Ritorno della comunità ebraica in Sicilia


Il mese scorso, gli ebrei in Sicilia hanno celebrato i tradizionali rituali dello Shabbat per la prima volta in 500 anni, quando il rabbino Shmuel Herzfeld di Washington, D.C., ha consegnato una Torah alla nuova sinagoga di Catania. Dopo che la regina Isabella di Castiglia e il re Ferdinando d’Aragona furono espulsi dal territorio spagnolo, che comprendeva la Sicilia e l’Italia meridionale nel 1492, molti ebrei fuggirono. Coloro che rimasero furono costretti a convertirsi al cattolicesimo. Ma la visita di Herzfeld cambiò il corso della storia ebraica in Sicilia.

Il lavoro di una vita dello storico americano Michael Ledeen sulla storia dell’ebraismo italiano lo ha ispirato a lavorare con i pochi ebrei rimasti a Catania per assicurarsi il dono della Torah dalla sinagoga Ohev Sholom a Washington. Pietra angolare della cultura ebraica, la Torah consiste dei primi cinque libri dell’Antico Testamento scritti a mano in ebraico su lunghi pezzi di pergamena. È necessario per la comunità ebraica.

“La rinata comunità ebraica di Catania è uno sviluppo bellissimo”, mi ha detto Ledeen. “Siamo fortunati e grati di aver avuto l’opportunità di contribuire a trasformare il sogno in realtà. La comunità è determinata a continuare a costruire qui l’infrastruttura ebraica”.

Un residente di Catania, Baruch Triolo, segretario della comunità ebraica della città, ha coordinato la donazione e il restauro della sinagoga. Situata all’ultimo piano del castello comunale di Leucatia, la nuova sinagoga ha una capienza di circa 100 persone e si integra perfettamente. Le sue porte dal pavimento al soffitto si aprono su un ampio balcone con vista mare da un lato e vista sull’Etna, il vulcano con pennacchi di fumo, dall’altro. Le finestre di fronte alle porte consentono costanti brezze marine.

READ  L'indagine ha mostrato che l'economia della zona euro è esposta a un rischio maggiore di recessione

Rabbini di tre Paesi hanno assistito alla trasmissione della Torah il 28 ottobre alla Sinagoga di Catania, e persone sono giunte da paesi lontani come Uruguay, Israele e America, oltre che da tutta Italia, per assistere e partecipare a questo evento storico. Alcuni siciliani scoprono le loro radici ebraiche e accolgono con favore l’opportunità di conoscere l’ebraismo e connettersi con la loro comunità religiosa. Una manciata di loro si convertì persino al giudaismo. In netto contrasto con la precedente persecuzione degli ebrei in Sicilia, le autorità catanesi facilitarono la consacrazione della nuova sinagoga e introdussero una forza di polizia visibile per proteggere i fedeli ebrei.

Una comunità ebraica rivitalizzata potrebbe essere un fattore chiave per lo sviluppo economico di Catania, che ha un tasso di disoccupazione del 15 per cento quasi il doppio del tasso di disoccupazione medio in Italia. La sinagoga della città rappresenta la rinascita ebraica siciliana e un crescente interesse per la storia ebraica italiana, la demistificazione degli ebrei e il culto ebraico, e attira visitatori da tutto il mondo. I ristoranti kosher stanno spuntando in tutta Catania e sono in corso piani per produrre vini kosher negli eleganti vigneti che circondano la città. Già compare una pubblicità in ebraico all’aeroporto di Catania, in cui un ristorante serve cibo kosher. Queste aziende creeranno posti di lavoro tanto necessari in Sicilia.

Le stelle di David sono impresse sotto il tetto del secolare Castello di Leucatia, sede della Sinagoga di Catania. Ora di proprietà della città, in origine apparteneva a una famiglia di origini ebraiche la cui unica figlia, Angelina Mucius, si buttò da un balcone del piano superiore rattristata per essere costretta a sposarsi. Durante la seconda guerra mondiale, l’edificio divenne il quartier generale dei nazisti. La Sicilia un tempo si vantava di essere una delle società più avanzate del mondo, ma da allora è quasi andata in declino a causa dell’espulsione dei suoi ebrei. Tuttavia, non c’era più un’aura di tristezza che aleggiava sull’isola. Con l’istituzione della Sinagoga di Catania, arrivò una nuova era per gli ebrei siciliani.

READ  Uniti per operare voli tra San Francisco e Roma

Foto di Fabrizio Villa/Getty Images

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Da dove viene l’acqua della Terra? Questo meteorite potrebbe contenere la risposta
Next Post La rappresentante democratica Nancy Pelosi si dimette dopo che i repubblicani hanno ripreso il controllo della Camera dei rappresentanti