Le azioni asiatiche sono scese a causa dell’interruzione delle negoziazioni del Venerdì Santo e delle imminenti festività

SINGAPORE, 15 aprile (Xinhua) – Le azioni asiatiche sono precipitate in un commercio ribassista poiché la maggior parte dei mercati globali ha chiuso il Venerdì Santo e altri giorni festivi.

I criteri erano più bassi a Tokyo, Seoul e Shanghai. Sydney, Manila, Bangkok e Hong Kong hanno celebrato le festività nei mercati asiatici venerdì. Chiusi anche i mercati statunitense ed europeo.

Dopo la chiusura dei mercati, la banca centrale cinese ha rilasciato più denaro da prestare per sostenere l’economia più lenta, riducendo la quantità di riserve che le banche commerciali dovrebbero detenere.

La mossa ha aggiunto circa 500 miliardi di yuan (85 miliardi di dollari) al debito, una quantità relativamente piccola rispetto alle dimensioni dell’economia cinese.

Lo scoppio del virus corona e la guerra in Ucraina hanno pesato sul sentimento di sciopero nelle principali città cinesi.

“Gli effetti del conflitto Russia-Ucraina sull’inflazione sono ora molto più significativi degli sviluppi militari diretti in senso di mercato.

“Dovrebbe essere una sessione tranquilla date le vacanze del Venerdì Santo”, ha aggiunto.

Giovedì il capo del Fondo monetario internazionale ha avvertito che la guerra della Russia contro l’Ucraina oscurerebbe le prospettive della maggior parte dei paesi e riaffermerebbe il rischio di un’ulteriore inflazione nell’economia mondiale.

Il benchmark giapponese Nikkei 225 ha perso lo 0,3% chiudendo a 27.093,19. Il Cosby della Corea del Sud è sceso dello 0,8% a 2.696,06. Lo Shanghai Composite ha perso lo 0,5% a 3.211,24.

Elon Musk, fondatore e CEO di Tesla, e gli investitori hanno rivolto ancora una volta la loro attenzione al dramma che circonda Twitter. Musk si è offerto di acquistare la società di social media per $ 54,20 per azione e due settimane dopo ha accumulato una quota del 9%.

Musk ha criticato Twitter per non essere all’altezza dei principi della libertà di parola e ha presentato un regolamento secondo cui dovrebbe essere trasformato in una società privata. Giovedì le azioni di Twitter sono scese dell’1,7% a $ 45,08, ben al di sotto del prezzo di offerta di Musk.

I mercati avevano dati economici contrastanti per tenere traccia di diversi rapporti sull’inflazione calda all’inizio della settimana. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha affermato che le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,5% a marzo grazie all’aumento dei prezzi della benzina, poiché i consumatori continuano a spendere nonostante l’elevata inflazione.

Secondo il Dipartimento del Lavoro, il numero di persone in cerca di sussidi di disoccupazione è aumentato la scorsa settimana, ma è rimasto a un livello storicamente basso. I dati riflettono un forte mercato del lavoro statunitense con aperture di lavoro molto elevate e alcuni licenziamenti.

L’inflazione negli Stati Uniti ha raggiunto il livello più alto degli ultimi 40 anni e economisti e analisti stanno osservando da vicino come reagiscono i consumatori all’aumento dei prezzi in tutto, dal cibo ai vestiti e alla benzina.

Nel trading energetico, giovedì il greggio statunitense di riferimento ha aggiunto $ 2,70 a $ 106,95 al barile, in rialzo di quasi l’11% durante la settimana. Il greggio Brent standard internazionale è salito di $ 2,92 a $ 111,70 al barile. Mercati chiusi venerdì.

Nelle valute, il dollaro USA è passato da 125,87 yen a 126,45 yen giapponesi. Questo è il livello più alto degli ultimi 20 anni. L’euro è sceso a $ 1,0817, in calo da $ 1,0829. – A.P.

READ  Recensione del libro: segui il nostro viaggio di guarigione familiare "durante la nostra estate italiana" | Arte

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *