Una donna sieropositiva è stata infettata da MERS per 216 giorni. Il virus è mutato almeno 30 volte al suo interno.

Una donna estranea a questa storia riceve un vaccino contro il coronavirus a Johannesburg, in Sudafrica. Matthew Martin Brink / Xinhua via Getty

  • Un nuovo studio ha rivelato che una donna infetta da HIV portava il nuovo virus Corona per sette mesi.

  • Gli scienziati hanno scoperto 32 mutazioni nel virus, incluse alcune osservate in varianti preoccupanti.

  • Si suggerisce che l’HIV potrebbe contribuire allo sviluppo variabile, ma forse in casi eccezionali.

  • Vedi altre storie sulla pagina di Business Insider.

Un nuovo studio ha scoperto che una donna di 36 anni con HIV avanzato ha portato il nuovo coronavirus per 216 giorni, durante i quali il virus ha accumulato più di 30 mutazioni.

Il case report, che non è stato sottoposto a revisione paritaria, è stato pubblicato come Versione preliminare su medRxiv Giovedi.

La donna, il cui nome non è stato rilasciato, è stata identificata come 36 anni e vive in Sudafrica.

I coronavirus hanno combinato 13 mutazioni in una proteina spinosa nota per aiutare il virus a sfuggire alla risposta immunitaria e altre 19 mutazioni che possono alterare il comportamento del virus.

Il Los Angeles Times ha riferito che non era chiaro se le mutazioni che aveva portato fossero state trasmesse ad altri.

Alcune di queste mutazioni sono state osservate in varianti preoccupanti, come:

  • E484K mutazione, che fa parte di variabile alfa (B.1.1.7, visto per la prima volta nel Regno Unito).

  • La mutazione N510Y, che fa parte di variabile beta (B 1.351, che è stato visto per la prima volta in Sud Africa).

Se vengono trovati più casi simili, aumenta la possibilità che l’infezione da HIV possa essere una fonte di nuove varianti semplicemente perché i pazienti possono portare il virus più a lungo, ha detto Tulio de Oliveira, genetista dell’Università di KwaZulu-Natal a Durban e autore dello studio. . L’autore ha detto Los Angeles Times.

Ma questa è probabilmente l’eccezione piuttosto che la regola per le persone che vivono con l’HIV, perché l’infezione prolungata richiede una grave immunodeficienza, ha detto a Insider il dottor Juan Ambrosini, professore associato di malattie infettive all’Università di Barcellona. In effetti, la donna nel caso di studio era immunodepressa.

Ambrosini ha affermato che i risultati sono importanti per il controllo del COVID-19 perché questi pazienti possono essere una fonte continua di trasmissione e progressione del virus.

I pazienti immunodepressi possono portare il virus corona più a lungo di altri

De Oliveira ha dichiarato al Los Angeles Times che la vicenda sarebbe potuta facilmente passare inosservata.

De Oliveira ha detto che questo è perché dopo che la donna è stata curata in ospedale per i suoi sintomi iniziali, ha avuto solo lievi sintomi di COVID-19, anche se era ancora portatrice del coronavirus.

Gli scienziati hanno scoperto questo caso solo perché è stato registrato in uno studio su 300 persone con HIV per esaminare la loro risposta immunitaria al COVID-19.

I ricercatori hanno anche scoperto che altre quattro persone sieropositive avevano portato il coronavirus per più di un mese, hanno detto al Los Angeles Times.

In precedenza, era stato pubblicato un altro caso di una persona sieropositiva portatrice del coronavirus per un lungo periodo di tempo.

Ambrosini ha detto a Insider che alcuni pazienti con immunosoppressione per altri motivi sono stati visti portare il coronavirus per lunghi periodi di tempo. Ad esempio, ha affermato, sono stati segnalati casi di persone che hanno avuto trapianti di rene che sono risultati positivi per circa un anno.

Il risultato potrebbe essere di particolare significato per l’Africa, che ha circa 26 milioni di persone convivono con l’HIV Nel 2020. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito venerdì che a Forte aumento dei casi di coronavirus Potrebbe trasformarsi in una terza ondata di COVID-19 in tutto il continente.

Leggi l’articolo originale su interessato al commercio

READ  La prima eclissi solare del 2021 mostrerà un "anello di fuoco" nel cielo
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gli ufficiali di pallavolo italiani visitano il Gambia
Next Post “The Lehman Trilogy” segna un ritorno a Broadway