Una nuova pioggia di razzi da Hamas dopo che Israele ha raso al suolo un’altra torre a Gaza

Il lancio di 130 razzi, che ha ucciso un bambino di sei anni nel sud di Israele e ha innescato l’allarme di un attacco aereo fino a Tel Aviv, è avvenuto in risposta alla distruzione di Burj Al-Faruq a Gaza City.

Mercoledì Hamas ha lanciato una nuova raffica di missili mortali verso Israele in risposta alla demolizione israeliana di un edificio di 14 piani a Gaza, che ha escluso un imminente cessate il fuoco.

Hamas ha detto che il lancio di 130 razzi, che ha ucciso un bambino di sei anni nel sud di Israele, e ha lanciato l’allarme di un attacco aereo fino a Tel Aviv, era in risposta alla distruzione della Torre Faruq a Gaza City.

Israele ha descritto la torre, che ha emesso fumo nero dai carboni accesi all’indomani dello sciopero, come sede dei servizi segreti di Hamas.

In precedenza, il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz aveva promesso ulteriori attacchi contro Hamas e altri gruppi islamici armati a Gaza per raggiungere “una calma completa a lungo termine” prima di considerare un cessate il fuoco.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha avvertito che “questo è solo l’inizio”. “Gli daremo colpi che non si immaginavano”.

L’esercito israeliano, che ha effettuato più di 350 attacchi aerei nell’affollata fascia costiera, ha detto che i militanti di Gaza hanno lanciato più di 1.000 razzi da lunedì, prendendo di mira quelli che vengono chiamati siti militari.

Le ostilità più pesanti in sette anni hanno ucciso almeno 56 persone a Gaza, inclusi 14 bambini, e sette in Israele, tra cui un soldato e un indiano, da lunedì.

La United Volunteer Rescue Agency Hatsala ha detto che il ragazzo è morto dopo che un missile è caduto sulla sua casa a Sderot, dove altre quattro persone erano in cura per le ferite.

Da lunedì tre palestinesi sono stati uccisi negli scontri in Cisgiordania. Almeno 230 palestinesi e 110 israeliani sono rimasti feriti.

Lo spargimento di sangue è stato provocato dai disordini del fine settimana nel complesso della moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme, un luogo sacro per musulmani ed ebrei allo stesso modo.

Paure di una “guerra totale”

In un momento in cui le potenze mondiali hanno espresso la loro crescente preoccupazione per la crisi, l’inviato delle Nazioni Unite in Medio Oriente, Thor Winsland, ha avvertito che “ci stiamo intensificando verso una guerra totale”.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha tenuto un’altra riunione di emergenza senza concordare una dichiarazione congiunta a causa dell’opposizione degli Stati Uniti, alleati di Israele.

Mercoledì sera, il signor Netanyahu ha parlato con il segretario di Stato americano Anthony Blinken, che ha ribadito il suo appello per “porre fine alla violenza”.

Il signor Netanyahu ha dichiarato lo stato di emergenza nella città mista di Lod tra ebrei e arabi israeliani, poiché la polizia ha detto che “sono scoppiati disordini diffusi tra alcuni dei residenti arabi” e le autorità in seguito hanno imposto un coprifuoco notturno lì.

Ci sono stati timori di disordini civili diffusi quando i manifestanti sventolando bandiere palestinesi hanno bruciato auto e proprietà, inclusa una sinagoga, e si sono scontrati con la polizia israeliana e hanno attaccato automobilisti ebrei in diverse città ebraiche arabe.

Il presidente israeliano Reuven Rivlin ha denunciato, con un linguaggio insolitamente forte, quello che ha descritto come un “massacro” in cui una “banda di istigazione araba assetata di sangue” ha colpito la gente e ha attaccato i luoghi santi ebraici.

Hamas ha detto che molti dei suoi massimi leader sono stati uccisi negli attacchi israeliani, compreso il suo comandante militare a Gaza City, Bassem Easa.

Il suo leader, Ismail Haniyeh, ha minacciato di intensificare gli attacchi, avvertendo che “se Israele vuole un’escalation, siamo pronti per questo”.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha esortato entrambe le parti a “ritirarsi dal baratro”.

Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha affermato che “bisogna fare di tutto” per evitare un nuovo conflitto in Medio Oriente.

Non abbiamo una stanza sicura

A Gaza City, le persone stanno setacciando le macerie dopo che un precedente attacco aereo israeliano ha distrutto un edificio di 12 piani che secondo Hamas era un edificio residenziale. È anche noto per ospitare gli uffici di numerosi funzionari di Hamas.

Cinque membri di una famiglia sono stati uccisi in un raid israeliano nel nord di Gaza martedì, tra cui i fratelli Ibrahim e Marwan, che all’epoca stavano riempiendo sacchi di paglia.

Il loro cugino, Ibrahim, ha detto: “Stavamo ridendo e divertendoci quando hanno improvvisamente iniziato a bombardarci. Tutto intorno a noi era in fiamme”.

Nella città centrale di Lod, un uomo e una ragazza sono stati uccisi mercoledì da un razzo da Gaza. Israele ha detto che uno dei morti era Nadine Awad, 16 anni, un’arabo israeliana.

Lo ha detto suo cugino Ahmed Ismail a un canale pubblico Potresti Era vicino a Nadine quando è stata uccisa con suo padre, Khalil Awad, 52 anni.

Ismail ha detto: “Ero a casa e abbiamo sentito il rumore del missile”. “È successo in fretta. Anche se volessimo correre da qualche parte, non abbiamo una stanza sicura”.

Una donna israeliana è stata uccisa quando i razzi sono atterrati nella città di Rishon LeZion, vicino a Tel Aviv. Ad Ashkelon, vicino a Gaza, che Hamas ha minacciato di trasformare in “inferno”, i razzi lanciati dai militanti hanno ucciso martedì due donne.

La crisi è scoppiata venerdì scorso quando settimane di tensione si sono intensificate e la polizia antisommossa israeliana si è scontrata con folle di palestinesi nella moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme.

Da allora, secondo la Mezzaluna Rossa palestinese, sono scoppiati disordini notturni a Gerusalemme est, provocando il ferimento di oltre 900 palestinesi.

La causa dei disordini è stata la rabbia per le incombenti evacuazioni di famiglie palestinesi dal quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme.

READ  Dall'Australia alla Cina dopo aver annullato l'accordo Belt and Road
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Hainan Haikou non vede l’ora di lanciare un volo cargo per Milano, Italia – affari ed economia
Next Post Iwan vince Jiro nella quinta tappa, Wanda crolla