Siamo tornati: chi era Billy Preston, John Lennon perso “The Fifth Beatle”?

S

Get Back di Eter Jackson ha deliziato i fan dei Fab Four, ma nel nuovo documentario sui Beatles individuerai anche un volto meno noto.

Billy Preston, soprannominato “The Fifth Beatle” da John Lennon, è stato l’unico musicista ad avere un credito combinato sull’etichetta dei Beatles (la canzone Get Back, motivo per cui ne vedrai molto nel film di Jackson).

Un tastierista, Preston è una grande presenza musicale in Let It Be. Il piano elettrico è distribuito in tutto l’album, aiutando a smussare le crepe compositive che si stavano già manifestando in queste prime fasi dello scioglimento finale della band.

Preston è apparso anche su Abby Road, e in seguito avrebbe suonato al fianco di Paul, George, John e Ringo al loro leggendario concerto sul tetto, l’ultima volta che i Beatles si sono esibiti in pubblico.

Lennon era particolarmente ansioso che Preston si unisse ufficialmente alla band, ma Paul non era sicuro che i Beatles sarebbero durati abbastanza a lungo da giustificare una nuova aggiunta (in tutta onestà, potrebbe aver avuto ragione).

Nonostante ciò, George Preston è stato inizialmente portato all’ovile. Quando le tensioni aumentarono durante le sessioni di Let It Be, Harrison si ritirò in cerca di sollievo al concerto di Ray Charles a Londra, dove Preston stava suonando l’organo.

Nel 1969, Harrison invitò rapidamente Preston in studio, sperando di allentare le tensioni all’interno dei Beatles. Fece lo stesso durante la registrazione per l’album bianco, chiamando il suo amico Eric Clapton, ma questa volta le sue motivazioni erano personali e musicali.

“È interessante vedere quanto sono gentili le persone quando porti un ospite, perché non vogliono che tutti sappiano che sono troppo turbolenti”, dice Harrison in Anthology. “Improvvisamente tutti si comportano al meglio.”

Descrivendo Preston, aggiunge: “Ha preso il piano elettrico e immediatamente c’è stato un miglioramento del 100% nell’atmosfera nella stanza”.

“Avere questa quinta persona è stato appena sufficiente per tagliare il ghiaccio che abbiamo creato tra noi”.

“Billy non conosceva tutta la politica e i giochi che stavano succedendo, quindi è rimasto fedele alla sua innocenza e ha dato un piccolo calcio in più alla band. Tutti erano molto più felici che qualcun altro suonasse, il che ha reso quello che stiamo facendo di più divertimento. Abbiamo giocato tutti meglio ed è stata una sessione fantastica”.

I Beatles si sciolsero ancora, ma Preston fu spesso invitato durante la loro carriera da solista. George gli ha persino dato da registrare My Sweet Lord prima di toccarlo lui stesso, e Preston avrebbe continuato a eseguire la canzone al concerto di George nel 2002.

Il tastierista era praticamente immune all’originale Let It Be, ma Peter Jackson ha davvero deciso di rimetterlo in azione. Torna, si potrebbe dire, a dove un tempo apparteneva.

Le parti da 1 a 3 di Get Back saranno presentate in anteprima su Disney+ rispettivamente il 25, 26 e 27 novembre

READ  La figlia di Lisa Rina, Della Hamlin, conta sul sostegno del fidanzato Eyal Booker per problemi di salute
Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La NASA rinvia il lancio del James Webb Space Telescope dopo un incidente “improvviso” Telescopio spaziale James Webb
Next Post Italia e Francia approfondiscono i rapporti con i test di uscita di Merkel…