World Taekwondo in Vaticano per promuovere la “Cultura dell’incontro”

L’Atletica Vaticana è membro ufficiale dei Campionati Mondiali di Taekwondo. Il Presidente della Federazione di Corea, Chung Won Cho, ha incontrato giovedì il Segretario del Pontificio Consiglio della Cultura, Mons. Paul Tege.

Di Giampaolo Matti

I membri della International Taekwondo Federation, la federazione internazionale che governa lo sport, hanno visitato giovedì il Vaticano con l’obiettivo di promuovere gli sforzi verso una “cultura dell’incontro” che rimuova gli “schemi di confronto”, anche attraverso lo sport.

Il presidente della federazione, Chung-Won Cho, ha incontrato monsignor Paul Tigi, segretario del Pontificio consiglio della cultura, che si occupa di sport. E con loro c’erano 7 atleti della Vaticana Athletica – Vatican Taekwondo, che il 23 novembre dello scorso anno è diventata il membro ufficiale n. 211 della federazione mondiale.

Dopo le azioni iniziali, si è parlato di nuovi orizzonti per lo sport e la cooperazione solidale, in particolare attraverso l’esperienza della Fondazione Umanitaria Taekwondo per offrire l’opportunità ai giovani e ai più vulnerabili di praticare sport.

World Taekwondo ha sviluppato negli ultimi anni uno stretto rapporto con gli sport vaticani, con un impegno condiviso nel promuovere il dialogo tra culture diverse per la pace.

Una squadra pilota mondiale di taekwondo si è esibita per la prima volta nella Città del Vaticano nel 2016 durante il primo Congresso Mondiale su Fede e Sport. Nel 2017 Papa Francesco ha ricevuto in Piazza San Pietro il Presidente del World Taekwondo e il Presidente della Federazione Italiana e gli ha conferito l’onorificenza 10Decimo Dan cintura nera.

L’anno successivo, i Campionati Mondiali di Taekwondo organizzarono una manifestazione storica in Piazza San Pietro, davanti al Papa ea migliaia di persone durante il grande pubblico.

READ  L'hype torna in campo nel 2021: le Twin Cities

Il Presidente dei Campionati Mondiali di Taekwondo Choi ha dichiarato: “Siamo lieti di accogliere l’Athletic Vaticana nella famiglia del Taekwondo. Il Taekwondo è una lingua universale, non importa quale sia la tua religione o credo; da dove vieni o chi sei; siamo tutti uniti attraverso lo sport. .”

Ha proseguito, osservando che sia il Vatican Athletic che il World Taekwondo “condividono molti valori comuni e crediamo fermamente nel potere dello sport nel promuovere il rispetto, l’amicizia e la pace. Sono fiducioso che la creazione di questa nuova entità aiuterà a promuovere ulteriormente Taekwondo e i valori della pace nel mondo”.

Nel frattempo, da sabato a domenica, si svolgerà al “Foro Italico” il prestigioso Gran Premio del Mondo di Taekwondo con i primi 32 atleti di ogni categoria olimpica che guadagneranno punti cruciali per qualificarsi ai prossimi Giochi di Parigi 2024. L’ingresso è gratuito.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Street Fighter 6 sembra che la serie di combattimenti debba reinventare Capcom
Next Post Perché dovresti mettere la protezione solare sulle palpebre, secondo gli esperti