West avverte di ulteriori sanzioni e isolamento se Putin metterà in atto minacce

Almeno 200.000 russi hanno lasciato il Paese dall’inizio della leva di Putin

Almeno 200.000 russi hanno lasciato il Paese nella settimana da quando il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato una parziale mobilitazione militare dopo una serie di battute d’arresto nella guerra del Paese con l’Ucraina, secondo i dati forniti dai vicini della Russia.

I passeggeri camminano dopo aver attraversato il confine con la Russia al checkpoint di confine Verkhny Lars-Zemo Larsi, Georgia, 28 settembre 2022 (Reuters)

La mobilitazione potrebbe portare al servizio militare fino a 300.000 civili, da quello che secondo i funzionari russi è un gruppo di circa 25 milioni di adulti idonei a arruolarsi nelle loro liste, suggerendo che le partenze, sebbene insolite, potrebbero non impedire al Cremlino di raggiungere i suoi obiettivi. Obiettivi di reclutamento.

“Me ne sono andato a causa del mio disaccordo con l’attuale governo in Russia”, ha detto Alexander Olenikov, un autista di autobus di 29 anni da Mosca su strada verso la Georgia nord-orientale. Ha detto che molte persone che conosceva erano contrarie alla guerra, che ha descritto come una “tragedia” causata da un “pazzo dittatore”.

Tuttavia, l’entità della migrazione di massa è difficile da quantificare, dato che la Russia ha un confine con 14 paesi, che si estendono dalla Cina e dalla Corea del Nord agli stati baltici, e non tutti i governi rilasciano regolarmente dichiarazioni sulla migrazione. (Leggi di più)

READ  Singapore limita l'ingresso ai titolari di permesso di lavoro in mezzo all'escalation di COVID-19 in India
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Il CDC avverte di una grave malattia di Monkeypox mentre l’Ohio segnala la morte di un paziente Monkeypox
Next Post Ora, Waseem Jaafar sta usando il video del ciclista italiano per vagare per l’Inghilterra a causa dello ‘spirito del cricket’