Come è crollato il governo italiano di Draghi?

Il governo di Mario Draghi si è concluso prima di quanto molti analisti si aspettassero.

Agenzia Anadolu | Agenzia Anadolu | Getty Images

Mario Draghi è famoso per aver salvato l’Euro. Ma l’auspicato salvataggio dell’economia italiana è terminato prematuramente quando la politica interna è venuta alla ribalta il mese scorso, rendendogli difficile il governo.

In circa una settimana, l’Italia è passata da un governo stabile alla preparazione per le elezioni anticipate di settembre, il che potrebbe vedere L’estrema destra responsabile della prossima coalizione A Roma. Questa prospettiva lascia gli investitori interrogativi sul futuro economico dell’Italia e sul suo ruolo più ampio nella politica europea.

Un funzionario del governo italiano, che ha preferito rimanere anonimo a causa dell’instabilità politica del Paese e della natura sensibile dei commenti, ha detto alla CNBC che Draghi “era decisamente un po’ stanco della politica all’interno del governo”.

Draghi, che era amministratore delegato di Goldman Sachs International, è diventato primo ministro italiano nel febbraio 2021 alla guida di un governo tecnocratico, sostenuto da quattro grandi partiti dello spettro politico. Il suo arrivo a Roma è stato accolto favorevolmente da investitori e funzionari europei, che desideravano disperatamente vedere un paio di mani sicure alla guida della terza economia dell’eurozona.

L’ex presidente della Banca centrale europea si è presentato su più fronti, compreso lo sviluppo di un piano di riforme per ottenere più di 190 miliardi di euro ($ 194,52 miliardi) dall’Unione Europea. Tuttavia, i pagamenti sono legati al completamento di queste riforme, quindi gli investitori temono che l’imminente coalizione potrebbe non portare a termine i piani di Draghi e quindi potrebbe non ricevere tutto il denaro da Bruxelles.

Il premier ha anche rilanciato gli sforzi di vaccinazione contro il Covid-19 e ha contribuito alla ripresa economica. Ma durante il suo mandato, Draghi ha dovuto fare i conti con una sfilza di sensibilità politiche.

cosa è successo?

Il crollo del suo governo è arrivato a causa di quella fragilità nel cuore del governo. È iniziato con il Movimento Cinque Stelle (M5S), un partito di sinistra e populista, che ha boicottato il voto su un accordo volto ad aiutare gli italiani a far fronte all’aumento del costo della vita. Il pacchetto includeva un controverso inceneritore di rifiuti a Roma, contro il quale il M5S si è fortemente mobilitato.

La stessa fonte anonima della CNBC ha affermato che il M5S ha “un grande seguito a Roma, non tanto nel resto del Paese, ma quella legge è stata un problema per questi elettori”. Non votando e bloccando l’ampio pacchetto, ha detto il funzionario, il partito era essenzialmente contro il governo di cui facevano parte.

Draghi ha rassegnato le dimissioni dopo lo stallo del voto.

Un secondo funzionario italiano, che ha preferito rimanere anonimo per la delicatezza della situazione, ha affermato che il passaggio dal M5S è stata una “decisione importante”.

Il funzionario ha detto che Draghi era fiducioso che questo fosse un governo di unità nazionale. Ma con il M5S che si è astenuto dal votare sul disegno di legge del governo”, ha ritenuto Draghi [it] L’attuazione del suo programma sta diventando sempre più difficile”.

Nella tarda serata di mercoledì 15 luglio, il presidente italiano Sergio Mattarella aveva respinto le dimissioni iniziali di Draghi e gli aveva chiesto di costruire un nuovo consenso parlamentare.

Nei giorni successivi centinaia di sindaci hanno firmato una lettera chiedendogli di restare. Anche dirigenti sindacali e industriali si uniscono per chiedere ai Draghi di rimanere in carica. C’era una petizione online firmata da migliaia di cittadini che volevano che rimanesse.

Se dicono di sì, [Draghi] Ha tutto il potere che vuole.

La settimana successiva, Draghi è tornato al Parlamento italiano e ha chiesto ai legislatori un nuovo mandato. “Voi partiti e parlamentari siete pronti a ricostruire questo accordo?” Ha dichiarato al Senato il 20 luglio che “l’Italia ha bisogno di un governo che possa muoversi in modo rapido ed efficiente”, ha detto ai legislatori.

La prima fonte ha detto alla CNBC di essere sorpresa che Draghi abbia chiesto un nuovo mandato per provare a ricostruire l’unità. “Sinceramente il suo discorso è stato davvero duro contro M5S e Lega [party] E la fonte ha detto… Il suo obiettivo era chiarire la questione: se formiamo un altro governo, dobbiamo continuare senza problemi”.

Se dicono di sì, [Draghi] Aveva tutto il potere che voleva; Se lo dicono, non può dimettersi senza essere accusato di aver lasciato il Paese”.

La seconda fonte ha confermato alla CNBC che Draghi è “molto preoccupato” per la sua capacità di approvare nuove leggi in Parlamento. Draghi avrebbe dovuto finire il suo mandato prima della prossima estate, con le elezioni parlamentari previste per giugno 2023.

Qual è il prossimo?

Tuttavia, se ci sono problemi con la posizione politica del donatore più grande, potrebbe soffocare più prestiti congiunti, anche quando si affrontano i cambiamenti climatici o l’impatto dell’invasione russa dell’Ucraina.

“È improbabile che il governo italiano entrante metta in dubbio il futuro del Paese nell’eurozona, ripetendo le turbolenze che abbiamo visto dopo le elezioni del 2018. Ma probabilmente attuerà una politica fiscale più accomodante e avrà più difficoltà a passare riforme”, ha affermato Jack Allen Reynolds, capo economista europeo di Capital Economics, in una nota la scorsa settimana.

READ  Meloni d'Italia e Macron di Francia si incontrano a Parigi dopo un disaccordo sulle politiche di immigrazione

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *