Alla scoperta di Prime Gaming: anche Amazon punta sui videogiochi

Così come già fatto dalla rivale Netflix e dalle tante società che già si occupano della distribuzione di videogiochi online, anche Amazon ha deciso di puntare su questo settore per arricchire ulteriormente il pacchetto di servizi garantiti agli abbonati Prime. Il colosso dell’e-commerce, infatti, ha aggiunto alle spedizioni veloci e allo streaming video anche la possibilità di usufruire dei propri videogame preferiti attraverso un account Twitch dedicato. Ma come funziona il servizio?

Il boom dei videogiochi online

In questi anni abbiamo potuto osservare come uno dei settori più ricchi ed evoluti sul web sia stato quello dei videogiochi, che grazie alla rete internet e alla possibilità di fruire di nuove modalità di partecipazione, dallo streaming alla realtà virtuale, si è arricchito di un ampio ventaglio di opzioni in grado di soddisfare ogni tipo di gusto ed esigenza.

Le piattaforme di gioco sono ormai numerose e di vario genere: si va infatti dai portali multicategoria a piattaforme e app dedicate ai MOBA o agli eSport, categorie che hanno trasformato l’idea stessa di videogame aprendo a modalità competitive che oggi danno vita a veri e propri eventi di rilevanza globale, senza poi dimenticare il successo dei casinò digitali. Proprio questi ultimi si sono imposti con forza sul mercato mettendo a disposizione degli appassionati e dei curiosi la possibilità di accedere ai tradizionali svaghi presenti nelle sale più famose, ma il tutto con la comodità di farlo tramite PC o dispositivi mobili.

Nei casinò online è così possibile trovare slot gratuite e a pagamento, ma anche tavoli con roulette e tornei di blackjack e altri giochi di carte, resi ancora più dinamici e interattivi dalle tecnologie di live streaming e multiplayer, che permettono di sfidare altre persone reali connesse alla rete.

Il giro di affari generato dai videogiochi online non poteva lasciare indifferenti i maggiori operatori nel campo del digital entertainment, che hanno fiutato l’occasione di entrare nel settore investendo cifre molto importanti. È successo con Netflix, che oltre a proporre ampi cataloghi di film e serie TV ha aperto una sezione gaming sulla propria piattaforma, e sta accadendo con Amazon e il suo nuovo servizio Prime Gaming.

Che cos’è Prime Gaming

Prime Gaming è un servizio offerto da Amazon agli abbonati Prime, che si configura come una specie di account Premium di Twitch con il quale l’utente può accedere a un’ampia varietà di servizi esclusivi, come l’iscrizione gratuita a canali Twitch partner o l’uso di emoticon speciali. Non solo, la società di Jeff Bezos offre infatti anche l’opportunità di riscattare ogni mese dei contenuti gratuiti da utilizzare per sempre all’interno del proprio account, sulla scia di quanto fatto per esempio da Epic Games, che regala periodicamente dei giochi ai propri utenti.

Per fruire del servizio non basta altro che collegare, una volta abbonati a Prime, il proprio account Amazon con quello di Twitch, così da integrare le funzioni dei due servizi e utilizzarle in qualsiasi momento semplicemente effettuando l’accesso.

Quanto costa l’abbonamento a Prime Gaming

Essendo inclusa nel pacchetto Prime, la sezione Gaming di Amazon rientra all’interno del costo annuale di 49,90 euro, con il quale è però possibile usufruire anche di tutti gli altri servizi proposti dal famoso brand statunitense, dalle esclusive produzioni televisive e cinematografiche presenti su Prime Video al servizio Reading dedicato agli amanti degli e-book, senza dimenticare le spedizioni gratuite sui prodotti acquistati all’interno del marketplace.

Prime viene dunque incontro ai gusti di tutta la famiglia, garantendo occasioni di svago personalizzate all’interno di un unico abbonamento. È previsto inoltre un costo ridotto di 18 euro (2,49 euro al mese) per gli studenti universitari.

Da non sottovalutare, infine, la possibilità di effettuare una prova gratuita di 30 giorni del pacchetto Prime per valutarne la qualità e decidere se usufruire dei servizi pagando al termine del free trial. Insomma, una nuova opportunità per gli amanti dei videogame che potrebbe stravolgere ancora una volta un mercato da anni in pieno fermento.

READ  La storia di Bill Kaplan e del MIT Blackjack Team

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *