Scherzi a parte, Nicole Kidman è encomiabile in “Being the Ricardos” di Aaron Sorkin

Si è tentati di guardare “Being the Ricardos”, il volubile dramma dello scrittore/regista Aaron Sorkin, ispirato a eventi reali, su una settimana difficile nelle vite di Lucille Ball (Nicole Kidman) e Desi Arnaz (Javier Bardem). Sebbene il film abbia una miriade di problemi, spesso può essere visto con deboli lodi.

Il marchio di fabbrica di Sorkin, il dialogo iper-parlante è, ovviamente, in primo piano e al centro, e ci sono scene abbondanti di personaggi che camminano e parlano. Ma il battibecco tra gli scrittori Madeleine Pugh (Alia Shawkat) e Bob Carroll (Jake Lacy) su chi ha ottenuto la battuta migliore per primo è stressante, e il flop “intelligente” tra William Frawley (JK Simmons) e Vivian Vance (Nina Arianda) può sembrare in scatola come Laughing track a volte. Il dialogo di Sorkin funziona meglio quando Lucy è particolarmente meticolosa nell’analizzare le parole e il significato quando gli altri personaggi le parlano. Li costringe a riconsiderare se dovrebbero prendere le loro osservazioni come un insulto o leggerle solo come prova della propria stupidità. Un buon esempio di ciò è quando ottiene l’ultima parola dopo aver incontrato il regista di RKO che annulla il suo contratto con lo studio.

Lucy è un duro qui, e la scelta di Kidman, che è stata discussa da quando è stata annunciata, funziona perché Lucy è più nervosa e vulnerabile che divertente. La Kidman fa sentire agli spettatori i suoi sentimenti volubili. Tuttavia, l’attrice non scompare davvero in questo ruolo, ma è una performance encomiabile.

CORRELATO: Con “Chicago Trial 7” abbiamo una storia di insubordinazione molto rilevante oggi

Nei panni di Desi, anche il ruolo di Bardem è forte, anche se assomiglia all’ultimo famoso cubano interpretato dall’attore – poeta e romanziere Rinaldo Arenas. Bardem fa di Desi una strega durante un divertente segmento comico sul rendere muta la “h” dopo la “g” quando si pronuncia “Westinghouse” e un’esecuzione carismatica di alcuni numeri musicali. Ma mostra anche il vero spirito nelle scene che trattano degli abiti in studio, anche se su un terreno meno solido quando Desi combatte contro Lucy.

READ  Dean Stockwell, star di 'Quantum Leap', muore a 85 anni

Essere i Ricardo inizia quando Walter Winchell fa un suggerimento nascosto nella sua trasmissione radiofonica domenicale che Lucille Ball è comunista. Lucy in realtà ammette di aver “controllato la casella” 20 anni fa, ma non ha mai partecipato a una riunione né è stata coinvolta con il Partito Comunista. Se i media afferrassero la storia, la carriera della coppia finirebbe.

Un’altra bomba esplode quando la rivista “Confidential” pubblica una storia secondo cui Desi ha tradito sua moglie. Tuttavia, la foto è obsoleta, riconoscono la coppia, ed è possibile che la storia non sia vera. Desi lo nega e Lucy vuole crederci.

La terza situazione che è emersa è che Lucy è incinta e questo sviluppo dovrà essere scritto nello show. Sfortunatamente, lo showrunner Jesse Oppenheimer (Tony Hill) insiste sul fatto che i CEO non lo permetteranno.

Sorkin ha qui molto materiale per esaminare il rapporto tra la famosa coppia nel loro periodo di grande fama e come hanno affrontato questi problemi sia indipendentemente che insieme. Ma perché ruotano solo tre piastre, quando se ne possono ruotare sei? “Being the Ricardos” di Sorkin introduce scene non necessarie, come una serie di interviste decenni dopo con Jess (John Rubinstein), Madeleine (Linda Lavigne) e Bob (Ronnie Cox) per fornire livelli di contesto. Queste interruzioni educative sembrano superflue e sono una caratteristica inquietante degli affari.

Sorkin inquadra anche la sua narrativa attorno alle prove, al blocco e alle riprese di un episodio di “I Love Lucy” intitolato “Fred and Ethel Fight”. (Abbiamo capito la metafora, Aaron!) Questo offre a Lucy l’opportunità di mostrarti come controlla le cose nel suo spettacolo, fino alla progettazione della commedia fisica per la sequenza della tavola da pranzo alle 2 del mattino. Lucy è anche preoccupata di rendere credibile l’apertura, del peso di Vivien Vance e di lavorare con l’hacker Don Glass (Christopher Denham). Inoltre, spera anche di salvare il suo matrimonio chiedendo a Jess di nominare Desi come produttore esecutivo dello show. Ora Sorkin ha fino a 12 piatti. È difficile non sentirsi esausti o avere fame perché alcuni crollano.

READ  Battlebots ospita Pete Abrahamson su cosa possono aspettarsi i fan in questa stagione [Interview]

Vuoi un riepilogo giornaliero di tutte le notizie e le recensioni del salone? Iscriviti alla nostra newsletter mattutina, Crash Course.


Tutto questo dramma va e viene, ma non svanisce mai. La storia comunista rimane sullo sfondo come la spada di Damocle, e alla fine un momento del do-o-die prende forma poco prima che l’episodio della settimana venga registrato, ma non genera molta tensione narrativa. È meglio usato per mostrare moxi Lucy; Non si scusa per aver “controllato la casella” ed è arrabbiata perché Desi dice alla gente che ha “selezionato la casella sbagliata”, come per minimizzare i suoi pensieri e le sue azioni.

Questi sentimenti permeano le sue paure sul suo matrimonio e la mancanza di tempo che Lucy e Daisy trascorrono insieme. Anche se “essere i Ricardo” prende per lo più il punto di vista di Lucy, almeno serve a uno scopo. Una scena di Desi, che lascia un club dopo uno spettacolo, gli ha fatto ignorare le sue giovani fan per andare a incontrare sua moglie. Quando Lucy partecipa a uno spettacolo, tutti al club la affollano invece. Lo squilibrio nella loro relazione appare sempre, anche nella sequenza di flashback quando è eccitata per aver partecipato a “The Big Street”, proprio mentre Desi stava per andare in tour.

Sorkin compensa anche eccessivamente mostrando la maleducazione di Lucy in ogni occasione, dall’insultare ripetutamente il suo capo al dettare i termini per trasformare il suo programma radiofonico “My Favorite Husband” alla sitcom televisiva, “I Love Lucy” in una stanza piena di amministratori delegati. Molto più forti sono i momenti in cui Lucy immagina le possibilità comiche di Lucy che calpesta l’uva, o quando lei e William Frawley hanno una relazione da cuore a cuore in un bar.

READ  Angelina Jolie rivela come brillava con le caramelle

“Essere i Ricardo” non si rende mai conto di cosa fa oscillare Lucy anche se Kidman entra nella sua mentalità determinata. Ma guardare una Lucy disperata camminare sotto la pioggia dopo una spiacevole scoperta è la doratura dei tulipani.

CORRELATO: 16 programmi TV classici che ispirano la nostalgia da guardare con i bambini

Il film di Sorkin può sembrare sciatto in più di un modo. Gli irriducibili di “I Love Lucy” potrebbero deridere il fatto che “Fred and Ethel Fight” sia in realtà l’episodio 22 della stagione 1, non l’episodio 37 come suggerisce “Being the Ricardos”. Il regista potrebbe aver ottenuto una licenza poetica per trascriverlo in riferimento al famoso verso di Lucy “Vitametavigamine” (stagione 1, episodio 30). Ma potrebbe essere solo parte della rotazione del tabellone. Ci vuole molto qui. Alcuni stanno pagando. Simmons e Shawkat forniscono un supporto affidabile e l’aspetto del film dai set ai costumi è fantastico. Ma la maggior parte di “Being the Ricardos” manca della magia che sta cercando di catturare.

“Being the Ricardos” è attualmente in onda nei cinema e in onda su Prime Video a partire da martedì 21 dicembre. Guarda un trailer qui sotto, via Youtube.

Altre storie che potrebbero piacerti:

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il rugby spagnolo onora Kawa Loma dopo la sua morte in uno “strano incidente” ad Amsterdam
Next Post Una soluzione tanto necessaria ai problemi della forza lavoro rimane una sfida