Sepolte nelle Alpi dopo un incidente aereo del 1966, le gemme Made in India saranno presto in mostra

A partire dalla prossima domenica 19 dicembre, il comune di Chamonix, una località turistica francese ai piedi del Monte Bianco nelle Alpi, esporrà le gemme dell’India sepolte nelle Alpi quasi 50 anni fa. Questi facevano parte del relitto di un volo passeggeri Air India Mumbai-Ginevra, che si schiantò vicino alla vetta del Monte Bianco il 24 gennaio 1966, uccidendo tutti i 117 a bordo, incluso lo scienziato nucleare Homi Jehangir Bhabha.

Il 3 dicembre Sito di social network Facebook Dopo “Le tresor du Kangchenjunga revele (Kangchenjunga Treasure Revealed)”, il comune di Chamonix-Mont-Blanc ha dichiarato: “Nel 1966, un incidente aereo a Kangchenjunga, Air India, nel massiccio del Monte Bianco ha ucciso 117 vittime. Nel 2013, sono stati scoperti smeraldi e zaffiri sul ghiacciaio dei Bossons.Dopo che la ricerca degli eredi si è rivelata infruttuosa, questa settimana le pietre sono state condivise tra il comune di Chamonix e lo scopritore.

Nel 2013, un giovane alpinista ha scalato una montagna sopra un ghiacciaio e ha trovato una scatola con scritto “Made in India”, secondo un articolo del Washington Post. All’interno, ha scoperto un grappolo di smeraldi e zaffiri che ha consegnato alla polizia locale.

Venerdì, otto anni dopo, le autorità hanno annunciato che, poiché i loro sforzi per trovare gli eredi dei passeggeri si erano rivelati inutili, lo sconosciuto scalatore avrebbe diviso il tesoro con il villaggio francese di Chamonix, che si trova all’estremità orientale del paese e confina con la Svizzera e Svizzera.

Il post su Facebook dei funzionari della città di Chamonix ha affermato che la quota della gemma del comune sarà collocata nel Chamonix Crystal Museum, che nella sua forma rinnovata aprirà al pubblico dal 19 dicembre.

READ  Spiegato: perché Singapore sta chiudendo le scuole a causa delle preoccupazioni per la variante Covid B.1.617 che colpisce più bambini?

Secondo il rapporto, il sindaco di Chamonix Eric Fournier ha dichiarato all’AFP di essere “estremamente felice” di rispondere alla domanda sulla proprietà della gemma. L’alpinista è stato elogiato per la sua “integrità” nel consegnare il tesoro alle autorità, come previsto dalla legge, secondo il rapporto.

Dopo aver appreso all’inizio di quest’anno che avrebbe ricevuto dei gioielli, lo scalatore ha detto a Le Parisien di non “rimpiangere di essere onesto” e ha detto che avrebbe rinnovato il suo appartamento con parte dei soldi generati dalla sua vendita, secondo The Guardian.

Secondo il rapporto, gli investigatori stanno indagando sulle cause dell’incidente da più di un anno. Il rapporto ha affermato di aver concluso che ciò è accaduto perché il pilota pensava di aver già superato la catena montuosa mentre scendeva per l’atterraggio. Il pilota ha riferito al controllo del traffico aereo dove pensava si trovasse l’aereo; Ha detto che sebbene il controllore abbia fornito al pilota la posizione effettiva dell’aereo, la correzione è stata fraintesa.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post No. 25 LSU in ripresa da un avvio lento, Ga. La tecnologia ha vinto 69-53
Next Post Halo Infinite riceverà quattro nuove playlist il 14 dicembre, inclusa Slayer