‘Sono sempre stato lì’: Imran Khan ringrazia l’Arabia Saudita per aver ricevuto 3 miliardi di dollari in aiuti | notizie dal mondo

Dopo che l’Arabia Saudita ha inviato 3 miliardi di dollari in aiuti finanziari al Pakistan a corto di liquidità per superare la crisi economica in corso, mercoledì il primo ministro pakistano Imran Khan ha ringraziato il principe saudita Mohammed bin Salman per aver esteso questo gesto utile in questi “tempi difficili”.

Notando che l’Arabia Saudita è “sempre stata lì” per il Pakistan durante la sua fase difficile, Khan ha espresso la sua gratitudine e ha notato che mentre il mondo affrontava l’impennata dei prezzi delle materie prime, la generosità saudita non ha deluso il suo alleato musulmano mentre lo stato ha depositato $ 3 miliardi. nella Banca Centrale del Pakistan e finanziamento di prodotti petroliferi raffinati per 1,2 miliardi di dollari.

Il primo ministro pakistano, Imran Khan, ha scritto su Twitter: “Vorrei ringraziare Sua Altezza Reale il Principe Mohammed bin Salman per aver sostenuto la Pak con 3 miliardi di dollari come deposito presso la Banca centrale del Pakistan e il finanziamento per i prodotti petroliferi raffinati con 1,2 miliardi di dollari. Il Il Regno dell’Arabia Saudita è sempre stato lì dall’ordine di Pak nei nostri tempi difficili, anche ora che il mondo sta affrontando l’impennata dei prezzi delle materie prime”.

Imran Khan ha incontrato lunedì il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman bin Abdulaziz Al Saud a margine del vertice della Middle East Green Initiative a Riyadh, al quale è stato invitato a partecipare su invito della famiglia reale. Più tardi martedì, il principe saudita ha annunciato che 3 miliardi di dollari depositati presso la Banca Centrale del Pakistan Per aiutare il paese a corto di liquidità con riserve di valuta estera. Secondo Geo News, l’annuncio è stato dato dal Fondo per lo sviluppo saudita, che ha affermato che non solo sta depositando 3 miliardi di dollari nella State Bank of Pakistan (SBP), ma ha anche emesso una direttiva ufficiale per fornire 1,2 miliardi di dollari per finanziare il petrolio pakistano. Commercio prodotti durante l’anno. La notizia è stata poi confermata dal ministro dell’Informazione e dell’Energia del Pakistan Hammad Azhar.

“Ciò aiuterà ad alleviare le pressioni sui nostri conti di trading e sul forex a causa dell’aumento dei prezzi globali delle materie prime”, ha detto Azhar condividendo la notizia.

È stato menzionato di quotidiano Hindustan Times All’inizio di questo mese, il Pakistan ha affrontato una profonda crisi economica, la più grande della sua storia. Secondo The News International, uno dei più grandi giornali in lingua inglese in Pakistan, il regime guidato da Imran Khan richiederebbe idealmente un finanziamento esterno totale di 51,6 miliardi di dollari entro due anni (2021-2023) per soddisfare i propri bisogni.

Leggi anche | Il Pakistan è in profonda crisi economica. Ecco di quanto aiuto finanziario hai bisogno

Il Pakistan, nonostante le sue strette relazioni con l’Iran, condivide con l’Arabia Saudita un rapporto cordiale in linea con l’ideologia islamica complessiva. Riyadh ha aiutato Islamabad diverse volte nel corso degli anni, contribuendo a ripagare il primo lotto di caccia F-16 pakistani negli anni ’80 e fornendo $ 6 miliardi di prestiti che hanno aiutato Islamabad a superare la crisi della bilancia dei pagamenti solo due anni fa.

I sauditi sono venuti in soccorso del Pakistan anche nel 2018 quando hanno accettato di fornire 3,2 miliardi di dollari di petrolio in pagamenti differiti all’anno come parte di un pacchetto di 6,2 miliardi di dollari per aiutare il Pakistan a superare la crisi.

READ  Il capo dell'esercito afghano rinvia la visita in India a causa dell'attacco dei talebani | Ultime notizie dall'India
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post I Knights guidano Cobert Jazz 122-110 con Jogic infortunato
Next Post Il compositore Shoji Meguro lascia Atlus per sviluppare un gioco indipendente che sarà annunciato il 6 novembre