Uno studio recente afferma che il COVID-19 si sta evolvendo per diventare sempre più in circolazione nell’aria

più recente Variabili di SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID-19, potrebbe essere più diffuso nell’aria man mano che si evolve, secondo un recente studio dell’Università del Maryland, pubblicato Nel Malattie Infettive Cliniche la rivista della scorsa settimana.
Le persone infette dal ceppo alfa di COVID-19 respirano nell’aria da 43 a 100 volte più virus di quelle con il ceppo originale di COVID-19, stress spiegare.

La ricerca ha scoperto che la carica virale nell’aria dei pazienti con la variante alfa era 18 volte superiore a quella che può essere spiegata da una maggiore quantità di virus nei tamponi nasali e nella saliva.

I ricercatori hanno anche scoperto che i rivestimenti per il viso, come maschere e panni chirurgici, riducono la quantità di virus respirata nell’aria di circa il 50%.

“Lo sappiamo Delta Secondo lo studio, la circolazione alterata è ora più contagiosa della variante alfa, ha affermato il dott. Don Melton, professore di salute ambientale presso la School of Public Health dell’Università del Maryland.

“Poiché la ricerca indica che le variabili successive migliorano costantemente nei viaggi aerei, una migliore ventilazione e maschere aderenti, insieme alla vaccinazione, possono aiutare a compensare i maggiori rischi”, ha aggiunto.

Nei primi giorni della pandemia, gli scienziati inizialmente non erano in grado di confermare che il COVID-19 potesse diffondersi attraverso le particelle nell’aria e si pensava che si trasmettesse attraverso azioni come tosse e starnuti.

READ  5 misure di dieta e stile di vita per scongiurare il bruciore di stomaco

Una donna indossa una maschera protettiva durante la pandemia di coronavirus (Credit: Tel Aviv University)

Conoscevamo già questo virus nella saliva e nei tamponi nasali [were] Aumento delle infezioni da variabile alfa. virus[es] Dal naso e dalla bocca può essere trasmesso spruzzando grosse goccioline vicino a una persona infetta. Uno degli autori dello studio, il dottorando Jianyu Lai, ha affermato che il nostro studio mostra che il virus negli aerosol esalati sta aumentando ulteriormente.

I ricercatori raccomandano un “approccio a più livelli” per proteggere le persone nelle funzioni pubbliche e negli spazi interni: questi includono vaccinazioni, maschere aderenti, migliore ventilazione, maggiore filtrazione e disinfezione dell’aria dai raggi UV.

“I messaggi da portare a casa da questo documento sono che il coronavirus può essere nel tuo respiro espirato (e) migliorare il tuo respiro espirato, e l’uso di una maschera riduce la possibilità di inalarlo sugli altri”, ha detto Assistant Clinical. La professoressa Jennifer German, co-autrice dello studio.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Milan a pari con i rivali dell’Inter dopo la vittoria per 2-0 sul Venezia con account Juventus finalmente aperto – News Sport, Firstpost
Next Post Brian Danielson debutta sul ring contro Kenny Omega, Robbie Soho sfida il Dr. Brett Baker