Trattamento speciale integrativo per il turismo e la ristorazione: chi riceverà il bonus in busta paga nel 2024 – Informazione Fiscale

Trattamento speciale integrativo per il turismo e la ristorazione: chi riceverà il bonus in busta paga nel 2024 – Informazione Fiscale

La Circolare n. 5/E dell’Agenzia delle Entrate del 7 marzo 2024 ha introdotto un trattamento integrativo speciale per i lavoratori del turismo e della ristorazione. L’importo del bonus corrisponderà al 15% della retribuzione lorda per lavoro notturno e straordinario ed è destinato ai percettori di reddito fino a 40.000 euro nel 2023, previa attestazione.

I beneficiari del bonus includono bar, pasticcerie e ristoranti, con un ampliamento della platea rispetto all’anno precedente. L’obiettivo dell’agevolazione è garantire stabilità e sostegno ai lavoratori dipendenti del settore turistico, ricettivo e termale.

È responsabilità del sostituto d’imposta erogare il trattamento entro il termine previsto per il conguaglio di fine anno. Il bonus sarà calcolato sulle prestazioni di lavoro dipendente tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2024 per lavoro notturno e straordinario.

Tuttavia, è necessario attestare per iscritto l’importo del reddito di lavoro dipendente conseguito nell’anno 2023 per ricevere l’importo aggiuntivo in busta paga. Questa misura mira a sostenere i lavoratori del settore turistico e della ristorazione, offrendo loro un aiuto economico supplementare in un periodo di incertezza economica.

In questo modo, l’Agenzia delle Entrate cerca di supportare un comparto cruciale per l’economia italiana, garantendo ai lavoratori un sostegno aggiuntivo durante un momento difficile.

READ  Le magnifiche 10 di Piazza Affari che hanno trainato il Ftse Mib al record di 34mila punti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *