Squadra NIA in Canada per indagare sui gruppi pro-Khalestan e sul loro finanziamento: The Tribune India

Mukesh Ranjan

Tribune News Service

Nuova Delhi, 6 novembre

Un team di tre membri della National Investigation Agency (NIA) è arrivato in Canada venerdì per discutere le modalità di finanziamento dei gruppi pro-Khalestan che cercano di fomentare disordini in India.

Durante la sua visita di quattro giorni, la squadra, guidata da un ufficiale con il grado di Ispettore Generale, discuterà con le autorità canadesi i risultati delle sue indagini contro questi gruppi, tra cui Sikhs for Justice (SFJ), Babbar Khalsa International (BKI), Khalistan. Zindabad Force (KZF) e Khalistan Tiger Force (KTF).

Le fonti hanno affermato che il team probabilmente spingerà per l’attuazione del trattato MLA per uno scambio più rapido di informazioni sulle attività anti-India. Oltre al Canada, l’agenzia investigativa ha imparato a essere dotata di dettagli sui metodi di finanziamento da Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Francia e Germania.

All’inizio di quest’anno, quando gli agricoltori che protestavano contro le leggi sull’agricoltura centralizzata hanno marciato a Delhi per la Festa della Repubblica, l’SFJ è stato appreso ad annunciare una ricompensa di $ 2,5 mila (circa Rs 1,85 crore) per chiunque sventoli la bandiera Khalestani sul Forte Rosso. Gurpatwant Singh Pannu di SFJ, in un presunto video, ha tentato di collegare le proteste alle rivolte anti-sikh del 1984.

Nel dicembre dello scorso anno, il governo ha designato Bano, Paramjit Singh Bama della KTF e Hardeep Singh Nagar come “terroristi designati” ai sensi della legge illegale. Act (Prevention) Act, dopo il quale la National Intelligence Agency ha registrato un FIR contro di loro.

“L’SFJ e altre organizzazioni terroristiche del Golfo, incluse ma non limitate a BKI, KTF e KZF, insieme alle loro agenzie di front-end stanno cospirando per creare un’atmosfera di paura e caos e per fomentare il malcontento tra le persone per incitarle contro il governo dell’India”, ha detto la NIA nella FIR.

READ  Amnistia: Amnesty alza la bandiera del Pakistan sulle sparizioni forzate

Ha aggiunto che per favorire la trama, sono stati raccolti ingenti fondi all’estero per campagne sul campo e propaganda contro missioni in paesi come Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Francia, Germania e Australia.

La National Intelligence Agency ha quindi presentato un atto d’accusa contro 10 terroristi Khalistani, tra cui Bano (residente a New York), Parjat Singh, Sucraj Singh, Bikramjit Singh, Manjeet Singh, Jatinder Singh, Guruwinder Singh, Harpreet Singh, Kuldeep Singh e Harmeet Singh.

Invocazione del trattato

  • La National Intelligence Agency spingerà per l’attuazione del Trattato MLA
  • Sta anche cercando di esplorare strade di finanziamento nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Australia, in Francia e in Germania
  • L’agenzia afferma che i gruppi pro-Khalistan stanno cercando di fomentare disordini in India

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Quale Channel 49ers contro Cardinals oggi? Tempo per la partita della settimana 9 della NFL, programma TV
Next Post Invitiamo gli utenti di Google Chrome a rimuovere immediatamente il browser