I documenti della guerra in Ucraina sono trapelati? Il Pentagono sta rivedendo e dice… | notizie dal mondo

Il Dipartimento della Difesa sta esaminando alcuni documenti che sono stati pubblicati su vari siti di social media e sembrano dettagliare l’assistenza degli Stati Uniti e della NATO all’Ucraina, ma potrebbero essere stati alterati o utilizzati come parte di una campagna di disinformazione.

La bandiera nazionale ucraina sventola vicino agli edifici distrutti da un attacco militare russo, durante l’invasione russa dell’Ucraina, nella città di Borodyanka, Kiev (Reuters)

Leggi anche: “La Russia sta affrontando difficoltà difficili nel catturare Bakhmut però…: la valutazione dell’Ucraina

I documenti, che sono stati pubblicati su siti come Twitter, sono stati descritti come riservati e assomigliano ad aggiornamenti di routine che i capi di stato maggiore congiunti dell’esercito americano emetterebbero quotidianamente ma non distribuirebbero pubblicamente. Sono datati dal 23 febbraio al 1 marzo e forniscono quelli che sembrano essere dettagli sullo stato di avanzamento delle armi e delle attrezzature destinate all’Ucraina con tempistiche e importi più precisi di quelli che gli Stati Uniti generalmente forniscono pubblicamente.

Non sono piani di guerra e non sono stati forniti dettagli su eventuali attacchi pianificati in Ucraina. E alcune inesattezze – comprese le stime delle morti delle truppe russe che sono molto al di sotto delle cifre riportate dai funzionari statunitensi – hanno portato alcuni a mettere in dubbio l’autenticità dei documenti.

“È molto importante ricordare che negli ultimi decenni le operazioni di maggior successo dei servizi speciali russi sono state eseguite con Photoshop”, ha dichiarato alla televisione ucraina Andrei Yusov, portavoce della direzione dell’intelligence militare ucraina. In questo materiale, vediamo cifre di perdita errate e distorte su entrambi i lati, con parte delle informazioni raccolte da fonti aperte.

Separatamente, tuttavia, venerdì l’ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha rilasciato una dichiarazione su un incontro che ha tenuto con il suo stato maggiore militare e ha osservato che “i partecipanti all’incontro si sono concentrati sulle misure per prevenire la fuga di informazioni relative ai piani delle forze di difesa .” Ucraina. “

Se i documenti pubblicati sono in qualche misura autentici, la fuga di dati riservati è preoccupante e solleva interrogativi su quali altre informazioni sulla guerra in Ucraina – o su un imminente attacco – potrebbero essere distribuite. Venerdì, i funzionari statunitensi non hanno fornito alcuna spiegazione sull’origine o l’autenticità dei documenti o su chi sia stato il primo a pubblicarli online.

Il New York Times è stato il primo a riferire sui documenti.

Sabrina Singh, portavoce del Pentagono, ha detto solo: “Siamo a conoscenza di segnalazioni di post sui social media e il dipartimento sta esaminando la questione”.

Un funzionario statunitense ha affermato che i documenti sono simili alle dichiarazioni rilasciate quotidianamente dal Joint Chiefs of Staff, anche se alcuni dei numeri sono sbagliati. Anche se fossero legittimi, ha affermato il funzionario, gli Stati Uniti ritengono che i documenti abbiano poco valore di intelligence reale, perché gran parte di essi sono informazioni che la Russia già conosce o può ottenere dal campo di battaglia. Il funzionario ha parlato a condizione di anonimato per discutere di documenti di intelligence.

Le tabelle e i grafici descrivono alcune condizioni del campo di battaglia per entrambe le parti di un mese fa, i movimenti militari statunitensi nelle ultime 24 ore, i numeri del personale e le previsioni meteorologiche locali.

Leggi anche: È nostro? La Russia in Francia “non dispiega armi nucleari in territorio straniero”

Ma ci sono errori. In una sezione intitolata “Totale vittime stimate”, un documento elenca tra 16.000 e 17.500 vittime russe e fino a 71.000 vittime ucraine. Il generale Mark Milley, presidente del Joint Chiefs of Staff, ha dichiarato pubblicamente lo scorso novembre che la Russia ha perso “più di 100.000 soldati, e che anche l’Ucraina ha perso quel numero”. Indietro Informazioni sulla fornitura di numeri più esatti.

READ  Baltej Singh Dhillon, il primo agente di polizia canadese con turbante, è stato nominato presidente di WorkSafeBC

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *