Banca Mondiale: il mondo è pericolosamente vicino alla recessione, avverte il capo della Banca Mondiale

Giovedì il presidente della Banca mondiale David Malpass ha avvertito che l’economia globale è “molto vicina” alla deflazione e ha chiesto aiuti mirati ai poveri.

“In termini di tasso di crescita, abbiamo abbassato le nostre previsioni di crescita globale per il 2023 dal 3% all’1,9%. Questo è pericolosamente vicino a una recessione globale e una recessione globale potrebbe verificarsi in determinate condizioni”, ha detto Malpass ai giornalisti sul margini del mondo. L’incontro annuale della Banca e del Fondo Monetario Internazionale è qui.

Ha affermato che tutti i problemi che le persone hanno notato, come l’inflazione, l’aumento dei tassi di interesse e il calo dei flussi di capitale verso i paesi in via di sviluppo, rappresentano una sfida enorme per la banca.

“Siamo concentrati sull’aiutare le persone ad andare avanti nei paesi in via di sviluppo e in questo momento ci sono state battute d’arresto. Tutti i paesi, ovviamente, sono diversi. Quindi oggi discuteremo di paesi specifici. Quindi, non è omogeneo in Malpass.

Afferma che alcuni paesi hanno già alzato i tassi di interesse e potrebbero trovarsi in un momento in cui non ne hanno più bisogno. Alcuni paesi hanno utilizzato un tipo di supporto anziché un altro.

“Quindi, le politiche fiscali sono diverse su tutta la linea. Inoltre, cosa ancora più importante, alcuni paesi sono produttori di materie prime e alcuni sono acquirenti di materie prime. Quindi abbiamo sostenuto, in generale, i paesi che, mentre affrontano la crisi che stanno provando per ottenere risposte mirate. E questo significa sostenere i poveri; ciò significa interventi mirati; e inoltre, c’è una strategia di uscita, è temporanea. ”

Secondo Malpass, l’aumento del debito dei paesi in via di sviluppo è dovuto principalmente all’aumento dei tassi di interesse; l’importo dovuto da loro è in aumento; E le loro valute stanno diminuendo.

“Il deprezzamento della valuta aumenta l’onere del debito. Abbiamo una quinta ondata di crisi del debito che deve affrontare il mondo in via di sviluppo”, ha affermato.

Notando che si è discusso molto sull’Ucraina, ha affermato che la Banca mondiale è il canale principale per trasferire fondi alla parte amministrativa del governo ucraino. “Ieri abbiamo avuto buone conversazioni su questo. Abbiamo istituito un altro fondo fiduciario in modo da poter assorbire denaro da diverse parti del mondo, la comunità dei donatori”, ha affermato.

“Quello che accade nell’istruzione è molto importante. Sapete, la povertà nell’apprendimento è in aumento. La Banca Mondiale ha conservato ampi dati sulle battute d’arresto che si verificano nell’istruzione. Quindi, abbiamo avuto un evento importante per discutere i principi di uscire dall’istruzione. quella crisi”.

“In termini di clima, abbiamo avuto un’intensa interazione. Come sapete, la Banca Mondiale è il più grande finanziatore dell’azione per il clima. In questo incontro proponiamo di creare un nuovo fondo fiduciario chiamato SCALE che consentirebbe al mondo, alla comunità globale mettere la finanza in beni pubblici globali. Quindi, questo è il collegamento che deve essere creato all’interno del sistema globale per avere un impatto reale sulla riduzione delle emissioni di gas serra”, ha affermato Malpass.

READ  Maha Hukoomi ha formato un gruppo di lavoro per seguire la situazione del virus Corona, in coordinamento con il centro

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *