un messaggio di speranza che il leader 45enne dell’IDF proseguisse il percorso di riforma di Draghi e smorzasse la sua retorica anti-UE.

READ  Più speranza del previsto: la sfida in casa al Giro d'Italia

Meloni, euroscettico, ha affermato di voler rinegoziare parte del pacchetto per riflettere meglio l’impatto della crisi energetica. Allo stesso tempo, si è impegnata a monitorare la spesa pubblica e ad aderire alle regole dell’UE sul disavanzo, il che potrebbe aiutarla nei colloqui con Bruxelles.

I turisti di passaggio sul Molo San Marco a Venezia, Italia

Mentre il boom del turismo in Italia svanisce quest’estate, i soldi dell’Unione Europea sono essenziali per la ripresa economica post-pandemia

Ma Paolo Gregani, capo economista di Oxford Economics, dubita che il nuovo leader italiano resisterà alla tentazione di spendere troppo, soprattutto perché la pressione del leader della Lega Salvini affinché ignori le richieste dell’UE è già in aumento.

“Dato che la coalizione di destra non si è concentrata su questioni strutturali nella sua campagna elettorale o nel suo manifesto, dubitiamo che attuerà le riforme necessarie”, ha detto a Reuters.

La Banca Centrale Europea guarderà con cautela alla gestione finanziaria e alla prontezza delle riforme del nuovo governo italiano. La banca ha implementato un nuovo programma di acquisto di obbligazioni per aiutare i paesi dell’Eurozona carichi di debiti come l’Italia ad affrontare tassi di interesse più elevati a seguito della politica anti-inflazione della Banca centrale europea.

L’attuale calma dei mercati finanziari nei confronti del carbone indica che gli investitori credono nella promessa di cautela finanziaria di Meloni. Ma molte battaglie con l’UE sulla spesa e sulle riforme potrebbero scuotere la fiducia degli investitori in essa e convocare un esercito di speculatori in attesa dietro le quinte per mettere alla prova la determinazione della BCE a salvare l’alleanza dell’Europa meridionale.

A cura di: Tim Rocks

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post La dichiarazione di superconduttività a temperatura ambiente è stata ritirata
Next Post La Russia include oggi 4 regioni occupate dell’Ucraina in una grande festa | Punti più alti | notizie dal mondo