Microsoft licenzia quasi 2.000 dipendenti nella sezione videogiochi (e il presidente di Activision Blizzard lascia)

Microsoft raggiunge 3 trilioni di dollari di capitalizzazione il 24 gennaio, ma annuncia il taglio di 1900 dipendenti della divisione videogiochi il giorno successivo. Phil Spencer, responsabile della divisione Xbox, ha affermato che i tagli sono mirati a identificare le priorità e le opportunità di crescita per allinearsi con gli obiettivi aziendali. Circa il 9% della divisione giochi sarà coinvolto nei tagli, che fanno parte di un piano di costi sostenibili per garantire la crescita del core business.

I dipendenti licenziati riceveranno le indennità di fine rapporto come previsto dalla legge. Inoltre, c’è stata un’altra notizia nel mondo dei videogiochi: il presidente di Blizzard, Mike Ybarra, ha annunciato la sua dipartita in un post. Questo arriva dopo che Microsoft ha acquisito Activision/Blizzard per circa 70 miliardi di dollari a ottobre 2023. L’acquisizione è stata approvata dalla Competition and Markets Authority britannica e dalla Federal Trade Commission americana.

I tagli alla divisione videogiochi rappresentano un’ulteriore novità dopo l’acquisizione. Microsoft sta cercando di consolidare la sua posizione nel settore dei videogiochi e di ristrutturare la sua organizzazione per promuovere la crescita e l’innovazione. Questi cambiamenti potrebbero avere un impatto significativo sul futuro dell’azienda nel settore dei giochi, quindi è importante seguire da vicino gli sviluppi futuri.

READ  In volo sui canyon di Marte VIDEO

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *