Un gene che causa il lupus recentemente identificato fornisce un potenziale bersaglio per trattamenti migliori

Gabriella soffriva di artrite agonizzante e affaticamento che le accendevano il sistema immunitario in tenera età. Alla giovane paziente spagnola è stato diagnosticato un grave caso di lupus quando aveva solo sette anni, con pressione sanguigna leggermente elevata e una valvola cardiaca che perde.

Ora il genoma di Gabriella potrebbe aver rivelato importanti indizi su questa malattia mortale e incurabile che colpisce quasi 5 milioni di persone in tutto il mondo.

I sintomi variano notevolmente tra – e anche all’interno – dei pazienti, poiché il sistema immunitario può iniziare ad attaccare qualsiasi parte del corpo. Questo fa il lupus Una sfida da diagnosticare.

sintomi può includere diversi gradi di eruzione cutanea, febbreaffaticamento, dolori articolari, anemia e problemi ai reni e ad altri organi.

“È stata una sfida enorme trovare trattamenti efficaci per il lupus; i trattamenti attuali sono principalmente immunosoppressori, che agiscono deprimendo il sistema immunitario per alleviare i sintomi”, Dice L’immunologa Carola Venussa, Australian National University.

La soppressione del sistema immunitario offre ogni tipo di possibilità effetti collaterali debilitanti.

“Gabriella è stata presentata come un caso interessante a causa della sua diagnosi precoce di lupus, il che significa che c’è probabilmente un maggiore contributo genetico al suo sviluppo del lupus”, ha detto l’immunologo Grant Brown dell’Australian National University (ANU). Raccontare nuovo mondo.

Brown e colleghi hanno identificato il gene in questione, TLR7, nel cromosoma X di Gabriella, il che potrebbe spiegare perché la malattia colpisce le donne nove volte più spesso degli uomini.

“Ciò significa che le femmine con un gene TLR7 iperattivo possono avere due copie funzionanti, il che potrebbe raddoppiare il danno”, spiegare Vinuesa, mentre gli uomini possono avere solo una copia di questo gene su un cromosoma X.

READ  È morto Stephen Weinberg, fisico premio Nobel

Quando i geni vanno male, spesso significa che loro o la cosa che simboleggiano hanno funzionato male e non possono più raggiungere il loro obiettivo. Tuttavia, per un po’ di fortuna, una mutazione genetica può far sì che un gene o il suo prodotto inizi a fare qualcosa di molto buono o qualcosa di completamente nuovo. conosciuto come Boom del guadagno di lavoroquesto può davvero dare una svolta ai nostri circuiti biologici finemente sintonizzati.

Il gene TLR7 codifica per una proteina che dovrebbe essere alla ricerca dell’RNA virale e lo rileva legandosi a guanosina (in una specifica composizione o concentrazione) e quindi chiamare i cavalieri delle cellule immunitarie per affrontare l’invasore.

Ma la versione mutante di TLR7 di Gabriella ha acquisito la capacità di essere ipersensibile alla guanosina, quindi si lega a tracce molto più piccole della molecola legante l’RNA o della molecola in configurazioni diverse dal solito.

Ciò ha portato, attraverso il circuito di segnalazione cellulare, all’accumulo di cellule B nel sistema immunitario; Queste cellule traditrici hanno quindi attaccato i tessuti di Gabriella.

Per confermare che la mutazione del gene TLR7 è effettivamente la causa del lupus, il team ha modificato geneticamente il gene nei topi, che hanno sviluppato sintomi simili al lupus. Gabriella, ora adolescente, ha chiamato il suo nuovo modello di topo “Kika”.

Ulteriori test sui topi kika hanno permesso al team di comprendere il circuito di richiamo delle cellule immunitarie difettoso.

“Questi risultati indicano che la segnalazione TLR7 ipersensibile consente alle cellule B di sopravvivere che si legano all’autoantigene attraverso il recettore delle cellule B di superficie”, Brown e il suo team scritto nel loro giornale.

READ  Allevia il disturbo affettivo stagionale con una routine di esercizi

Precedenti studi sui topi hanno dimostrato che la duplicazione di TLR7 aumenta l’autoimmunità e la sua eliminazione inibisce o ripara i geni nei topi con lupus. Tuttavia, le mutazioni in questo gene sono state rilevate solo in altri due pazienti con lupus fino ad oggi, suggerendo che diverse parti del circuito di segnalazione delle cellule B che avviano il TLR7 possono causare problemi ad altre persone con lupus.

“Anche se può essere che solo un piccolo numero di persone con lupus abbia varianti nello stesso TLR7, sappiamo che molti pazienti hanno segni di iperattività nel percorso TLR7”, spiegare Nan Xin, co-direttore del China Australia Center for Personal Immunity. “Confermando la relazione causale tra la mutazione genetica e la malattia, possiamo iniziare a cercare trattamenti più efficaci”.

I ricercatori stanno lavorando con le aziende farmaceutiche per esplorare i trattamenti che prendono di mira il gene difettoso e la proteina per cui codifica.

“Ci sono altre malattie autoimmuni sistemiche, come l’artrite reumatoide e la dermatomiosite, che rientrano nella stessa grande famiglia del lupus”, Dice Venezia. “TLR7 può anche svolgere un ruolo in queste condizioni.”

“Spero che questa scoperta dia speranza alle persone con lupus e le faccia sentire che non sono le sole a combattere questa battaglia”, Dice Gabriella. “Si spera che la ricerca continui e si concluda con un trattamento specifico che possa avvantaggiare i molti guerrieri lupus che soffrono di questa malattia”.

Questa ricerca è stata pubblicata in temperare la natura.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Virginia DeLucia Carpentiere 1928-2022 | Notizie, sport, lavoro
Next Post Infastidito Danny Bonados per non aver guadagnato più di $ 400 per episodio di The Partridge Family