Il giudice italiano respinge il caso di doping di Swasser, accusa Wada di calunnia

Un giudice italiano giovedì ha sospeso il processo penale contro l’ex campione olimpico di corse Alex Schwarz, citando forti prove che i suoi campioni di urina erano stati alterati.

Schwartz è stato bandito per otto anni nel 2016 dopo che una revisione del modello di doping ha mostrato tracce positive di steroidi. È stato costretto a saltare le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Ma il giudice del processo preliminare di Bolzano, Walter Bellino, ha archiviato la causa, dicendo che credeva che Schwarz “non avesse agito”.

“I campioni di urina prelevati da Alex Schwartz il 1 ° gennaio 2016, sono stati modificati con l’intento di renderli positivi, quindi il giudice dell’udienza preliminare ritiene che l’ottenimento della sospensione e della squalifica sia stato stabilito con un alto grado di affidabilità. Belino ha detto in un documento di 87 pagine che descrive l’archiviazione del caso.

Belino era anche un critico vocale della World Anti-Doping Agency e della World Athletics Association, allora conosciuta come IAAF.

“Hanno agito in modo completamente autoreferenziale e non hanno tollerato controlli esterni al punto da rendere false dichiarazioni”, ha detto Bellino. “Ci sono prove evidenti che una serie di crimini siano stati commessi nel tentativo di interrompere la cosiddetta indagine sul crimine”.

Il 36enne Schwarzene ha sempre rivendicato la sua innocenza, in contrasto con l’ammissione al doping dopo essere stato testato positivo all’EPO prima delle Olimpiadi del 2012. Successivamente è stato bandito per 45 mesi.

Schwarz, che ha vinto la 50 km ai Giochi di Pechino 2008, è tornato in competizione dopo il divieto di doping e ha vinto la 50k ai Mondiali di maggio 2016 a Roma.

READ  Calcio: Dormian è un improbabile vincitore della partita visto che l'Inter è vicina al campionato di Serie A.

La revisione è avvenuta dopo che Swasser si è qualificato per la partita di Rio de Janeiro vincendo la gara di Roma.

Schwarz può ora rivolgersi al tribunale federale svizzero per cercare di revocare il divieto di partecipare alle Olimpiadi di Tokyo in programma quest’anno.

“Dopo quattro anni e mezzo di attesa, sono così felice che il giorno della giustizia sia finalmente arrivato”, ha detto Swasser. “Probabilmente non posso dimenticare tutto, ma in questi quattro anni e mezzo, insieme a quelli a me più vicini, tutte le battaglie che devo affrontare oggi mi ripagano un po ‘. Non sono state così facili”.

(Dichiarazione di non responsabilità: questa storia non è stata modificata da www.republicworld.com, è stata creata automaticamente da un feed integrato.)

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il boss della mafia italiana ha vinto il diritto legale di suonare musica nella sua prigione Mafia
Next Post Longham riapre con un nuovo ristorante italiano