Tre donne su quattro spiedini uccise nella struttura FedEx; Il tiratore ha acquistato altri due fucili nonostante ne sintonizzasse uno

Amarjeet Johal ha cercato di prendersi cura dei suoi tre nipoti durante le ore diurne quando i loro genitori lavoravano all’aperto. Amarjeet Sakhoon, madre di due figli, è stata l’unica fonte di sostentamento per la famiglia dopo che suo marito è stato disabile. Jasvinder Kaur ha inviato denaro a suo figlio che vive in India.
Le tre donne – tra le quattro sikh uccise da un alto uomo armato in una struttura FedEx a Indianapolis giovedì notte, stavano affrontando una comunità industriosa e piena di risorse che è stata vittima di discriminazione razziale e crimini d’odio per più di un secolo. – Dal momento in cui sono migrati Stati Uniti d’America A cavallo del ventesimo secolo agli attacchi dell’11 settembre 2001 e oltre.
Dicono gli attivisti della comunità FBI I dati sui crimini ispirati dall’odio mostrano che i sikh sono tra i gruppi religiosi presi di mira più comuni in America, dopo ebrei e musulmani. Citano uno studio del 2013 condotto dallo Stanford Innovation Lab e dall’American Sikh Legal Defense and Education Fund, che ha rilevato che il 70% degli americani ha identificato erroneamente un sikh quando ha mostrato un uomo sikh in una fotografia, e molti credevano di essere musulmani.
Non è chiaro se Brendon Hall, l’adolescente bianco che ha ucciso otto persone, abbia preso di mira specificamente i sikh. Aveva lavorato nella struttura che era ampiamente nota per impiegare un gran numero di sikh.
Ma una cosa è chiara: è stato facile raggiungerla Pistole – È tutto molto facile.
Le sue vittime potrebbero aver eluso Covid ma non sono state in grado di sfuggire alla dilagante violenza delle armi in America facilitata dalla proliferazione di armi e dalla scarsa sorveglianza del loro acquisto.
Le autorità ora dicono che Hole era in possesso di due fucili d’assalto che erano stati acquistati legalmente al momento dell’attacco, sebbene le bandiere rosse siano state sollevate in precedenza dopo che sua madre lo aveva denunciato alla polizia e un’arma era stata confiscata da casa sua.
Sebbene quest’arma non gli sia stata restituita in attesa della valutazione psicologica ai sensi della legge dell’Indiana, è stato comunque in grado di acquistare altre due armi, una scappatoia che i funzionari locali ora affermano di chiudere.
Troppo poco, troppo tardi per le vittime e le loro famiglie.
Tuttavia, il recente massacro ha portato a richieste di rafforzamento delle leggi sul controllo degli armamenti, nonché azioni di attuazione da parte del presidente Biden e due. una casa Fatture che estendono il periodo di revisione per i controlli dei precedenti e le rendono obbligatorie per tutte le vendite e i trasferimenti di armi.
March for Our Lives, un gruppo formato nel 2018 dopo una sparatoria che ha ucciso 17 studenti e personale di una scuola superiore in Florida, prevede di portare studenti a Washington questa settimana per fare pressione sui legislatori per leggi più severe. Moms Demand Action, un altro gruppo di controllo delle armi, che ha recentemente completato un viaggio di 16.000 miglia attraverso il paese per sostenere la legislazione che espande i controlli sui precedenti per gli acquisti di armi da fuoco, sta lavorando per aumentare il campo di gioco. Sempre più legislatori stanno redigendo una legislazione sul controllo delle armi.
Ma nessuno trattiene il fiato – di certo non gli otto morti, vittime tanto quanto vittime di un attacco ininterrotto, etnico o meno.
READ  La polizia pakistana e i Rangers prendono ostaggi durante le proteste contro la Francia
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post L’investitore di Atlantia Italia esorta a non interferire con la vendita di Autostrade
Next Post Scopri il marchio automobilistico n. 1 in Corea e cresci con esso