Uno strano segnale radio dal centro della galassia ha confuso gli astronomi

Segnale radio emesso dal centro della galassia.

Nel corso del 2020, gli astronomi australiani hanno rilevato una misteriosa banda di onde radio proveniente da qualche parte vicino al centro galattico. Ma quando il team ha addestrato uno strumento più sensibile alla fonte, lo ha visto di nuovo prima che scomparisse e si è comportato in modo diverso rispetto a prima. Il segno è descritto nel giornale pubblicato Oggi su The Astrophysical Journal.

La caratteristica più strana di questo nuovo segnale è che ha una polarizzazione molto alta. Ciò significa che la sua luce oscilla in una sola direzione, ma quella direzione ruota nel tempo, ha affermato Ziteng Wang, astrofisico dell’Università di Sydney e autore principale del nuovo studio, in un’università. comunicato stampa. In altre parole, le onde radio rimbalzavano a intermittenza a terra, senza alcun motivo o ragione. E da quando è stato scoperto, il sentiero è diventato freddo.

Il segnale è stato rilevato utilizzando Pathfinder Aussie Variables Array e Slow Transient (CHIEDI VAST) survey, un radiotelescopio con sede in una zona molto remota dell’Australia occidentale. Il misterioso oggetto che ha prodotto il segnale è stato chiamato ASKAP J173608.2-321635, per il telescopio che lo ha trovato e le sue coordinate nel cielo.

“Questa cosa era unica in quanto è iniziata invisibile, è diventata lucida, sbiadita e poi è riapparsa. Questo comportamento era insolito”, ha detto Tara Murphy, astrofisica dell’Università di Sydney e co-autrice della ricerca, nella stessa edizione.

Quando la sorgente radio si è oscurata, il team ha esaminato lo spettro della luce visibile e non ha trovato nulla. Si sono anche trasformati in Vari radiotelescopi, che non ha prodotto una quantità simile di nulla. Ma poi, usando il radiotelescopio MeerKAT in Sud Africa, il team ha finalmente scoperto di nuovo l’oggetto, ma era sparito nel giro di un giorno. I ricercatori non lo hanno più visto da allora.

Via Lattea.

La Via Lattea vista dall’Uruguay. La sorgente radio proveniva da vicino al centro della galassia.
Foto: Mariana Suarez/AFP (Getty Images)

Per quanto riguarda il motivo per cui la sorgente ha smesso di emettere, potrebbe essere qualcosa legato all’instabilità del campo magnetico. “I campi magnetici possono impigliarsi e quindi rilasciare energia a raffiche”, ha affermato David Kaplan, coautore della ricerca e astrofisico presso l’Università del Wisconsin-Milwaukee, in una e-mail a Gizmodo. “Succede con il nostro sole, con magnetar e altri tipi di cose. Quindi non smette molto di emettere, perché esce solo a intermittenza (la maggior parte delle volte si ferma).”

I ricercatori hanno alcune idee su cosa sia la sorgente radio, ma non sono sicuri di quale. Il modello delle onde radio presenta somiglianze con una classe di oggetti chiamati galassie radiocentrali transitorie, sebbene ci siano anche alcune differenze. I Transitori Radio del Centro Galattico non sono una cosa definita, ma un gruppo di oggetti che emettono radio attorno al centro della Via Lattea che non hanno una particolare identità.

Perché Le sue caratteristiche di esplosione, il team inizialmente pensava di sì Potrebbe essere ASKAP J173608.2-321635 Pulsar – stella morta rotante la cui luminosità varia regolarmente per gli osservatori sulla Terra. Ma le fluttuazioni di luminosità di questo oggetto non erano regolari, e la sua mancanza di altre onde elettromagnetiche significa che non sembra una piccola stella nana bruna o una stella altamente magnetizzata. Potrebbe essere stata una pulsar “eccentrica”, ha detto Kaplan, ma il team non saprà con certezza i dati attuali.

NSven Se ASKAP J173608.2-321635 non viene più visto, sperano che le osservazioni future determineranno se l’oggetto è la regola o l’eccezione, ovvero se la sorgente è il primo di una classe di oggetti che non sono ancora stati osservati o qualsiasi altra cosa.

ioPiuttosto che saltare da un radiotelescopio a un radiotelescopio del futuro, il team spera di utilizzare matrice di chilometri quadratiIl radiotelescopio più grande del mondo Con 130.000 antenne, per le sue future osservazioni di sorgenti radio lontane. La matrice dovrebbe iniziare con osservazioni scientifiche di routine verso fine di questo decennio.

ALTRO: Il nuovo telescopio sudafricano rilascia un’immagine epica del centro galattico

READ  L'Australia vede finita l'epidemia di COVID-19
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La principale associazione italo-americana Rockford nomina la Hall of Fame 2021
Next Post Come Dwayne Johnson si sente davvero sul suo conflitto pubblico con Vin Diesel e post su Instagram