Il cattivo riposo influisce sulla salute del nostro organismo

L’organismo umano è una macchina complessa che funziona al meglio se si rispettano alcuni parametri fondamentali per la sua salute e tra questi rientra anche dormire bene. Non basta condurre una vita sana fatta di corretta alimentazione, attività fisica e prevenzione, bisogna tener conto anche della qualità del sonno perché se compromessa rischia di mettere a repentaglio qualche ingranaggio indispensabile per mantenere al meglio la propria salute.

Spesso si sottovaluta la qualità del sonno che, ricordiamo, non riguarda solo il tempo trascorso mentre si dorme, ma anche come avviene. Si può dormire anche per più di otto ore durante la notte, ma con continui risvegli e questo ne condiziona inevitabilmente la qualità. Bisogna quindi riposare bene per la salute dell’organismo umano, infatti durante il sonno il corpo rallenta le sue funzioni fisiologiche. Si ha un abbassamento della temperatura, il metabolismo rallenta, c’è una stabilizzazione della pressione sanguigna e i tessuti si rigenerano. Delle buone ore di sonno consentono inoltre di dare nuova linfa alla memoria e a renderci più vigili e attenti.

Conseguenze negative del cattivo riposo

Perché ad un certo punto della vita non si riesce più a riposare bene? Oltre a fattori biologici, ci sono anche delle abitudini errate che si tende a svolgere prima di addormentarsi. Sono delle attività che possono influire pesantemente sulla qualità del sonno e che si dovrebbero quindi evitare prima di mettersi a letto. Quante persone ad esempio si ritrovano a guardare serie TV, ad allenarsi a casa, a trascorrere tanto tempo sui social o sui siti di casinò online, insomma ognuno prova a rilassarsi come meglio crede nelle ore antecedenti al riposo notturno.

Alcune attività però non favoriscono il sonno, anzi sono dei veri e propri nemici che bisogna tenere alla larga, altrimenti si rischia di non riuscire mai a riposare bene, creando poi problematiche alquanto serie. Se non si dorme bene in modo cronico si possono scatenare patologie gravi come diabete, ipercolesterolemia, obesità, ma anche disturbi di natura cardiocircolatoria come ictus e infarto. Sono dati che arrivano dalla scienza, non inventati, per questo è opportuno cambiare le proprie abitudini e affidarsi a degli ottimi suggerimenti per riposare meglio la notte.

Consigli su come dormire meglio la notte

Da un esperimento effettuato su alcune persone che si sono affidate ad un’applicazione in grado di monitorare la qualità del sonno, Pillow, è emerso quali attività possano effettivamente consentire un riposo migliore se svolte prima di mettersi a letto. Nel dettaglio è stato chiesto ad ognuna di guardare una commedia, meditare, guardare un film dell’orrore, leggere un libro, ascoltare musica, fare una maschera viso, parlare con amici e parenti, allenarsi a casa, pulire la camera da letto, scorrere i social, giocare con il cellulare, fare uno spuntino notturno e guardare le notizie.

Ogni sera, prima di addormentarsi, ognuno ha svolto una di tali attività ed il risultato finale ha evidenziato una risposta anche abbastanza scontata, ossia come il miglior modo per dormire in totale serenità sia quello di meditare. Se ci si concede almeno trenta minuti di meditazione serali, ecco che si riposerà meglio. Dati positivi sono emersi anche dal sottoporsi ad una maschera viso, consigliata per rilassarsi e scacciare lo stress e l’ansia della giornata. Un buon risultato è stato ottenuto anche dal guardare una commedia, in grado di far sgombrare la mente dai pensieri più preoccupanti. Meglio quindi cambiare le proprie abitudini serali per riposare meglio.

READ  Si prevede che il CDC faciliterà la consulenza sulla maschera COVID alla fine di venerdì e il Canada approverà il primo vaccino a base vegetale

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *