I fiumi d’Europa si stanno prosciugando poiché la siccità potrebbe peggiorare per più di 500 anni

In tutta Europa, la siccità sta riducendo i fiumi un tempo potenti a minuscole gocce, con conseguenze potenzialmente devastanti per l’industria, il trasporto marittimo, l’energia e la produzione alimentare, proprio come la carenza di forniture e l’aumento dei prezzi dovuto all’invasione russa dell’Ucraina, hanno riferito i media locali.

Il Guardian ha riferito che un inverno e una primavera insolitamente secchi, guidati da un collasso del clima, seguiti da temperature estive da record e ondate di calore ricorrenti hanno lasciato i corsi d’acqua centrali dell’Europa sotto-ricaricati e un ulteriore riscaldamento.

Senza piogge torrenziali registrate per quasi due mesi in tutta l’Europa occidentale, centrale e meridionale e nulla previsto nel prossimo futuro, i meteorologi affermano che la siccità potrebbe diventare la peggiore del continente in più di 500 anni.

“Non abbiamo analizzato a fondo l’evento di quest’anno perché è ancora in corso”, ha affermato Andrea Touretti del Centro comune di ricerca della Commissione europea. “Non ci sono stati altri eventi negli ultimi 500 [years] Simile alla siccità nel 2018. Ma quest’anno, penso, peggio.

L’Istituto Federale Tedesco di Idrologia (BfG) ha affermato che il livello del Reno, le cui acque sono utilizzate per il trasporto di merci, irrigazione, produzione, produzione di energia e acqua potabile, continuerà a diminuire almeno fino all’inizio della prossima settimana, ha riferito il Guardian .

Per secoli parte vitale dell’economia dell’Europa nord-occidentale, le 760 miglia (1.233 chilometri) del Reno scorrono dalla Svizzera attraverso il cuore industriale della Germania prima di raggiungere il Mare del Nord nel gigantesco porto di Rotterdam.

In Italia, il corso del fiume Po, il più lungo d’Italia, è sceso a un decimo della sua portata normale e il livello dell’acqua è di due metri al di sotto della norma. In assenza di piogge nella zona da novembre, la produzione di mais e riso per risotti è stata duramente colpita.

La Pianura Padana rappresenta tra il 30% e il 40% della produzione agricola italiana, ma i coltivatori di riso in particolare hanno avvertito che fino al 60% dei loro raccolti potrebbe andare perso a causa del prosciugamento delle risaie e del degrado dell’acqua di mare che le assorbe. Il Guardian ha riferito che il basso livello del fiume.

– gen

san / navi /

(Il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati solo dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed condiviso.)

Caro lettore,

Business Standard si è sempre impegnata a fornire le informazioni e i commenti più recenti sugli sviluppi importanti per te e che hanno implicazioni politiche ed economiche più ampie per il paese e il mondo. Il tuo continuo incoraggiamento e feedback su come possiamo migliorare le nostre offerte ha reso la nostra determinazione e il nostro impegno per questi ideali ancora più forti. Anche durante questi tempi difficili causati da Covid-19, continuiamo il nostro impegno per tenervi aggiornati con notizie affidabili, opinioni autorevoli e commenti perspicaci su questioni di attualità rilevanti.
Tuttavia, abbiamo una richiesta.

Mentre combattiamo l’impatto economico della pandemia, abbiamo ancora più bisogno del tuo supporto, in modo da poter continuare a offrirti contenuti di qualità più elevati. Il nostro modulo di iscrizione ha ricevuto una risposta incoraggiante da molti di voi, che si sono iscritti ai nostri contenuti online. Un numero maggiore di iscrizioni ai nostri contenuti online può solo aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi di fornire contenuti migliori e più pertinenti. Crediamo in un giornalismo libero, giusto e credibile. Il tuo supporto con più abbonamenti può aiutarci a praticare il giornalismo in cui ci impegniamo.

Supporta la stampa di qualità e Iscriviti a Business Standard.

editore digitale

READ  Il boom economico del Regno Unito ha colto il mondo di sorpresa

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *