Perché è così importante scoprire un passaggio nascosto nella Grande Piramide di Giza?

La scoperta è stata originariamente fatta dal progetto ScanPyramids nel 2016 utilizzando una tecnica non invasiva chiamata imaging a raggi cosmici con muoni, BBC menzionato. Da allora, gli scienziati hanno condotto uno studio dedicato della struttura rilevata utilizzando più metodi, i cui risultati sono stati pubblicati in natura Rivista del giovedì.

“Continueremo la nostra indagine fino a quando non vedremo cosa possiamo fare… per vedere cosa possiamo scoprire sotto, o una volta che questo corridoio sarà finito”, ha detto Mostafa Waziri, capo del Consiglio supremo delle antichità dell’Egitto. In una conferenza stampa davanti alla piramide.

La Grande Piramide

La Grande Piramide di Giza è la più grande delle tre piramidi di Giza, originariamente alta circa 147 metri sopra l’altopiano di Giza. La costruzione iniziò intorno al 2550 aC, durante il regno di Khufu, spesso considerato il più grande faraone dell’antico regno d’Egitto. Si stima che la piramide sia stata costruita utilizzando 2,5 milioni di blocchi di pietra, ciascuno del peso compreso tra 2,5 e 15 tonnellate secondo National Geographic.

Questo angolo dà un’idea dell’enormità della Grande Piramide di Giza. (Wikimedia Commons)

La costruzione della Grande Piramide è stata un’impresa ingegneristica senza pari migliaia di anni fa. Degno di nota non è solo la dimensione dell’edificio – era l’edificio più alto del pianeta fino a quando la guglia principale della Cattedrale di Lincoln nel Regno Unito non lo superò nel 1400 d.C. – ma anche la sua simmetria e il perfetto allineamento delle quattro direzioni cardinali (l’errore è minore superiore a 1/15 di grado).

Così, nel corso degli anni, Hulk è stato oggetto di fascino per molti. Lo storico greco Erodoto ne scrisse brillantemente nel V secolo a.C., i viaggiatori arabi medievali descrissero la struttura e le sue misurazioni con notevole accuratezza e Napoleone Bonaparte, durante la sua spedizione sul Nilo del 1798, trascorse giorni a Giza con un gruppo di studiosi e scienziati. , dando apparentemente inizio al campo dell’egittologia moderna così come la conosciamo.

All’interno della Grande Piramide

Ma per quanto intrigante sia l’imponente presenza della Grande Piramide, forse ancora più affascinanti sono i suoi segreti interni: passaggi e camere che nascondono molti misteri, alcuni intatti, altri dimenticati da tempo e molti attualmente accessibili.

Secondo il Rivista SmithsonianLa Piramide di Khufu contiene “il sistema più elaborato di passaggi nascosti e camere all’interno di qualsiasi piramide”. La sua tomba è l’unica delle 35 tombe costruite tra il 2630 e il 1750 aC a contenere tunnel e volte sopra il livello del suolo – la maggior parte delle altre ha una camera al livello del suolo o molto più in basso con strutture completamente solide all’interno.

Ciò significa che la Grande Piramide nasconde al suo interno un mondo tutto suo che ha attratto sia i cacciatori di tesori che gli studiosi dell’antichità in Egitto. Sebbene non vi sia consenso su chi sia entrato per primo nella tomba dopo che fu sigillata intorno al 2566 a.C., resoconti risalenti a prima di Erodoto (445 a.C.) suggeriscono che almeno alcuni passaggi all’interno della piramide furono aperti ed esplorati negli stessi tempi antichi. .

Ci sono due distinti sistemi di tunnel all’interno della Grande Piramide: il passaggio discendente (descritto dai greci come Erodoto) e il passaggio ascendente (più nascosto, aperto solo nel IX secolo dagli arabi).

Le ultime scoperte e la tecnologia utilizzata

L’ingresso per i turisti utilizzato oggi è il corridoio scavato dagli uomini del califfo abbaside al-Ma’mun nel Medioevo, e si trova all’incrocio dei passaggi discendenti e ascendenti.

Gli scienziati hanno scoperto uno spazio vuoto dietro la parete nord della Grande Piramide, a circa 7 metri sopra questo ingresso. È segnato all’esterno da una lastra di pietra con struttura a spiovente a capanna, dietro la quale gli studiosi hanno ora confermato un passaggio nascosto.

La struttura a chevron sopra l’ingresso turistico dietro la quale è stato scoperto il nuovo passaggio. (Wikimedia Commons)

Il rilevamento iniziale del vuoto è stato effettuato utilizzando una tecnica di imaging nota come radiografia a muoni di raggi cosmici. Questo metodo utilizza il potere penetrante delle particelle subatomiche cosmiche chiamate muoni per scansionare grandi strutture.

Il rivelatore di muoni tiene traccia del numero di muoni che passano attraverso l’oggetto da diverse direzioni, creando un ologramma. Quindi, questa immagine viene confrontata con un’immagine muonica del “cielo libero”, indicando quanti muoni sono stati bloccati. L’immagine finale è fondamentalmente un’ombra dell’oggetto, alla luce dei muoni cosmici.

Quindi sono stati eseguiti ulteriori test con radar ed ultrasuoni prima che un endoscopio largo 6 mm (0,24 pollici) fosse inserito attraverso una piccola giuntura tra le pietre che compongono i galloni, BBC menzionato.

Immagine del passaggio nascosto dal binocolo. (Ministero delle Antichità dell’Egitto/Distribuzione via Reuters)

Il filmato di questa telecamera è stato rivelato durante la conferenza stampa di Al-Waziri.

L’importanza della scoperta

Lanciato nel 2015, ScanPyramids è un progetto internazionale che utilizza diversi strumenti ad alta tecnologia che utilizzano la termografia a infrarossi non invasiva, gli ultrasuoni, le simulazioni 3D e la radiografia dei raggi cosmici per studiare le strutture. Da tempo gli esperti sanno che molti segreti si nascondono dietro spesse mura in luoghi spesso fisicamente inaccessibili.

ha affermato Christoph Gross dell’Università tecnica di Monaco, membro anziano del progetto ScanPyramids DW Spera di rivelare altri segreti nascosti. Parlando del passaggio appena scoperto, ha detto: “Ci sono due grandi blocchi di calcare alla fine della camera, e la domanda ora è cosa c’è dietro quelle pietre e sotto la camera?”

Waziri ha suggerito che il corridoio potrebbe essere stato progettato per ridistribuire il peso sopra l’ingresso principale o intorno a un’altra stanza ancora da scoprire, DW Il rapporto ha detto. Waziri ha anche affermato che potrebbe aiutare a rivelare se la camera funeraria del re Khufu si trovasse ancora all’interno della piramide, secondo il ministro. BBC.

Il significato del ritrovamento non risiede nel passaggio appena scoperto in sé, ma nelle varie implicazioni della scoperta, che potrebbero aiutare a rispondere a domande di vecchia data sulla Grande Piramide, incluso come è stata costruita più di 4.500 anni fa, utilizzando la tecnologia e significa. disponibile in quel momento.

READ  Uber ha esercitato pressioni, utilizzato la tecnologia "in incognito" per impedire il controllo: rapporto

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *