Un ministro saudita conclude la partecipazione del Regno alle riunioni dei ministri del Lavoro e dell’Occupazione del G20 in Italiaإيطالي

La sua partecipazione si inserisce nel quadro del sostegno del Regno all’Italia, che detiene la presidenza di turno del Gruppo dei Venti, come membro della Troika per l’anno in corso. La troika è rappresentata dal Paese che detiene la presidenza, dal suo predecessore (Arabia Saudita) e dal suo successore (Indonesia) e lavora per garantire la continuità all’interno del G20.

Il programma prevedeva un incontro congiunto con i ministri dell’istruzione degli Stati membri per discutere questioni relative al sostegno agli sforzi per facilitare la transizione dei giovani laureati al mercato del lavoro, dove hanno raggiunto un accordo dopo aver tenuto una sessione indipendente e aver rilasciato una dichiarazione congiunta.

Al-Rajhi ha pronunciato un discorso in cui ha affermato: Il Regno dell’Arabia Saudita elogia la presidenza italiana per aver adottato priorità che promuovono l’occupazione femminile, la parità di genere nel mercato del lavoro, i modelli di lavoro nell’era della digitalizzazione e i sistemi di protezione sociale che garantiscono gli sforzi dalla presidenza precedente continuano. Queste aree sono di grande importanza per le politiche pubbliche sia per i paesi del G20 che per il mondo”.

Ha chiesto di continuare a lavorare sulla Roadmap 2025 per i giovani del G20 approvata dai ministri durante la presidenza del Regno lo scorso anno e ha affermato che alcune questioni importanti, come quelle relative alle donne e alla parità di genere nel mercato del lavoro, offrono l’opportunità di raggiungere questo obiettivo. Significativi progressi compiuti nei precedenti impegni ministeriali.

Ha affermato che l’Arabia Saudita ha mostrato enormi progressi nel raggiungimento dell’obiettivo del divario di partecipazione di genere concordato al vertice di Brisbane.

READ  Non incolpare Raiola per Donnarumma che lascia il Milan per il PSG: il super agente ha ottenuto la stella dell'Italia proprio come voleva

“Sulla base dei dati dal 2014 al 2020, per i cittadini sauditi nel mercato del lavoro, abbiamo superato l’obiettivo di Brisbane riducendo il divario del 27 percento, poiché il Programma nazionale di trasformazione nel 2016 ha fissato l’obiettivo di aumentare la partecipazione delle donne al 30 percento entro il 2030, e questo è stato L’obiettivo è con un livello di raggiungimento del 33,2 per cento entro il 2020, a conferma che il Regno ha fatto progressi superando obiettivi molto ambiziosi e difficili.

Al-Rajhi Siyad ha sottolineato che l’attuale mercato del lavoro è fortemente influenzato dalle tendenze globali, in particolare durante la pandemia del virus Corona, e ha assistito a una significativa accelerazione nell’uso delle moderne tecnologie, compresa l’intelligenza artificiale, anche nei modelli di business più tradizionali.

E ha chiesto la necessità di una corretta classificazione dei lavoratori per garantire i loro diritti in materia di salari, salute e sicurezza sul lavoro e orario di lavoro, oltre al loro accesso a un’adeguata protezione sociale.

Al-Rajhi ha guidato la delegazione del ministero alle riunioni ministeriali del G20, iniziate lunedì a Catania, e comprendeva il dott. Ahmed Al-Zahrani, sottosegretario al Ministero del Lavoro e capo del gruppo per l’occupazione da parte saudita nel tripartito Comitato. Oltre al Sottosegretario agli Affari Internazionali, dott. Adnan Naeem.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Scarlett Johansson collabora con Disney in Tower of Terror
Next Post Annullata la regola di Coles in trasferta per le partite UEFA per club della stagione 2021-22 Notizie dal calcio