Vladimir Putin dice che il mondo è a un punto di svolta, è scoppiata la guerra contro la Russia

Vladimir Putin dice che il mondo è a un punto di svolta, è scoppiata la guerra contro la Russia

Vladimir Putin ha chiesto alla Russia di vincere.

Mosca, Russia:

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato martedì alla parata del Giorno della Vittoria nella Piazza Rossa di Mosca che il mondo stava attraversando un “punto di svolta” e ha affermato che era scoppiata una “guerra” contro la Russia.

Ha promesso vittoria e ha affermato che il futuro della Russia “dipende dai suoi soldati che combattono in Ucraina”.

La tradizionale celebrazione in stile sovietico che celebrava la vittoria di Mosca sui nazisti si è svolta tra preoccupazioni per la sicurezza, 15 mesi dopo l’attacco della Russia all’Ucraina.

“Oggi, la civiltà si trova di nuovo a un punto di svolta decisivo”, ha detto Putin alla parata, che comprendeva veterani e soldati della campagna russa in Ucraina.

Ha affermato che “è scoppiata una guerra contro la nostra patria”.

Ha chiesto la vittoria della Russia: “Per la Russia, per le nostre forze armate, per la vittoria! Evviva!”

Il leader russo ha descritto sempre più la campagna in Ucraina come una lotta esistenziale, che secondo lui l’Occidente ha intensificato sostenendo il governo ucraino.

“L’intero Paese è con voi”, ha detto Putin ai soldati partecipanti alla campagna di Mosca in Ucraina, diverse centinaia dei quali erano presenti alla parata sulla Piazza Rossa.

“Non c’è niente di più importante ora dei tuoi sforzi di combattimento”, ha detto.

“La sicurezza della patria è su di te oggi, e il futuro del nostro stato e del nostro popolo dipende da te”.

Putin ha anche criticato “le élite della globalizzazione occidentale”, accusandole di diffondere conflitti e “colpi di stato” in tutto il mondo.

READ  Chi è Victor Medvedchuk?

“Il loro obiettivo, e qui non c’è niente di nuovo, è raggiungere il collasso e la distruzione del nostro paese”, ha detto.

Il leader russo ha da tempo promesso che Mosca supererà tutto questo.

“Ma abbiamo rifiutato il terrorismo internazionale e proteggeremo il popolo del Donbass (Ucraina orientale) e garantiremo la nostra sicurezza”, ha affermato.

Questo sembra essere un riferimento a una serie senza precedenti di attacchi sul suolo russo in vista della parata del Giorno della Vittoria, un evento importante sotto Putin.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è stata pubblicata da un feed sindacato.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *