Un uomo armato uccide 13 persone, tra cui 7 bambini, in una scuola a Izhevsk, in Russia, e si spara

Almeno 13 persone, tra cui sette bambini, sono state uccise e altre 21 ferite dopo che un uomo armato ha aperto il fuoco contro una scuola nella Russia centrale lunedì mattina, ha detto la polizia locale.

Il governatore della regione dell’Udmurtia, Alexander Prishalov, ha dichiarato in una dichiarazione video che l’assassino ancora non identificato è entrato in una scuola a Izhevsk, la capitale della regione, e ha ucciso una guardia e alcuni bambini. “Ci sono vittime tra i bambini e ci sono anche feriti”, ha detto Prishalov.

La scuola ha insegnato ai bambini tra la prima e l’undicesima elementare.

Secondo il governatore e la polizia locale, l’uomo armato si è sparato. Il funzionario ha detto che la scuola era stata evacuata e l’area circostante era stata recintata.

Nessun dettaglio è stato rilasciato sull’uomo armato o sulle sue motivazioni.

Izhevsk, con una popolazione di 640.000 abitanti, si trova a ovest dei Monti Urali nella Russia centrale, a circa 960 chilometri (596 miglia) a est di Mosca.

Alcuni media locali hanno riferito che l’aggressore era un soldato mobilitato e non voleva andare in Ucraina.

Secondo gli inquirenti, l’aggressore “indossava una maglietta nera con simboli nazisti e una maschera” e non portava alcun documento di identità.

Leggi il ultime notizie E il Ultime notizie quaggiù

READ  Biden afferma che Putin ha calcolato male la capacità della Russia di occupare l'Ucraina. Zelensky chiede "scudo aereo"
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Gli elettori italiani si sono girati bruscamente, premiando il partito di estrema destra Meloni
Next Post Per una pasta giapponese elastica, prendi in prestito una tecnica italiana | Gli sport