Mercati dal vivo cinque sessioni di Omicron e sono scesi del 3% per l’Europa

  • Tutti gli 11 settori di Standard & Poor’s, finanziario in testa
  • Stoxx 600 chiude in ribasso dell’1,1%
  • oro, bitcoin goccia; Petrolio in su, il dollaro è piatto
  • Rendimento del Tesoro USA a 10 anni ~1,44%

2 dicembre (Reuters) – Benvenuti a casa alla copertura del mercato in tempo reale offerta dai giornalisti Reuters. Puoi condividere i tuoi pensieri con noi all’indirizzo market.research@thomsonreuters.com

Cinque sessioni per Omicron e un calo del 3% per l’Europa (1148 EDT / 1648 GMT)

Ora abbiamo 5 sessioni e una settimana di flusso continuo di notizie sulla variante Omicron e il risultato è molto desolante per i titoli europei.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

L’indice europeo STOXX 600 ha perso oltre il 3% da venerdì scorso, quando il nuovo ceppo di COVID-19 ha scosso i mercati globali.

Ad un certo punto le borse del vecchio continente si stavano dirigendo verso un calo del 2% ma sono riuscite a recuperare alcune perdite negli scambi pomeridiani e a limitare il loro calo oggi a circa l’1,1%.

Il lato positivo è che finora questa settimana le azioni europee sono aumentate di circa lo 0,5%, il che significa che i compratori più bassi stanno ancora prendendo profitto dai minimi di venerdì scorso.

Il trading a Wall Street in territorio positivo non ha aiutato molto con molti titoli negativi sulla diffusione dell’infezione e governi, come la Germania, che implementano nuove restrizioni sociali.

Circa mezz’ora prima del blocco a Londra, le autorità britanniche hanno annunciato 53.945 nuovi casi di COVID-19, il numero giornaliero più alto dal 17 luglio.

Nel frattempo, nuovi casi di Omicron hanno continuato ad essere annunciati in vari paesi e l’agenzia sanitaria dell’Unione Europea ha affermato che la variante potrebbe essere responsabile di oltre la metà di tutti i casi di COVID-19 in Europa entro pochi mesi.

sd

(Giuliano Ponto)

*****

I dati di giovedì chiedono: cosa devi fare per iniziare a girare in questa città? (1055 EST / 1555 GMT)

Il primo e il secondo data punch di giovedì hanno spinto la gravità delle cosiddette “grandi dimissioni”, poiché i licenziamenti (e i lavoratori) diventano più scarsi rispetto all’ultima X-Box alla vigilia di Natale.

Il numero di lavoratori americani che hanno presentato domanda per la prima volta per l’indennità di disoccupazione (USJOB = ECI) è salito a 222.000 la scorsa settimana, al di sotto del consenso di 240.000. Per saperne di più

Il calo improvviso della settimana precedente è stato rivisto ancora più in basso, a 194.000.

Il rapporto del Dipartimento del lavoro fornisce ulteriori prove del fatto che i datori di lavoro non sono sempre più inclini a distribuire ottimi risultati in un mercato del lavoro ristretto, a causa dell’aumento della domanda che si scontra con la scarsità di lavoro e la scarsa partecipazione al mercato del lavoro.

READ  FirstFT: gli Stati Uniti inviano missili a lungo raggio in Ucraina

Sebbene quest’ultimo numero settimanale di richieste – che non rientra nel periodo di indagine per l’attesissimo rapporto sull’occupazione di novembre di venerdì – rientri nell’intervallo tipicamente associato a una sana volatilità del mercato del lavoro, la portata del consenso potrebbe essere motivo di preoccupazione per i mercati.

La scarsità di manodopera, combinata con i vincoli della catena di approvvigionamento in corso, ha contribuito a cancellare la parola “transizione” dal vocabolario dell’inflazione della Fed poiché salari e prezzi continuano ad aumentare e potrebbero tradursi in aumenti dei prezzi prima e più velocemente di quanto molti avessero sperato. Per saperne di più

Ma Ian Shepherdson, capo economista di Pantheon Macro Economics, vede aumentare il tasso di partecipazione ma è probabile che gli effetti dell’inflazione salariale persistano.

“Il mercato del lavoro dovrebbe diventare un po’ meno stretto con l’aumentare della partecipazione nei prossimi mesi”, ha scritto Shepherdson. “Ma le aziende saranno ancora molto caute nel lasciar andare le persone a meno che non abbiano una scelta, perché il reimpiego sarà molto difficile e/o costoso.

I reclami in corso (USJOBN = ECI), hanno riportato un ritardo di una settimana, sono scesi a 1,956 milioni, scendendo sotto i $ 2 milioni per la prima volta da quando la pandemia ha chiuso le attività e messo in ginocchio l’economia globale.

Richiesta indennità di disoccupazione

Separatamente, le sparatorie aziendali segnalate in precedenza negli Stati Uniti sono scese del 35% il mese scorso al livello più basso in oltre 28 anni.

La notizia arriva per gentile concessione della società di reclutamento in outsourcing Challenger, Gray & Christmas, il cui rapporto sui licenziamenti pianificato e spesso trascurato ha ricevuto maggiore attenzione a causa della suddetta siccità dei lavoratori.

Le 14.875 pubblicazioni di novembre sono state il minor numero di licenziamenti annunciati dal maggio 1993. I licenziamenti dall’inizio dell’anno sono diminuiti dell’87% rispetto allo scorso anno.

“Con l’emergere della variante Omicron e le incognite che derivano dalla sua pervasività, insieme alla continua difficoltà nell’assumere e trattenere i lavoratori, non sorprende che i tagli di posti di lavoro siano al minimo”, ha affermato Andrew Challenger, Senior Vice President di Challenger Grigio. “I datori di lavoro sono molto sparsi, pianificando gli scenari migliori e peggiori in termini di COVID, affrontando anche la carenza di personale e l’elevata domanda”.

Sfidante grigio

Gli operatori di mercato stanno ora provando per il rapporto sull’occupazione di domani, che dovrebbe mostrare un aumento dei salari non agricoli di 550K e un calo di 0,1 punti percentuali del tasso di disoccupazione al 4,5%.

READ  C'è una via d'uscita? - L'isola

Wall Street è stata indecisa nel trading mattutino.

L’S&P 500 e il Dow sono stati molto amichevoli, ma la tecnologia ha mantenuto il Nasdaq vicino al segno invariato poiché gli investitori hanno preferito il valore (.IVX) alla crescita (.IGX).

(Stefano Kolb)

*****

Sconto “non modificabile” italiano (1015 ET / 1515 GMT)

Il panico di Omicron ha messo le azioni di Milano sotto un’intensa pressione di vendita, con l’argomento che le economie dipendenti dal turismo come l’Italia sarebbero state duramente colpite dalle misure restrittive messe in atto per combattere la recente ondata di contagi.

La domanda cruciale ora è se la recente cattiva performance dei titoli italiani fosse giustificata o se abbia fornito l’opportunità di partecipare a un affare.

Jefferies vede il potenziale per una reazione eccessiva qui per un mercato che ha uno slancio di profitto più forte a buon mercato. Le azioni italiane sono scambiate con uno sconto di valutazione del 37%, il più alto in 9 anni.

“Il recente rimbalzo dei corsi azionari dovuto alla paura di Omicron ha colpito ingiustamente l’indice di Milano”, affermano.

Ciò che gli investitori hanno perso, aggiungono, è semplicemente lo straordinario cambiamento nel conto corrente del paese e nella bilancia dei pagamenti di base, inoltre, c’è un tangibile fattore di “benessere” che deriva dai dati.

Hanno concluso: “La Borsa di Milano è una delle poche borse che copriamo che ha visto costantemente recensioni positive sugli utili negli ultimi 12 e 3 mesi. Rimaniamo ottimisti”.

Carlo Franchini, responsabile della clientela istituzionale di Banca Ifigest a Milano, è d’accordo.

“Se togliamo l’indice della componente bancaria siamo sostanzialmente fermi ai livelli del 2008…Il PIL cresce a livelli che non si vedevano da decenni, e S&P ha rivisto l’outlook per l’Italia (in positivo): il quadro è perfetto”

“Trovo che lo sconto che MSCI Italia fa nei confronti di altri sia ingiustificato”, aggiunge.

occhiata

(Danilo Masone)

****

Con un’elevata volatilità nel mercato OBBLIGAZIONARIO, il denaro potrebbe non essere più uno spreco (1000 EST/1500 GMT)

L’estrema volatilità dei mercati obbligazionari statunitensi rende difficile la presa di profitto con alcune strategie di trading e può aumentare l’attrattiva di detenere liquidità.

Diversi grandi fondi sono stati bruciati a causa delle forti oscillazioni dei prezzi nei titoli del Tesoro USA, poiché gli investitori si sono adattati alla possibilità che la Federal Reserve statunitense alzi i tassi di interesse prima del previsto.

Il riprezzamento attorno a questa possibilità ha attratto molti investitori e ha creato enormi salti giornalieri nei rendimenti a breve termine e un trading sempre più volatile nelle obbligazioni a lungo termine e nella curva dei rendimenti.

READ  L'Ufficio di statistica italiano alza le previsioni di crescita del PIL nel 2021 e nel 2022 per effetto dell'aumento della domanda interna

“Per la prima volta in due anni… il denaro ha un ottimo valore di opzione in questo momento”, ha affermato Jay Lepas, analista senior del reddito fisso presso Janie Montgomery Scott a Philadelphia.

“Dato il grado di volatilità fondamentale nel mercato, l’enorme volatilità nel posizionamento e quella che sembra essere una diminuzione della volontà o della capacità dei trader di immagazzinare il rischio, si ottengono alcune mosse sorprendentemente brusche che non sono supportate da cambiamenti nella politica o cambiamenti nei dati economici, e voglio essere in una posizione A per trarne vantaggio. Da qui il valore dell’opzione cash”, ha aggiunto Lebas.

Curva dei rendimenti USA

(Karen Brittel)

*****

Che strada prendiamo? (0843 EST / 1343 GMT)

Giovedì i futures sull’indice azionario statunitense sono stati contrastanti, poiché le azioni hanno continuato a fluttuare a causa della mancanza di chiarezza sulla gravità del cambiamento COVID-19 Omicron.

Le principali medie di Wall Street hanno subito un crollo nella sessione finale mercoledì dopo che il primo caso è stato confermato negli Stati Uniti e ciascuna di esse si è chiusa al di sotto dei livelli chiave di supporto tecnico. Per saperne di più

I futures Nasdaq hanno indicato un’apertura inferiore per l’indice carico di tecnologia poiché le azioni di Apple Inc (AAPL.O) sono scese di oltre il 3% nel mercato primario dopo che un rapporto Bloomberg ha riferito che la domanda dei fornitori di parti per la sua linea di iPhone 13 è rallentata . Per saperne di più

Ma il Dow ponderato per il prezzo stava guardando a un’apertura più alta, in parte a causa di un aumento di Boeing (BA.N), che è aumentato di oltre il 5% prima della campana di apertura dopo che l’autorità aeronautica cinese ha emesso una guida all’aeronavigabilità del 737 MAX. Aiuterà a spianare la strada al ritorno in servizio del modello in Cina dopo più di due anni e mezzo. Per saperne di più

I dati economici hanno mostrato che le richieste di disoccupazione settimanali iniziali sono aumentate meno del previsto, mentre i licenziamenti sono scesi al livello più basso dal 1993. Leggi di più

Ecco una rapida panoramica del tuo primo mercato:

Contratti futures misti dopo i dati sui sinistri

(Chuck Mikolajchak)

*****

Per le posizioni dei mercati in tempo reale il giovedì prima delle 0830 EST / 1330 GMT – clicca qui: Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

(Segnalazione di Sinead Caro)

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post BTS prende la canzone dell’anno a Butter
Next Post L’Arsenal si spara al Man Utd