Urso: Riattivare la base italiana di Malindi per i lanci spaziali – BUZZNEWS

Il ministro delle imprese e del made in Italy con delega allo spazio, Adolfo Urso, ha proposto di riattivare la base italiana di Malindi, in Kenya, per i lanci dei vettori spaziali. Attualmente, la base africana dell’Agenzia spaziale italiana si occupa del monitoraggio di satelliti, ma potrebbe diventare un importante strumento per una “space diplomacy” in Africa.

Urso ritiene che l’Italia possa assumere un ruolo di primo piano nell’avventura spaziale africana e che la base di Malindi possa diventare il centro delle piccole costellazioni satellitari dei paesi africani. Inoltre, in futuro, la base di Malindi potrebbe anche diventare il luogo di lancio per il lanciatore italiano Vega, evitando così di utilizzare la base francese di Kourou.

La riattivazione della base richiederà tempo, ma si prevede che diventerà un centro di formazione e ricerca per i paesi africani che desiderano collaborare nel campo spaziale. Tra i paesi interessati ci sono il Kenya, l’Egitto, l’Angola e l’Algeria.

Malindi ha già un posto nella storia dell’esplorazione spaziale italiana, poiché è da lì che è partito il primo lancio italiano del progetto San Marco nel 1964. Si crede che l’Italia possa svolgere un ruolo chiave nello sviluppo spaziale dei paesi africani e contribuire al futuro del continente.

READ  Tempesta solare imminente sulla Terra: confermata la CME cannibale dallavviso della NASA. Cosa comporta e quali sono i rischi

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *