Lo squilibrio energetico della Terra rimuove quasi tutti i dubbi sui cambiamenti climatici causati dall’uomo

Per decenni, il sistema energetico della Terra è stato fuori controllo.

La stabilità del clima terrestre dipende da un delicato equilibrio tra la quantità di energia che il pianeta assorbe dal sole e la quantità di energia che la Terra emette nello spazio. Ma questo equilibrio si è logorato negli ultimi anni e lo squilibrio sta crescendo, secondo un documento pubblicato mercoledì sulla Gazzetta Ufficiale. Rivista di comunicazione sulla natura.

I cambiamenti nel sistema energetico della Terra hanno importanti implicazioni per il futuro clima del pianeta e per la comprensione del cambiamento climatico da parte dell’umanità. I ricercatori dell’Università di Princeton dietro la ricerca hanno scoperto che C’è meno dell’1% di possibilità che i cambiamenti siano avvenuti naturalmente.

I risultati minano l’argomento principale utilizzato da persone che non credono che l’attività umana sia responsabile della maggior parte dei cambiamenti climatici per spiegare le tendenze del riscaldamento globale, dimostrando che lo squilibrio energetico del pianeta non può essere spiegato esclusivamente dalle variazioni naturali della Terra.

La ricerca fornisce anche importanti spunti su come le emissioni di gas serra e altre conseguenze dei cambiamenti climatici causati dall’uomo influenzano l’equilibrio del pianeta e portano al riscaldamento globale, all’innalzamento del livello del mare e ad eventi meteorologici estremi.

“Con sempre più cambiamenti sul pianeta, stiamo creando questo squilibrio in cui abbiamo un eccesso di energia nel sistema”, ha affermato Shiv Priam Raghurman, uno studente laureato in scienze atmosferiche e oceaniche presso la Princeton University e autore principale dello studio . “Questo eccesso si presenta come vari sintomi.”

emissioni di diossido di carbonio, metano E altri gas serra delle attività umane intrappolano il calore nell’atmosfera, il che significa che il pianeta assorbe la radiazione infrarossa che normalmente verrebbe emessa nello spazio. Lo scioglimento del ghiaccio marino, il cambiamento della copertura nuvolosa e le differenze nella concentrazione di minuscole particelle atmosferiche chiamate aerosol, tutte influenzate dai cambiamenti climatici, significano anche che la Terra riflette meno luce solare nell’universo.

READ  Il nuovo capo della NASA sul razzo su Marte di SpaceX, sugli oggetti volanti e sul ritorno sulla luna

“Non esiste un tale equilibrio tra l’energia che entra dal sole e l’energia che esce”, ha detto Raghurman. “La domanda è: queste differenze planetarie naturali o siamo noi?”

I ricercatori hanno utilizzato osservazioni satellitari dal 2001 al 2020 per determinare che lo squilibrio energetico della Terra è in aumento. Hanno quindi utilizzato una serie di modelli climatici per simulare gli effetti sul sistema energetico terrestre se i cambiamenti climatici causati dall’uomo fossero esclusi dall’equazione.

Gli scienziati hanno scoperto che le fluttuazioni naturali da sole non potevano spiegare la tendenza osservata in un periodo di 20 anni.

“Era quasi impossibile – meno dell’1% di possibilità – che un così grande aumento dello squilibrio fosse causato dalle oscillazioni e dai cambiamenti della Terra”, ha detto Raghurman.

Lo studio si è concentrato su causa ed effetto, ma Raghurman ha affermato che i risultati hanno implicazioni sociali e politiche cruciali.

Gli oceani immagazzinano quasi il 90% del calore in eccesso del pianeta, che provoca l’innalzamento del livello del mare e può portare alla formazione di uragani e altri eventi meteorologici estremi. Il calore residuo viene assorbito dall’atmosfera e dalla Terra, il che aumenta le temperature della superficie terrestre e contribuisce allo scioglimento di neve e ghiaccio.

Se lo squilibrio energetico della Terra continua a crescere, le conseguenze già avvertite oggi potrebbero peggiorare, ha affermato Norman Loeb, un fisico del Langley Research Center della NASA a Hampton, in Virginia, che non è stato coinvolto nello studio.

“Vedremo un aumento delle temperature, un aumento del livello del mare e più neve e ghiaccio che si sciolgono”, ha detto Loeb. “Tutto quello che vedi nelle notizie – incendi boschiviSiccità: peggiorano se aggiungi più calore.

READ  Una gigantesca esplosione di rocce spaziali ha distrutto l'antica città di Hiroshima 1.000 volte

Loeb ha condotto uno studio congiunto della NASA e della National Oceanic and Atmospheric Administration che ha scoperto che lo squilibrio energetico della Terra è quasi raddoppiato dal 2005 al 2019. Il documento è stato pubblicato il mese scorso in Journal of Geophysical Research Letters.

Loeb ha affermato che lo studio di Princeton conferma ciò che è stato dimostrato nella sua ricerca, che ha utilizzato 14 anni di osservazioni da sensori satellitari e una serie di strumenti nell’oceano. Ha aggiunto che le attività umane, o quella che è nota come influenza antropogenica, hanno un impatto innegabile, ma è anche possibile che alcune differenze naturali svolgano un ruolo. Ad esempio, alcune oscillazioni planetarie possono operare in cicli che durano per molti decenni, il che può rendere difficile rilevare le impronte digitali del cambiamento climatico.

Ha detto: “L’influenza umana è sicuramente presente, ma l’oceano è un attore importante nel clima e opera su scale temporali molto più lente. Idealmente, vuoi davvero essere in grado di ottenere questo tipo di misurazioni su 50 anni o più. “

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Yulimar Rojas entra nella storia del Venezuela con un record mondiale nel salto triplo | Olimpiadi di Tokyo 2020
Next Post “Abbiamo fatto molta strada”