Storia del Partito Comunista Cinese e dei suoi leader – e il nuovo e ambizioso lungo cammino del presidente Xi per la Cina

Secondo la credenza tradizionale cinese, questo è il “mandato del cielo” (TianmingDà all’individuo il diritto di governare. Mentre il sovrano capace può governare con un mandato rinnovato, può essere abolito in caso di tiranno. È interessante notare che la dinastia non è mai stata il criterio per determinare la linea di successione.

Da quel momento, i semi della civiltà cinese germogliarono nelle pianure alluvionali del Fiume Giallo (Huang Hee(Quasi cinquemila anni fa, centinaia di sovrani presero il leggendario titolo di “Imperatore Giallo”)Huang Di). Il primo sovrano a rivendicare lo “Stato del Paradiso” fu il re Wen di Zhou (1050 aC), e fu Shi Huangdi della dinastia Qin (221-206 aC) che per primo unificò la Cina.

le notizie | Clicca per ottenere la migliore spiegazione della giornata nella tua casella di posta

I nuovi “Imperatori Gialli” della Cina

Nella storia della Cina contemporanea, pochi hanno più potere di Mao Zedong, Deng Xiaoping e Xi Jinping; Gli “Imperatori Gialli” della “Dinastia Rossa”, il Partito Comunista Cinese. Delle 13 dinastie che governarono la Cina, solo otto durarono per più di 100 anni. Pertanto, il Partito Comunista Cinese è giustificato nel celebrare il suo centenario con una grande celebrazione.

Il Partito Comunista Cinese è stato fondato il 1° luglio 1921 a Shanghai dagli intellettuali Chen Duxiu, comunemente chiamato “il Lenin cinese”, e Li Dachao. Il partito fa risalire le sue origini al Movimento del 4 maggio. Un movimento politico antifeudale nato dalle proteste studentesche.

L’Armata Rossa sorse il 1 agosto 1927, in seguito alla rivolta del raccolto autunnale a Nanchang, quando i lavoratori e i contadini guidati da Mao Zedong e Zhou Enlai si ribellarono contro le forze nazionaliste (KMT-KMT). Mao fu nominato comandante in capo dell’Armata Rossa.

Nel dicembre 1929, durante il nono incontro della Quarta Armata Rossa a Gutian, Mao spiegò che il ruolo dell’esercito è quello di “servire principalmente obiettivi politici”. Fu così stabilito il controllo assoluto del partito sull’esercito.

Mao divenne presidente del Partito Comunista Cinese nel 1945. Dopo che il KMT fu sconfitto nella guerra civile (1945-49), proclamò l’istituzione della Repubblica Popolare Cinese il 1 ottobre 1949. Mao emerse come il principale leader della La Cina e la sua ideologia, il “pensiero di Mao Zedong” sono state racchiuse nel famoso Libro rosso e sancite nella costituzione del partito. Mao credeva nella lotta di classe ed era convinto che la Cina dovesse trasformarsi mobilitando le masse.

Mao consolidò la produzione agricola creando comuni. Il presupposto ideologico che la Cina potesse emergere come un paese industriale sulla base della pura determinazione della sua gente le fece compiere il Grande Balzo in avanti (1958-1961), che ebbe risultati disastrosi, poiché più di 30 milioni di persone morirono in una terribile carestia .

READ  Un aereo con a bordo il vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha dovuto fare retromarcia dopo un problema tecnico مشكلمشكة

Nel 1962, Mao lanciò il Movimento di Educazione Sociale per infondere un nuovo spirito rivoluzionario nell’apparato del partito e nel governo. La Rivoluzione Culturale seguì nel 1966 per eliminare la corruzione, l’elitarismo e la burocrazia. Caratterizzata da una repressione diffusa e da un’estrema violenza, la “rivoluzione” si concluse con la morte di Mao il 9 settembre 1976.

Mao è stata la figura più influente e controversa che ha lasciato un’eredità mista. È stato elogiato per aver ripristinato la sovranità nazionale dopo la riuscita rivoluzione comunista, aver avviato importanti riforme industriali e aver migliorato la condizione delle donne. Tuttavia, l’era di Mao è stata segnata da un forte dogma ideologico che ha portato grande miseria al popolo cinese.

Dopo la morte di Mao, Deng è subentrato come leader di “seconda generazione” nel 1978 dopo una breve lotta di potere. Iniziò il processo di “riforme e apertura” (gaige gaifang), un chiaro allontanamento dall’ideologia di Mao. Il nucleo delle riforme di Deng era il programma “Four Moderns”, che comprende agricoltura, industria, scienza e tecnologia e difesa. Deng ha adottato la “politica della porta aperta” insieme alle riforme capitaliste, che hanno attratto enormi investimenti stranieri nel settore manifatturiero, hanno trasformato la Cina nella fabbrica del mondo e hanno portato ad anni di tassi di crescita economica estremamente elevati.

Mentre Deng è emerso come l’architetto della Cina moderna, è stato pesantemente criticato per la repressione militare delle proteste di Tiananmen nel 1989. Ha svolto un ruolo importante nel ritorno di Hong Kong e Macao al controllo cinese. La “teoria di Deng Xiaoping” dell'”economia di mercato socialista” è sancita nella costituzione del Partito comunista cinese. Deng ha limitato il mandato presidenziale a due mandati per garantire una transizione graduale da una generazione all’altra. Morì il 19 febbraio 1997, segnando la fine della leadership di “seconda generazione”.

Dopo la morte di Deng, Jiang Zemin assunse il ruolo di leader della “terza generazione”, continuando in gran parte le politiche proclamate da Deng. Adottò l’approccio della “leadership collettiva” e fu l’artefice del pensiero della “tripla rappresentazione” (San J. Debiao). Delinea il ruolo del Partito Comunista Cinese: rappresenta le forze produttive avanzate della Cina, la direzione della cultura della nazione e gli interessi fondamentali della maggioranza del popolo cinese. Questi sono stati incorporati nella costituzione cinese nel 2002.

Durante il periodo Jiang, la Cina ha registrato una crescita economica significativa grazie alle continue riforme economiche. Jiang ha passato il testimone a Hu Jintao nel 2002. All’età di 94 anni, Jiang Zemin è il più vecchio leader comunista della Paramount sopravvissuto.

Hu, che rappresentava la “quarta generazione” della leadership del PCC, ha continuato a seguire le politiche del suo predecessore. Ha proclamato due concetti ideologici principali: “la visione scientifica dello sviluppo e una società sociale armoniosa”.

READ  L'ex presidente del gigante cinese delle armi Norinco è stato arrestato con l'accusa di corruzione | notizie dal mondo

Dopo aver completato due mandati, Hu Jintao ha consegnato le redini al suo successore, Xi Jinping nel 2012. Xi, il cavallo oscuro, era il candidato consensuale per Li Keqiang, l’attuale primo ministro, per assumere la guida della “quinta generazione”. .

Xi detiene le etichette “Princeling” e “Second Generation Red”, essendo il figlio di Xi Zhongxun, un rivoluzionario. Entrato a far parte del Partito Comunista nel 1974 all’età di 21 anni, ha gradualmente scalato la gerarchia del partito ed è emerso sulla scena politica come governatore anti-innesto nel Fujian nel 1999.

Dato il suo comportamento moderato, Xi avrebbe dovuto rispettare la regola costituzionale. Tuttavia, ha giocato la sua mano in modo diverso, emergendo come il leader più potente dopo Mao.

Xi ha iniziato a rafforzare sistematicamente la sua posizione rafforzando la sua presa sulle leve gemelle, il PCC e il PLA. Inoltre, ha lanciato una campagna sfrenata per ripulire il sistema, che ha portato alla punizione di oltre un milione di funzionari, inclusi ministri, alti funzionari del governo e militari. La campagna anti-corruzione si è dimostrata utile anche per eliminare gli oppositori politici di Xi come Bo Xilai.

Dal 2013, Xi ha avviato riforme militari pionieristiche per rendere l’Esercito Popolare di Liberazione una moderna forza di combattimento alla pari degli eserciti occidentali nei prossimi due decenni. La logica alla base delle drastiche riforme era duplice: preparare l’esercito per il ruolo globale in espansione della Cina e stabilire uno stretto controllo del Partito sull’esercito coerente con il detto di Mao: “Il Partito controlla la pistola”.

Riorganizzando la Commissione Militare Centrale (CMC), Xi si è nominato comandante in capo delle forze armate. Al diciannovesimo congresso del partito nel 2017, ha consolidato la sua presa di ferro sul partito e un anno dopo ha ignorato il limite di due mandati presidenziali, per essere un incombente a vita.

“Idee di Xi Jinping del socialismo di nuova era con caratteristiche cinesi” è sancito nella Costituzione del Partito Comunista. Xi crede fermamente che il ritorno al maoismo originario sia l’unico modo per salvare il futuro della Cina.

📣 Iscriviti ora 📣: Spiegazione del canale Express Telegram

Il nuovo lungo cammino di Xi verso il potere e la prosperità

Xi ha rivelato il “sogno cinese” (Chong Meng), che immagina una Cina “forte e prospera” come un “grande paese socialista moderno” entro la metà di questo secolo. Ha segnalato l’ingresso della Cina in una “nuova era”, con Pechino che gioca un ruolo maggiore negli affari globali, abbandonando la politica di “nascondino e onore” di Deng.

Per realizzare il sogno della Cina, Xi ha scelto la strada geo-economica. La Belt and Road Initiative (BRI) prevede un investimento di trilioni di dollari e cerca di espandere l’influenza della Cina nel mondo attraverso mega progetti, utilizzando la diplomazia del libretto degli assegni. Il modello di Xi è caratterizzato da “struttura politica autoritaria” e “capitalismo guidato dallo stato”.

READ  Gli astronauti di Shenzhou-13 fanno la loro seconda passeggiata spaziale

Mentre il mondo stava combattendo Corona virus pandemia Originario di Wuhan, in Cina, Xi, attraverso l’uso della strategia Wei Jie (Crisi e opportunità), è stato in grado di controllare la diffusione del virus e rivendicare la vittoria. In linea con la sua potente immagine, Xi ha ottenuto rapidi guadagni territoriali nei territori contesi, tra cui nella Cina meridionale e orientale e nel Ladakh orientale in India. Internamente, Xi ha stretto il cappio intorno a Hong Kong e nello Xinjiang, dove gli uiguri affrontano una dura repressione.

durante “due sessioni” (Lianghui) Tenutosi nel marzo di quest’anno, la Conferenza consultiva del popolo cinese (CPPC) ha approvato il 14° piano quinquennale (2021-25), che definisce la visione di Xi per il 2035. I temi principali includono la priorità della crescita di qualità, il raggiungimento della “prosperità comune”, l’innalzamento del ruolo della Cina Leadership nella governance globale, gestione della grande competizione di potere con gli Stati Uniti.

È prevista una riforma globale dell’economia cinese in quanto adotta un sistema di “doppia circolazione” per stimolare i consumi interni e creare nuova domanda e ridurre la dipendenza dai mercati di esportazione in contrazione.

Oggi, la Cina è la seconda economia più grande del mondo con un PIL di $ 14 trilioni, ha le maggiori riserve di valuta estera, il più grande paese commerciale in termini di merci e il secondo più grande militare – tutti risultati notevoli del PCC . La Cina non ha mai conosciuto una tale prosperità nella sua storia. Anche sulla scia della pandemia di Covid, l’economia cinese ha registrato una crescita del 18,3 per cento nel primo trimestre del 2021.

Il punteggio di Xi Jinping negli ultimi nove anni è un valido motivo per cercare il rinnovo del mandato – un “terzo mandato” – al 20° Congresso del Partito del prossimo anno. Tuttavia, Xi cavalca il drago colossale all’esterno ma è fragile all’interno. Capisce che se le sue politiche deviano, potrebbe significare una crisi esistenziale per lui e per il PCC.

Shi scommette su un’avventura rischiosa per salire al rango di Mao e Deng, anche se non appartiene alla tribù come Prinsling. Se riesce a guidare la Cina nella “Nuova Era”, allora secondo il classico cinese dell’XI secolo Lo specchio generale dell’assistenza governativa (Ku Zhi Tang Qian), Xi si qualificherebbe per essere chiamato “Imperatore”.

(L’autore è un veterano, ex assistente del capo di stato maggiore della difesa integrata e ha prestato servizio come addetto alla difesa in Cina. Attualmente è professore di studi strategici e relazioni internazionali.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il cantante degli Skit Row Johnny Solinger è morto all’età di 55 anni
Next Post 700 milioni di dati di utenti LinkedIn in vendita nel dark web