Settimane di estremo stress per le piccole imprese e l’economia

Settimane di estremo stress per le piccole imprese e l’economia

Le ondate di caldo in gran parte del globo stanno mettendo a dura prova le reti elettriche e chiudendo le attività che non riescono a mantenere i propri dipendenti al fresco. I meteorologi affermano che alcune delle aree più colpite sperimenteranno temperature più elevate nei prossimi giorni, aumentando il rischio di guasti alle infrastrutture.

Le ondate di caldo in gran parte del globo stanno mettendo a dura prova le reti elettriche e chiudendo le attività che non riescono a mantenere i propri dipendenti al fresco. I meteorologi affermano che alcune delle aree più colpite sperimenteranno temperature più elevate nei prossimi giorni, aumentando il rischio di guasti alle infrastrutture.

Più di 100 milioni di americani sono colpiti dalla raffica di calore, secondo il National Weather Service. Una striscia di 110°C frigge Phoenix e un’implacabile ondata di caldo punisce il Texas e altre parti del sud.

Ciao! Stai leggendo un ottimo articolo

Più di 100 milioni di americani sono colpiti dalla raffica di calore, secondo il National Weather Service. Una striscia di 110°C frigge Phoenix e un’implacabile ondata di caldo punisce il Texas e altre parti del sud.

Il caldo intenso ha attanagliato l’Europa meridionale, con temperature che hanno raggiunto la tripla cifra in Italia, Spagna e Grecia. Più di una dozzina di città italiane, tra cui Roma e Firenze, sono state messe in allerta rossa a causa delle temperature estreme e le autorità di Atene hanno chiuso il Partenone quando le temperature hanno superato i 100 gradi.

I ricercatori che studiano l’impatto delle recenti ondate di caldo hanno scoperto che possono ridurre la crescita economica.

Ci sono “chiari segnali che gli anni più caldi sono associati a una produzione inferiore”, ha affermato Derek Lemoine, economista dell’Università dell’Arizona che studia le conseguenze economiche del cambiamento climatico. Disse: “Le persone non usano il cervello con il caldo”.

Finora, ci sono state poche indicazioni di guasti catastrofici nella rete elettrica o altrove, il che indica che le autorità sono state in grado di gestire le temperature estreme. L’onere ricade sulle piccole imprese e sui privati.

Al Burger Fresh & More di Conroe, in Texas, l’aria condizionata si è fermata a giugno quando il caldo ha raggiunto la tripla cifra. La temperatura è salita a 118 gradi in cucina. I lavoratori hanno fatto affidamento su asciugamani di raffreddamento e ventilatori per la nebbia per rimanere aperti durante l’installazione di un nuovo sistema da $ 12.450.

“Abbiamo dovuto contrarre un prestito per una piccola impresa per coprirlo perché siamo solo una piccola impresa”, ha detto il preside Karin Swearingen.

I governi stanno cercando di limitare il bilancio umano dovuto al caldo. Ma sono limitati dal clima caldo stesso, che limita la capacità dei lavoratori di aiutare i bisognosi.

L’ondata di caldo sta mettendo alla prova l’invecchiamento della rete elettrica statunitense, a cui viene chiesto di fornire più energia per far funzionare i condizionatori d’aria senza grandi interruzioni per la manutenzione ordinaria. Le previsioni della North American Electric Reliability Corporation, un’organizzazione senza scopo di lucro che monitora la salute del sistema energetico di massa, indicano che gran parte degli Stati Uniti potrebbe subire blackout quest’estate. Il Texas Electricity Reliability Board, l’operatore della rete statale, ha affermato che questa settimana la domanda di energia ha raggiunto livelli record.

“Le linee elettriche possono trasportare una certa quantità di corrente attraverso di esse, e sono fondamentalmente limitate dal calore”, ha detto Kerry Baker, assistente professore di architettura presso l’Università del Colorado Boulder. “Se diventano troppo calde, iniziano a cedere. Possono fare cose come toccare un albero e causare Palace, oltre ad essere meno efficienti e avere più perdite.

La National Energy Assistance Administrators Association stima che le bollette energetiche delle famiglie aumenteranno dell’11,7% a una media di $ 578 quest’estate, rispetto ai $ 517 della scorsa estate. “Se l’ondata di caldo continua, ci saranno più persone che diranno di non avere i soldi per pagare il raffreddamento. Se sei preoccupato per la ripresa dell’economia, sono soldi che potrebbero ‘essere spesi per qualcos’altro'”, ha detto Mark Wolf , direttore esecutivo di Neada.

READ  Gli italiani votano alle elezioni che potrebbero portare al potere l'estrema destra

Mary Swindell, che gestisce corsi di addestramento per cani all’aperto a Boyd, in Texas, ha affermato di aver dovuto cancellare almeno la metà delle sue lezioni perché molti cani non sopportano il caldo. “Emotivamente si chiudono perché sono troppo caldi e scomodi per lavorare e concentrarsi”, ha detto.

Swindell stima che la sua azienda, Dancing Dogs, abbia perso circa $ 3.000 di entrate derivanti dalle lezioni cancellate, che è circa la metà di quanto si aspettava di guadagnare. Ha detto che ha dovuto cancellare più lezioni quest’anno perché giugno era così caldo.

“La differenza principale è che le nostre emissioni hanno continuato ad aumentare e quindi il riscaldamento sottostante è più alto”, ha affermato Frederic Otto, co-fondatore di World Weather Attribution, un gruppo di scienziati che analizzano eventi meteorologici estremi e cambiamenti climatici. L’estremismo che vediamo ora è meno estremo e meno raro di quanto non fosse qualche anno fa”.

Negli ultimi anni, le temperature medie globali sono state modificate a causa degli effetti di raffreddamento di un modello meteorologico La Niña di tre anni nell’Oceano Pacifico. Ora l’Oceano Pacifico si sta spostando nel suo modello opposto, noto come El Niño, che porta acqua calda nell’Oceano Pacifico orientale e influisce sui modelli meteorologici in tutto il mondo.

Il mese scorso è stato il mese più caldo del mondo nel record climatico globale di 174 anni registrato dalla National Oceanic Atmospheric Administration. L’inizio di luglio è stato il giorno più caldo del mondo, secondo le temperature giornaliere del NOAA. L’Università del Maine ha iniziato a monitorare le temperature nel 1979.

Ha detto: “Gli incidenti automobilistici sono in aumento, gli scoppi d’ira per la strada sono in aumento e la violenza domestica e le aggressioni sono in aumento”. Uno dei principali rischi delle ondate di calore prolungate è che possono aiutare a spingere gli ecosistemi verso punti critici, come lo scioglimento dei ghiacciai, che potrebbero essere impossibili da invertire, portando a danni economici diffusi.

Il Canada, che sta attraversando la peggiore stagione di incendi mai registrata, ha registrato temperature record nel nord. Gli incendi hanno ridotto la produzione nella provincia ricca di petrolio dell’Alberta e chiuso le segherie in Quebec.

I commercianti e gli analisti temono che gli incendi possano far salire i prezzi del legname durante l’alta stagione di costruzione. Nella provincia del Quebec, dove a giugno gli incendi boschivi hanno reso fumoso il cielo sopra la costa orientale, Resolute Forest Products, con sede a Montreal, ha temporaneamente chiuso quattro segherie.

Il portavoce dell’azienda Seth Korsman ha detto che gli incendi erano così vicini alle operazioni che la società non è stata in grado di portare i tronchi alle segherie. Tutte le fabbriche hanno riaperto, ma è troppo presto per dire quanto le chiusure influenzeranno la produzione dell’azienda, ha affermato.

I lavoratori del ristorante possono rischiare un colpo di calore quando cucinano su stufe calde durante un’ondata di caldo. Tammy Jaramillo ha dovuto chiudere il suo ristorante a Blanding, nello Utah, dopo aver passato troppo tempo a lavorare la griglia e si è surriscaldata.

L’aria condizionata non aiuta molto. Anche con il vento freddo che soffia, ha detto, la cucina del suo ristorante, lo Yak’s Café, può diventare insopportabile.

“Ti sta prendendo a calci in culo”, ha detto.

Vipal Monga ed Eric Neller hanno contribuito a questo articolo.

Scrivi a Scott Patterson a [email protected], Jennifer Heller a [email protected] e Alyssa Lukpat a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *