Spiegazione: Perché Haiti è soggetta a terremoti devastanti

I terremoti hanno devastato Haiti ad Haiti almeno dal XVIII secolo, quando Port-au-Prince fu devastata due volte in 19 anni. Il ventunesimo secolo non fu meno gentile. Il potente terremoto di sabato ha ucciso centinaia di persone e ne ha ferite migliaia. Undici anni fa, un terremoto ha ucciso decine di migliaia di persone, se non centinaia di migliaia.

Haiti si trova vicino all’intersezione di due placche tettoniche che costituiscono la crosta terrestre. I terremoti possono verificarsi quando queste placche si muovono l’una contro l’altra e creano attrito. Haiti è anche densamente popolata. Inoltre, molti dei suoi edifici sono progettati per resistere agli uragani, non ai terremoti. Questi edifici possono resistere a forti venti, ma sono inclini a crollare quando il terreno trema.

Cosa rende Haiti vulnerabile ai terremoti?

La crosta terrestre è costituita da placche tettoniche in movimento. Haiti si trova vicino all’intersezione di due di loro: la placca nordamericana e la placca caraibica.

Molteplici linee di faglia tagliano tra quelle placche o vicino all’isola di Hispaniola, che Haiti condivide con la Repubblica Dominicana. Quel che è peggio, non tutte queste linee di faglia si comportano allo stesso modo.

“Hispaniola si trova in un luogo in cui le placche passano dallo rompersi insieme allo scivolare l’una sull’altra”, ha affermato Rich Briggs, un geologo ricercatore del Center for Geohazard Sciences (USGS) dell’USGS.

“È come una roccia bloccata nel binario di una porta scorrevole in vetro”, ha detto. “Non vuole che si muova senza intoppi perché ha così tante forze diverse su di esso.”

Cosa ha causato il recente terremoto?

Il terremoto di magnitudo 7,2 probabilmente si è verificato sabato lungo la zona di faglia di Enriquillo Plantin, che attraversa la penisola di Tiburon nel sud-ovest di Haiti, secondo l’US Geological Survey.

READ  Potrebbe succedere all'ex direttore generale (ISI) generale Bajwa come capo dell'esercito pakistano | notizie dal mondo

È la stessa zona di faglia in cui si è verificato il devastante terremoto del 2010. È probabilmente la fonte di altri tre grandi terremoti ad Haiti tra il 1751 e il 1860, due dei quali distrussero Port-au-Prince.

I terremoti sono il risultato di placche tettoniche che si muovono lentamente l’una contro l’altra e creano attrito nel tempo, ha affermato Gavin Hayes, capo consulente scientifico per terremoti e rischi geologici presso l’US Geological Survey.

“Quell’attrito si accumula e si accumula, e alla fine lo sforzo immagazzinato lì supera l’attrito”, ha detto Hayes. “Ecco quando la faglia si sposta all’improvviso. Ecco cos’è un terremoto.”

Perché i terremoti ad Haiti possono essere così devastanti?

È una combinazione di fattori che includono un’area sismicamente attiva, un’alta densità di popolazione di 11 milioni di persone ed edifici spesso progettati per resistere agli uragani, non ai terremoti.

Il bilancio delle vittime ad Haiti è stato di 1.297 a causa del terremoto di magnitudo 7.2. (Reuters/Ralph Teddy)

I tipici edifici in cemento e blocchi di cemento possono resistere a forti venti, ma sono soggetti a danni o crolli quando il terreno trema. Anche pratiche edilizie inadeguate possono svolgere un ruolo.

Il terremoto del 2010 ha colpito vicino alla città densamente popolata di Port-au-Prince e ha causato una vasta distruzione. Il governo haitiano ha stimato il bilancio delle vittime a oltre 300.000, mentre un rapporto commissionato dal governo degli Stati Uniti ha stimato il bilancio delle vittime tra 46.000 e 85.000.

“Penso che sia importante rendersi conto che non esiste una cosa come un disastro naturale”, ha detto Wendy Bohon, geologa presso il Sismology Research Institutions. “Quello che hai è un pericolo naturale che interferisce con un sistema debole.”

READ  Il Canada, il secondo paese più grande del mondo, sta finendo le terre

Cosa riserva il futuro?

I geologi dicono che non possono prevedere il prossimo terremoto.

“Ma sappiamo che terremoti come questo possono causare terremoti di dimensioni simili nella prossima sezione della faglia”, ha affermato Hayes dell’USGS. “È un rischio molto grande in luoghi che non hanno pratiche edilizie per resistere alle vibrazioni”.

La costruzione di edifici più resistenti ai terremoti rimane una sfida ad Haiti, il paese più povero dell’emisfero occidentale.

Prima del terremoto di sabato, Haiti si stava ancora riprendendo dal terremoto del 2010 e dall’uragano Matthew nel 2016. Il suo presidente è stato assassinato il mese scorso, mandando il paese nel caos politico.

Mark Schuller, professore di antropologia e studi non profit e non governativi presso la Northern Illinois University, ha affermato che mentre ci sono state alcune storie di successo di haitiani che costruiscono strutture più resistenti ai terremoti, il paese non ha uno sforzo centrale per farlo.

Il governo di Haiti sta diventando sempre più debole, mentre le ONG si concentrano sui loro progetti frammentati.

“Ci sono conoscenze tecniche ad Haiti. Ci sono architetti formati. Ci sono urbanisti. Il problema è la mancanza di fondi per il coordinamento, la mancanza di volontà politica da parte dei donatori (delle organizzazioni che forniscono assistenza). “

le notizie | Clicca per ottenere la migliore spiegazione della giornata nella tua casella di posta

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gol affilato in cambio del Covid-19, Yangs Angels 2-1
Next Post I nuovi buff di V-Shift saranno sufficienti per potenziare la meccanica per diventare più in forma in Street Fighter 5?