Nelle vicinanze

Moderna afferma che il suo vaccino COVID è efficace al 100% nei bambini di età compresa tra 12 e 17 anni dopo la seconda dose.

USA Today

Le autorità britanniche hanno affermato che William Shakespeare, un anziano inglese che ha fatto notizia in tutto il mondo come la seconda persona a ricevere un vaccino autorizzato contro il Coronavirus, era morto per un ictus non correlato al virus o al vaccino.

Shakespeare, 81 anni, è stato vaccinato l’8 dicembre al Coventry University Hospital, 100 miglia a nord-ovest di Londra, poco dopo che Margaret Kennan, 91 anni, ha ricevuto la prima dose di vaccino COVID-19 dalla Pfizer Biometric al di fuori degli studi clinici. Pochi giorni dopo è iniziata la massiccia campagna di vaccinazione americana.

La politica di Coventry Jane Ennis ha detto che Shakespeare è morto la scorsa settimana.

“Molto triste e sconvolto per la morte del nostro bellissimo amico Bill Shakespeare”, ha scritto Ennis su Twitter. “Bell sarà ricordato per molte cose, incluso il sapore del male. È diventato una sensazione mondiale come il primo uomo a ricevere un vaccino COVID.”

La vaccinazione di Shakespeare ha scatenato una manipolazione sui social media con parole come “domare l’influenza” – un riferimento all’opera teatrale del XVI secolo “The Taming of the Shrew”. Il suo famoso nome lo ha aiutato a metterlo in prima pagina sui giornali di tutto il mondo, ed Ennis ha osservato su Twitter che “il nostro amato amico Bill non avrebbe mai immaginato che la sua morte sarebbe arrivata sul New York Times”.

L’Inghilterra ha uno dei tassi di vaccinazione più alti al mondo.

“Ha sempre incoraggiato tutti a farsi vaccinare”, ha detto in un comunicato sua moglie Joy. “Era qualcosa di cui ero molto orgoglioso. Amava guardare la copertura dei media e la differenza positiva che è stato in grado di fare in così tante vite”.

Anche nelle notizie:

Le scuole della città di Baltimora non richiederanno a decine di migliaia di studenti di fallire nelle classi tra le sfide che la pandemia pone alla ripetizione delle aule in autunno. Il direttore accademico Joan Dabrowski afferma che agli studenti verranno forniti piani di istruzione personalizzati.

La Michigan Art Gallery Ann Arbor è tornata. Gli organizzatori hanno detto che la mostra, che sta attirando migliaia di persone per le strade della città universitaria, si terrà dal 15 al 17 luglio.

I viaggi aerei negli Stati Uniti sono saliti al livello più alto dall’inizio dell’epidemia domenica con 1,8 milioni di passeggeri, Transportation Security Administration Ho accennato a martedì.

Sebbene l’epidemia stia diminuendo negli Stati Uniti, quest’anno ci sono già stati più casi di COVID-19 in tutto il mondo rispetto a tutto il 2020. Ecco uno sguardo grafico alla diffusione del virus Corona in tutto il mondo.

READ  I calamaretti e i tardigradi stanno andando nello spazio

La Freedom of the Seas di Royal Caribbean sarà la prima nave da crociera autorizzata a navigare nelle acque americane come prova dopo un divieto di crociera di 15 mesi a causa della pandemia.

📈 I numeri di oggi: Gli Stati Uniti hanno più di 33,16 milioni di casi confermati di coronavirus e 590.900 decessi, Secondo i dati della Johns Hopkins University. Totali globali: 167,8 milioni di casi, 3,48 milioni di decessi. Negli Stati Uniti sono state distribuite più di 359 milioni di dosi di vaccino e sono state somministrate più di 287,7 milioni di dosi. Secondo il centro per la prevenzione e il controllo delle malattie. Oltre 131 milioni di americani sono completamente vaccinati, il 39,5% della popolazione.

📘 Cosa leggiamo: Il governo federale ha concesso agli stati l’approvazione per offrire incentivi monetari per incoraggiare i residenti a ottenere il vaccino COVID-19. Leggi di più sulle opportunità.

Continua ad aggiornare questa pagina per gli ultimi aggiornamenti. vuoi di più? Iscriviti alla newsletter di Coronavirus Watch Per ricevere aggiornamenti per la tua casella di posta e Unisciti al nostro gruppo Facebook.

Le Hawaii abbandonano lo stato delle maschere all’aperto

Il governatore hawaiano David Iggy ha detto che la gente lo farà Non è più necessario indossare maschere all’aperto poiché il numero di casi di COVID-19 diminuisce e più persone vengono vaccinate. Il governatore ha detto che manterrà il requisito che le persone indossino maschere in casa. Le stesse regole si applicheranno indipendentemente dal fatto che qualcuno sia stato vaccinato. Tuttavia, il governatore ha detto che incoraggerà coloro che fanno parte di grandi gruppi all’estero a continuare a indossare maschere.

“Il virus continua a circolare nella nostra comunità e le persone non vaccinate sono particolarmente vulnerabili. Fino a quando non saranno vaccinati di più, dobbiamo continuare a prendere precauzioni a casa e in grandi gruppi”, ha detto.

I dati rimangono promettenti mentre la pandemia si attenua

I casi giornalieri di coronavirus continuano ad essere al ribasso nella maggior parte degli stati, in calo di una media di 26.000 nell’ultimo mese, secondo i dati di Johns Hopkins University E il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Anche la mortalità è diminuita nella nazione. Il 13 gennaio, il paese ha riportato 3.555 morti, ha detto Andy Slavitt, consigliere per la risposta al coronavirus della Casa Bianca, in Twitter. Martedì, secondo Slavit, ci sono stati 358 morti nel paese.

Il tasso di vaccinazione per gli adulti americani ha superato il 50% martedì, secondo la Casa Bianca. Almeno 25 stati hanno vaccinato almeno la metà dei loro residenti adulti, secondo i dati dei Centers for Disease Control and Prevention.

Presto i soldi affluiranno alle scuole. Aiuterà i bambini più bisognosi?

I distretti scolastici sono disposti a farlo Spendendo importi inaspettati di denaro federale come $ 81 miliardi dall’ultimo pacchetto di aiuti questa settimana si sono riversati nelle loro casse. Ma quanto sia efficace la spesa per l’istruzione nell’aiutare ad avviare l’apprendimento, riaprire completamente le scuole e soddisfare le esigenze sociali e di salute mentale degli studenti rimane una questione importante. Gli Stati devono notificare al governo federale i loro piani per ottenere fondi entro il 7 giugno.

“Uno degli obiettivi dichiarati è quello di concentrarsi sugli studenti più colpiti dall’epidemia e sul soddisfare i loro bisogni accademici e sociali”, ha detto a USA TODAY Ian Rosenblum, assistente segretario presso il Dipartimento dell’Istruzione.

Irene Richards

Ai federali piacciono gli incentivi in ​​denaro per le vaccinazioni

Il governo federale ha dato l’approvazione agli stati per la visualizzazione Incentivi monetari per incoraggiare i residenti a farsi vaccinare. Il Tesoro ha aggiornato le sue linee guida su come gli stati e i governi locali possono spendere miliardi di dollari in aiuti inclusi nel pacchetto di aiuti per il coronavirus da 1,9 trilioni di dollari approvato a marzo. Lotteria, pagamenti in contanti o altri programmi di incentivazione sono consentiti fintanto che “è ragionevolmente previsto” che le vaccinazioni aumenteranno e i costi siano “ragionevolmente proporzionati” ai benefici per la salute pubblica attesi.

“Non siamo niente se non rispondiamo alle buone idee”, ha detto Andy Slavitt, consigliere capo della Casa Bianca sulla risposta COVID-19. “Incoraggiamo i paesi a usare la loro creatività per attirare l’attenzione sui vaccini e riportare i loro paesi e il loro paese alla normalità il prima possibile”.

Maureen Group

Rapporto: i neri compongono 8 casi su 10 di COVID a Washington

La popolazione nera di Washington, DC, costituisce oltre l’80% dei casi di coronavirus, secondo nuovi dati analizzati da Washington Post. Sebbene le popolazioni bianche e nere rappresentino rispettivamente il 46% della popolazione totale, secondo il censimento degli Stati Uniti, i bianchi rappresentano meno del 10% dei casi negli ultimi giorni.

L’aumento mostra la divisione etnica della nazione e rispecchia i problemi di accessibilità quando si tratta di lanciare il vaccino COVID-19. Il mail tracker ha riferito che il 44,5% della popolazione della città aveva ricevuto il vaccino. Per circa il 70% delle vaccinazioni con dati razziali, la città stima che circa il 19,8% della popolazione nera sia stata completamente vaccinata rispetto al 28,8% della popolazione bianca.

“C’è una disparità in chi viene vaccinato”, ha detto al giornale Neil Segal, assistente professore di politica sanitaria presso l’Università del Maryland. “E se quei casi che stiamo vedendo sono concentrati tra persone non vaccinate e meno residenti neri nella capitale vengono vaccinati, allora sembra logico che i nostri vicini neri corrano un rischio maggiore di contrarre COVID oggi rispetto a qualsiasi altro momento negli ultimi tempi. memoria.”

Secondo Sehgal, le barriere che possono impedire alle persone di ottenere il vaccino includono trasporti limitati, difficoltà a ottenere il tempo libero dal lavoro per ottenere il vaccino e complessi sistemi di iscrizione.

Stephen Vargas

Lo studio afferma che gli anticorpi contro COVID-19 rimangono 10 mesi dopo l’infezione

Un nuovo studio di Labcorp, una società di scienze della vita specializzata nella diagnosi e nello sviluppo di farmaci, mostra che la maggior parte delle persone infettate da COVID-19 aveva ancora anticorpi contro il virus dopo 10 mesi.

Circa l’87% degli individui positivi confermati analizzati dallo studio ha sperimentato una prolungata ritenzione di anticorpi, secondo Per lo studio, pubblicato lunedì. Labcorp ha prelevato campioni da 39.086 pazienti, rendendo lo studio il più grande studio vero su COVID dall’inizio della pandemia.

Il dottor Brian Cavenny, Chief Medical Officer e Head of Diagnostics presso Labcorp Diagnostics, ha affermato che i risultati complessivi mostrano buone notizie non solo per le persone infette, ma potenzialmente per le persone che sono state vaccinate.

“Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere il tipo e il livello di anticorpi che suggeriscono la protezione dalla reinfezione”, ha detto Caffini. “Ma la presenza prolungata di alcuni anticorpi è un segnale promettente perché continuiamo a pensare a un’uscita sicura dall’epidemia, nonché alle future vaccinazioni e ai tempi delle iniezioni di richiamo”.

Jason Hidalgo, Renault Gazette

Puerto Rico revoca il coprifuoco e apre le sue porte ai visitatori non infetti

C’è un altro segnale incoraggiante sulla pandemia per gli americani: Porto Rico, una popolare destinazione di viaggio che è stato il primo stato o territorio degli Stati Uniti a chiudere, ha revocato il coprifuoco notturno.

L’isola ha visto una diminuzione del 58% delle nuove infezioni nelle ultime due settimane dopo un enorme aumento del numero di infezioni ad aprile. Oltre a porre fine al coprifuoco notturno dopo più di un anno, Porto Rico consentirà ora l’ingresso ai visitatori che sono stati vaccinati senza un risultato negativo del test del coronavirus. Aumenterà anche la capacità dell’azienda al 50%.

I visitatori non vaccinati del Commonwealth americano, dove il turismo è in aumento a causa della domanda repressa di viaggi, continueranno a essere tenuti a presentare un test negativo per il coronavirus o a promettere di presentare un risultato del test entro 48 ore. Coloro che non si conformano potrebbero incorrere in una multa di $ 300.

Puerto Rico è sotto una qualche forma di coprifuoco notturno – almeno da mezzanotte alle 5 del mattino – dal 15 marzo 2020, quando è stato segnalato il primo caso di coronavirus. Ma i casi giornalieri sono scesi da una media settimanale di oltre 1.000 al culmine dell’aumento di aprile a circa 150.

Secondo i dati del CDC, il 40% degli adulti portoricani è completamente vaccinato e il 56% ha ricevuto almeno una dose.

avvio automatico

Mostra miniature

Mostra spiegazioni

Contributo: The Associated Press.

Leggi o condividi questa storia: https://www.usatoday.com/story/news/health/2021/05/26/covid-vaccine-variants-travel-cdc-restrictions/7438857002/