Ex Ilva, arriva un commissario: un decreto per azzerare ArcelorMittal – Buzznews

Governo italiano approva decreto per la continuità dell’ex Ilva durante l’amministrazione straordinaria

Il governo italiano ha recentemente approvato un decreto legge per garantire la continuità operativa dell’ex Ilva durante l’amministrazione straordinaria. Questo provvedimento mira a fornire soluzioni a breve termine per i lavoratori e le imprese coinvolte, mentre si cerca una soluzione definitiva per l’azienda.

Una delle principali misure previste dal decreto riguarda la cassa integrazione straordinaria per i lavoratori durante l’amministrazione straordinaria, fatta eccezione per quelli impegnati nella sicurezza e nella manutenzione degli impianti. Questo provvedimento cercherà di garantire un sostegno finanziario a coloro che potrebbero essere temporaneamente colpiti dalle difficoltà dell’azienda.

Il decreto prevede inoltre tutele per le piccole e medie imprese creditrici. Questo significa che, anche in un periodo di incertezza e transizione, queste imprese potranno ottenere un certo grado di protezione finanziaria.

I sindacati avranno l’opportunità di incontrarsi con il governo il 18 gennaio per discutere delle nuove misure e valutare eventuali aggiustamenti necessari. È evidente che il governo è interessato a coinvolgere le parti interessate nel processo decisionale, al fine di trovare soluzioni favorevoli per tutti gli attori coinvolti.

Una possibilità che viene presa in considerazione è l’avvio di una nuova amministrazione straordinaria per l’Ilva, aprendo la strada a una nuova gara per eventuali nuovi investitori. Questa mossa potrebbe essere una potenziale soluzione per garantire la stabilità economica dell’azienda e consentire una crescita sostenibile nel lungo periodo.

Tuttavia, le negoziazioni tra ArcelorMittal, partner privato di Acciaierie d’Italia, e Invitalia, l’agenzia governativa per lo sviluppo e l’investimento, stanno incontrando difficoltà. ArcelorMittal ha proposto di cedere le sue azioni a Invitalia o a un altro investitore gradito al governo, ma Invitalia ha rifiutato l’offerta. Questo ha portato a divergenze e incertezze sulle proposte avanzate da entrambe le parti.

L’amministrazione straordinaria, se protratta nel tempo, potrebbe danneggiare il business di Acciaierie d’Italia e i suoi stakeholder. È quindi cruciali raggiungere un’intesa entro la data limite del 17 gennaio fissata dal governo, al fine di assicurare la continuità operativa e il futuro dell’azienda.

In sintesi, il governo italiano ha adottato un decreto legge per garantire la continuità dell’ex Ilva durante l’amministrazione straordinaria. Questo provvedimento prevede misure di cassa integrazione straordinaria per i lavoratori, tutele per le piccole e medie imprese creditrici e incontri con i sindacati per discutere delle nuove misure. Tuttavia, le negoziazioni tra ArcelorMittal e Invitalia stanno attraversando un momento difficile e l’amministrazione straordinaria potrebbe danneggiare il business di Acciaierie d’Italia. Il governo ha fissato come data limite per trovare un’intesa il 17 gennaio.

READ  Israele, Meloni rivendica sospensione di Schengen: Necessaria per motivi di sicurezza - Buzznews

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *