USTR conclude il procedimento della Sezione 301 sulle tasse sui servizi digitali in Austria, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito; Il Tesoro annuncia l’accordo sull’ora legale con la Turchia | Wilmerhill

Il 19 novembre, l’Ufficio del Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti (USTR) annunciare Sta ponendo fine alle azioni intraprese ai sensi della Sezione 301 del Trade Act 1974 in relazione alle imposte sui servizi digitali (DST) adottate da Austria, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito. In sostanza, l’Office of the US Trade Representative (USTR) ha sollevato la minaccia di tariffe di ritorsione – citando un accordo politico raggiunto tra il Tesoro statunitense (Treasury) e i cinque paesi che dovrebbe portare al ritiro dell’ora legale per ogni paese. L’Ufficio del Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti (USTR) ha inoltre annunciato che monitorerà l’attuazione dell’accordo politico in coordinamento con il Dipartimento del Tesoro. Se l’Ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti determina successivamente che un paese non sta attuando in modo soddisfacente l’accordo, prenderà in considerazione ulteriori azioni ai sensi della Sezione 301.

Poi, il 22 novembre, il Dipartimento del Tesoro ha annunciato che un accordo Con la Turchia che afferma che le stesse condizioni che si applicano nell’ambito dell’accordo politico con Austria, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito si applicheranno anche per quanto riguarda l’ora legale turca. Pertanto, la Turchia ritirerà l’ora legale allo stesso modo degli altri cinque paesi. Sembra che anche l’ufficio dell’USTR porrà fine alla misura proposta relativa all’ora legale turca, sebbene l’ufficio dell’USTR non abbia ancora emesso l’avviso per attuare la cessazione.

Come Wilmerhill prima menzionatoL’Ufficio del rappresentante per il commercio degli Stati Uniti (USTR) ha iniziato a indagare sull’ora legale francese il 10 luglio 2019. Finalmente l’Ufficio del rappresentante per il commercio degli Stati Uniti determinato Quel DST era eseguibile ai sensi della sezione 301, ed è determinato Per rispondere all’ora legale addebitando una commissione aggiuntiva del 25% su determinati prodotti francesi. L’Ufficio del Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti ha comunque sospeso contemporaneamente l’applicazione della maggiorazione, per lasciare il tempo alle discussioni bilaterali e multilaterali per risolvere la questione.

READ  Collegamenti italiani promessi da una nuova compagnia di bandiera

Allo stesso modo, USTR Ho iniziato Le sue indagini sull’ora legale austriaca, italiana, spagnola, turca e britannica (più l’ora legale indiana) il 5 giugno 2020.1 USTR annunciare Le indagini si sono concluse il 2 giugno 2021, determinando in ogni caso l’imposizione di una tassa aggiuntiva del 25% su un gruppo di merci provenienti dal Paese interessato. Tuttavia, ancora una volta, l’Ufficio del Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti (USTR) ha contemporaneamente sospeso l’aumento delle tariffe fino a 180 giorni per liberare tempo per completare le trattative sulla tassazione internazionale che erano in corso nell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e nel processo del G-20. (Questo dovere in sospeso è l’azione che ha posto fine all’Ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti rispetto a ciascun paese il 19 novembre 2021.)

L’8 ottobre 2021, Austria, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito si sono uniti agli Stati Uniti e ad altre 130 giurisdizioni partecipanti ai negoziati dell’OCSE per raggiungere un accordo politico. un accordo Una soluzione a due pilastri per affrontare le sfide fiscali derivanti dalla digitalizzazione dell’economia globale. Nell’ambito del pilastro 1, i paesi hanno deciso di eliminare i DST esistenti e coordinare il ritiro di tali misure. Il 21 ottobre USTR e tesoreria ha annunciato che Austria, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito hanno raggiunto il livello un accordo Con gli Stati Uniti su un approccio transitorio a ciascun paese DST durante l’attuazione del pilastro 1. In base ai termini dell’accordo, i cinque paesi non sono tenuti a ritirare l’ora legale fino all’entrata in vigore del pilastro 1, ma qualsiasi responsabilità relativa all’ora legale maturata durante la transizione periodo sarà credibile rispetto alle future imposte sul reddito delle società dovute nell’ambito del pilastro 1. In cambio, gli Stati Uniti hanno accettato di porre fine ai procedimenti della Sezione 301 e si sono impegnati a non imporre ulteriori azioni contro i DST nei cinque paesi fino all’entrata in vigore del primo pilastro. o 31 dicembre 2023.

READ  G20 in Italia: Piyush Goyal dialoga con la canadese Mary Ng con focus sul CEPA | notizie dal mondo

Nel suo annuncio dell’accordo del 21 ottobre, la rappresentante per il commercio statunitense Catherine Taye lodare I cinque paesi per affrontare le preoccupazioni degli Stati Uniti sull’ora legale, hanno sottolineato che gli Stati Uniti “continueranno a opporsi all’attuazione di imposte unilaterali sui servizi digitali da parte di altri partner commerciali”. La sua dichiarazione indicava anche che la Turchia e l’India non avevano aderito all’accordo del 21 ottobre. Ma la Turchia lo ha fatto più tardi, il 22 novembre, come notato sopra. L’India probabilmente farà lo stesso, con un dazio aggiuntivo del 25% sulle merci dall’India che entrerà in vigore il 29 novembre e l’ambasciatore Tai è attualmente in India per discussioni che si dice includano l’ora legale indiana.

La decisione dell’Office of the United States Trade Representative (USTR) di aumentare la minaccia di dazi di ritorsione sui DST imposti da Austria, Francia, Italia e Spagna è l’ultimo passo negli sforzi dell’amministrazione Biden per ridurre le tensioni commerciali con l’Europa. Questo arriva sulla scia degli accordi del 31 ottobre raggiunti in Tariffe acciaio e alluminio e il Il quadro di cooperazione USA-UE per i grandi velivoli civili Annunciato il quindici giugno. Tuttavia, questa situazione potrebbe non rivelarsi permanente, data la volontà dell’Unione Europea di adottare nuove politiche economiche che sembrano prendere di mira le società statunitensi. Ad esempio, il Digital Markets Act (DMA) proposto dall’Unione Europea è simile all’ora legale nell’uso di limiti che sembrano progettati per catturare le società statunitensi escludendo i loro concorrenti dell’UE dalla copertura. A questo proposito, il DMA sembra essere altrettanto vulnerabile alle azioni del commercio ai sensi della Sezione 301.

READ  I villaggi del sud Italia ti pagheranno $ 33.000 per trasferirti e avviare un'impresa

WilmerHale continuerà a monitorare gli sviluppi riguardanti l’indagine della Sezione 301, nonché altre azioni DST in tutto il mondo.

Margini –

  1. L’inchiesta del 5 giugno includeva anche revisioni di DST approvate o in esame da parte di Brasile, Repubblica Ceca, Unione Europea e Indonesia. USTR finito Queste indagini sono state completate il 31 marzo 2021, dopo che è stato confermato che le cinque giurisdizioni non avevano adottato o attuato DST durante il periodo di indagine.
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Come guardare i Beatles: ottenere un documentario online
Next Post Il giorno prima del Ringraziamento i negozi di alimentari affrontano l’urgenza dei clienti