Vendite al dettaglio in improvviso crollo in Gran Bretagna; Borse europee in calo – Business Live | un lavoro

Buongiorno e benvenuti nella nostra rinnovata copertura dell’economia globale, dei mercati finanziari, della zona euro e delle imprese.

Le vendite al dettaglio in Gran Bretagna sono diminuite drasticamente a luglio, poiché la spinta per Euro 2020 è svanita e le persone mangiavano di più e quindi acquistavano meno cibo e bevande per il consumo domestico.

I volumi delle vendite al dettaglio sono diminuiti del 2,5% rispetto al mese precedente, Secondo l’Ufficio nazionale di statisticaMentre gli economisti si aspettavano un leggero rialzo dello 0,4%. A giugno, le vendite sono aumentate dello 0,5%.

Le vendite di generi alimentari sono diminuite dell’1,5% il mese scorso dopo un aumento del 3,9% a giugno, quando le vendite in euro sono state aumentate. Le vendite di benzina e diesel sono diminuite del 2,9%, il primo calo mensile da febbraio, poiché le forti piogge all’inizio di luglio hanno ridotto il numero di auto in circolazione.

I negozi di abbigliamento e articoli per la casa hanno registrato un calo del 2% mentre i grandi magazzini sono stati l’unico settore a registrare una crescita mensile dello 0,2%.

L’Ufficio per le statistiche nazionali ha affermato che i ritardi nei trasporti hanno portato alla carenza di alcuni articoli, come i prodotti elettrici. Altri negozi non alimentari come farmacie, negozi di giocattoli e rivenditori di articoli sportivi hanno subito un calo del 10,1%, il primo calo mensile da febbraio, trainato da negozi di seconda mano e rivenditori di computer e comunicazioni.

Ufficio di statistica nazionale (ONS)
(@noi)

I nostri ultimi dati mostrano che le vendite al dettaglio sono diminuite di circa il 2,5% a luglio 2021 rispetto a giugno 2021.

Questo è del 5,8% in più rispetto ai livelli pre-pandemia nel febbraio 2020 https://t.co/zHf7yPqIWY pic.twitter.com/FvF5iPV53u


20 agosto 2021

Dati separati hanno mostrato che il governo del Regno Unito ha preso in prestito 10,4 miliardi di sterline il mese scorso: questo è stato il secondo prestito più alto di luglio da quando sono iniziati i record mensili nel 1993, ma 10,1 miliardi di sterline in meno rispetto a luglio 2020.

Rishi Sunak, consulente ha detto:


La nostra ripresa dalla pandemia è in pieno svolgimento, sostenuta dall’enorme sostegno fornito dal governo.

Ma gli ultimi 18 mesi hanno avuto un enorme impatto sulla nostra economia e sulle nostre finanze pubbliche, e ci sono ancora molti rischi.

Ci impegniamo a mantenere le finanze pubbliche su base sostenibile, motivo per cui ho delineato nel bilancio di marzo le misure che stiamo adottando per tenere sotto controllo il debito nei prossimi anni.

Ufficio di statistica nazionale (ONS)
(@noi)

L’indebitamento netto del settore pubblico escluse le banche del settore pubblico era di 10,4 miliardi di sterline a luglio 2021.

È stato il secondo prestito più alto a luglio da quando sono iniziati i record mensili nel 1993, ma 10,1 miliardi di sterline in meno rispetto a luglio 2020. https://t.co/ON50Rs82jt pic.twitter.com/eimHfJDDpU


20 agosto 2021

Una mela Sta ritardando il suo ritorno negli uffici aziendali da ottobre a gennaio al più presto a causa di un picco di casi di Covid-19 e preoccupazioni per nuove variabili. Il produttore di iPhone ha detto ai dipendenti in una nota che confermerà i piani di riapertura un mese prima di chiedere ai dipendenti di tornare in ufficio, secondo Bloomberg News.

mercati europei L’apertura è leggermente inferiore dopo aver vissuto ieri il peggior giorno del mese, poiché gli investitori si preoccupano della diffusione del virus delta, del rallentamento della crescita economica in Cina e dei piani della Federal Reserve statunitense di ridimensionare il suo programma di acquisto di attività quest’anno.

Il FTSE 100 di Londra ha chiuso in calo dell’1,5%, il Dax della Germania ha perso l’1,2% e il CAC della Francia è sceso del 2,4%. Wall Street è andata meglio, con l’S&P 500 e il Nasdaq in ripresa per chiudere leggermente in rialzo allo 0,1% mentre il Dow è sceso dello 0,19%.

In Asia, il Nikkei giapponese ha perso l’1,1%, l’Hang Seng di Hong Kong è sceso del 2% e il mercato australiano è sceso dello 0,2%. Le case automobilistiche giapponesi sono state colpite duramente dalla decisione di Toyota di tagliare la produzione di automobili a settembre, con le azioni Toyota che hanno perso il 5%.

I più grandi titoli tecnologici cinesi, tra cui Tencent e Alibaba, sono scesi dopo che Pechino ha approvato una severa legge sulla privacy dei dati, sollevando preoccupazioni tra gli investitori sulle azioni normative della Cina.

READ  Gli Emirati Arabi Uniti cercano investitori per costruire strutture per l'esportazione di idrogeno | Notizie di economia e commercio
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il fisico si vanta di aver sposato il fantasma di Michael Jackson
Next Post Sean Penn ” Flag Day ‘: Non vedremo mai un altro film come questo