Terza dose di vaccino COVID-19 potenziato “potenzialmente” richiesta: CEO di Pfizer

Albert Burla, CEO di Pfizer, ha affermato che dopo aver ricevuto una dose di richiamo mirata alle varianti, potrebbe essere necessaria una vaccinazione COVID-19 annuale.

L’amministratore delegato della Pfizer ha dichiarato nei commenti rilasciati giovedì che la necessità di una terza dose di vaccino Pfizer tra sei e 12 mesi dopo che una persona è stata completamente vaccinata sarebbe “probabile”.

“Lo scenario probabile è che ci sarà probabilmente bisogno di una terza dose, da qualche parte tra sei e 12 mesi, e dopo di che, ci sarà una rivaccinazione annuale”, ha detto alla CNBC Albert Burla, CEO di Pfizer.CVS Health Live. “

Burla ha detto che sarà necessaria una terza dose per combattere le varianti del Coronavirus.

Burla ha spiegato che “è molto importante sopprimere il gruppo di persone che potrebbero essere suscettibili all’infezione con il virus”. “Il fatto che ci siano persone protette, questo è ciò che crea le nuove varianti”.

Burla ha aggiunto che alcune malattie, come la poliomielite, richiedono solo una dose di vaccino mentre l’influenza richiede un’iniezione ogni anno.

“Il virus COVID è più simile al virus dell’influenza che al virus della polio. La durata dell’immunità è sconosciuta fino a ieri”, ha detto Burla in un’intervista registrata il 1 aprile.

Burla si riferiva ai dati rilasciati all’inizio di questo mese che indicavano Pfizer e BioNTech Il vaccino COVID-19 è efficace al 91% Per almeno sei mesi dopo aver preso una seconda dose.

Pfizer all’epoca disse che i dati confermavano che il vaccino mRNA era efficace al 95,3% contro il COVID-19 grave come definito dalla FDA e al 100% efficace contro quella che i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie definiscono una malattia grave.

READ  I bundle PS5 e Xbox Series X sono disponibili su GameStop [UPDATE: Sold Out]

La società ha detto che 12.000 partecipanti hanno seguito dopo la loro seconda dose per assicurarsi che il vaccino fosse efficace per un massimo di sei mesi.

Lo studio ha anche scoperto che il vaccino era efficace al 100% contro una variante scoperta per la prima volta in Sud Africa. Tuttavia, quello studio nella variante B1.351 aveva solo 800 partecipanti.

Pfizer e BioNTech avevano precedentemente annunciato a febbraio che avrebbero iniziato a studiare una terza dose del vaccino COVID-19 nel tentativo di proteggere le persone dalle varianti emergenti.

Altri studi hanno dimostrato che i vaccini funzionano. Uno studio del Center for Disease Control (CDC) alla fine di marzo ha affermato che sia i colpi di Pfizer che quelli di Moderna erano molto efficaci al 90% dopo due dosi.

Irene McHugh ha contribuito a questo rapporto.

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Principi William, Harry non camminerà fianco a fianco al funerale di Philip
Next Post Queste sono le 10 moto italiane più famose di tutti i tempi