“Abbiamo fatto molta strada”

Ashley Judd, 53 anni, è in grado di camminare di nuovo cinque mesi dopo l’orribile incidente in cui ha quasi perso una gamba. (Immagine: KYLE GRILLOT/AFP tramite Getty Images)

Ashley Judd è tornata in piedi.

Solo cinque mesi dopo aver perso la gamba in un terribile incidente, l’attrice 53enne è stata in grado di camminare di nuovo, secondo il suo ultimo post sui social media.

“Oggi, cinque mesi e tre settimane dopo l’incidente nella foresta pluviale del Congo, ho camminato di nuovo, comunque!” Jude lo ha commentato Serie Da foto e video su Instagram, alcuni dei quali realizzati durante una passeggiata in Svizzera. “Sono entrato #Parco NazionaleSvizzero. Entrando, mi sentivo a mio agio, i miei vestiti normali per me, a casa nella mia anima. Le mie gambe e i miei piedi hanno funzionato magnificamente. Ho scalato la collina su superfici irregolari per un’ora con sicurezza e sono sceso con cura e facilità. Ho riposato per ore in un prato sulla fertile terra di Dio. Il giorno dopo, ho camminato di nuovo in cima all’Alpe in #Ticino, duro lavoro e un senso di durevolezza che devo ricostruire. Questa è la strada da percorrere. Ma mi occupo io delle faccende quotidiane, anche portando la legna da ardere alla nostra malga! “

Nelle foto e nei video successivi, Judd si è mostrata mentre si torceva il piede ferito. Ha continuato ringraziando le persone che l’hanno aiutata a riprendersi dal catastrofico incidente.

“Ho così tante persone da ringraziare per aver contribuito a rendere possibile il recupero”, ha detto, ringraziando il team di medici e spiegando che la sua gamba avrebbe dovuto impiegare un anno intero per ricominciare a lavorare.

READ  L'ambiguo discorso promozionale di Matthew Perry che riunisce gli amici sul `` lavoro dentale di emergenza ''

“Il video del movimento dei miei piedi non è stato ascoltato”, ha detto Judd. “Ci aspettavamo che i miei piedi, se presenti, *iniziassero* a muoversi entro un anno”. “Quattro mesi da oggi, è andata e ci ha fatto esplodere tutti. Ora, dopo aver pianto mentre cercava di scrivere l’alfabeto con un piede paralizzato… beh, vedi!”

Anche se Judd si rende conto che la sua gamba “non sarà più la stessa”, ha ancora un enorme senso di gratitudine per la sua guarigione.

“È una nuova gamba. E lo adoro. Siamo amici. Abbiamo fatto molta strada e abbiamo una grande vita davanti”, ha detto Judd, riflettendo sull’intervento chirurgico di otto ore, la terapia fisica e la terapia fisica che hanno aiutato . curarla.

Mostrando un video di se stessa sorridente, ha detto Judd, camminando con le stampelle attraverso i boschi. “Molti di voi hanno pregato per me e mi hanno inviato messaggi. Grazie. Ti ho sentito. La mia famiglia e il mio partner mi hanno tenuto in privato. La pace sia con te”.

Una delle persone bloccate nell’angolo di Judd è sua madre, Naomi Judd. Durante l’apparizione di marzo in Guarda cosa succede dal vivo con Andy Cohene La cantante country ha descritto sua figlia come “molto coraggiosa e si sta riprendendo. È davvero difficile vederla così, ma vive nella porta accanto”, ha detto Judd, un ex-Yahoo TV. “.

L’attrice ha quasi perso una gamba durante un incidente di febbraio nella Repubblica Democratica del Congo, quando “è inciampata su un albero caduto” alle 4:30 del mattino mentre svolgeva lavori di conservazione per i bonobo in via di estinzione. Dopo “55 ore incredibilmente orribili” e dopo essere rimasta bloccata a terra mentre “ululava come un animale selvatico” per il dolore, è stata portata in salvo. Il successivo periodo di recupero è stato particolarmente stressante per Judd, che ha affermato che “le notti sono un’agonia selvaggia”.

READ  Il regista russo ritira il film dal festival a causa della nomination a Navalny | Showbiz

“Non capisco perché sia ​​successo”, ha detto ha scritto su Instagram Già a marzo, Yahoo Entertainment aveva precedentemente riferito. “Capisco che sei stato amato e mi hai aiutato così tanto. Capisco che le notti sono un tormento selvaggio.” Judd ha ringraziato i professionisti medici per “sette ore di interventi chirurgici intensi, meravigliosi e stimolanti sulle mie ossa e sui miei nervi”, aggiungendo: “Ci sono voluti resistenza, concentrazione e umiltà per consultare alcuni esperti in tutto il paese, che ringrazio profondamente… Ho amato lo spirito gentile dell’operaio che pulisce la mia stanza, la mia radiosa vitalità di nutrimento e sempre le mie adorabili e gentili infermiere”.

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Lo squilibrio energetico della Terra rimuove quasi tutti i dubbi sui cambiamenti climatici causati dall’uomo
Next Post Le aziende dei pesi massimi godono di enormi ricompense mentre l’economia si riprende