Uno studio rileva che le società di consegna a domicilio hanno bisogno di fino a 8.000 servizi giornalieri per essere redditizie

Una pletora di piattaforme e app che offrono la consegna di cibo a domicilio tramite servizi di corriere è cresciuta molto rapidamente negli ultimi anni, soprattutto nelle principali città, in gran parte a causa della pandemia. Nel febbraio 2020, secondo i dati del ricercatore di mercato Kantar, nel Regno Unito sono state acquistate solo 7,40 sterline su 100 sterline spese in generi alimentari. A febbraio di quest’anno, quel numero era salito a £ 15,40.

Mentre le startup tecnologiche dietro le piattaforme di consegna sono ottimiste sul fatto di poter fare soldi grazie all’aumento della domanda e alla riduzione dei costi operativi, uno studio suggerisce che i loro modelli di business potrebbero essere insostenibili.

Dopo aver studiato diverse società di consegna di cibo, i ricercatori hanno stimato che sono necessari almeno 8.000 ordini al giorno affinché questo tipo di piattaforma inizi a realizzare profitti dalla loro gestione.

“È molto difficile che questi modelli di business siano redditizi da soli”,Ha detto Edward J. Alvarez Palau, ricercatore del SUMA Research Group della UOC School of Economics and Business e autore principale dello studio.

“Questo sarebbe lo scenario più benevolo”,Ha aggiunto. “Con lo scenario alternativo, in cui aggiungiamo tutti quei costi legati all’espansione di questo tipo di azienda in altri mercati, troviamo che questi 8000 servizi devono essere aumentati a 19.000 affinché il sistema operativo sia redditizio, il che è un po’ sorprendente.”

Lo studio ha rilevato che queste aziende non dipendono dal loro reddito solo dalla loro attività. Palau ha sottolineato che ha due pilastri: investitori e fondi di venture capital che consentono loro di rimanere in attività e partecipare ad altri modelli di business. “Sebbene la loro attività principale sia la consegna a domicilio, è difficile per loro essere economicamente redditizi e, pertanto, devono iniziare a scegliere altri modelli di business complementari, come la fornitura di altri tipi di prodotti o servizi complementari ai ristoranti, come le cucine fantasma. “

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Bindi Irwin accusa il nonno emarginato di “abuso psicologico” da quando era bambina
Next Post Incendi che bruciano negli Stati Uniti occidentali, minacciando il personale di bandiera, Arizona | Notizie sul clima