SARS-CoV-2 può annidarsi nei buchi nascosti negli animali

ion campo In epidemiologia, uno “spread” è un virus che è passato da una specie ospite all’altra. Gli effetti indiretti che preoccupano le persone sono quelli di altri animali per uomo sano di mente. Queste malattie possono poi continuare a creare malattie umane “zoonotiche”, una delle quali si ritiene sia il virus COVID-19 (l’ospite originale di SARSNSNSQuinto-2 si crede che fosse una specie di pipistrello che non è stata ancora identificata.)

Ascolta questa storia

Goditi più audio e podcast iOS o Android.

Tuttavia, un tale movimento può andare in due direzioni. Ad esempio, nel 2020 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che SARSNSNSQuinto-2 Si è diffuso in Danimarca dall’uomo al visone d’allevamento, e poi è passato da animale ad animale per causare un’epidemia veterinaria separata. E all’inizio di questo mese, ho pubblicato un articolo su purexive, un host online per un lavoro che non è stato ancora sottoposto a revisione paritaria, ha fornito prove che il virus sta circolando anche nei cervi dalla coda bianca nordamericani, presumibilmente da persone lì. Tutto si aggiunge ai rapporti secondo cui anche gli animali domestici, in particolare cani e gatti, possono catturarli SARSNSNSQuinto-2 — e almeno nel caso dei gatti, può essere trasmesso ad altri della sua specie.

Fallout di questo tipo sono potenzialmente pericolosi per due motivi. Uno è che crea depositi virali fuori dalla portata della scienza medica e della sorveglianza. Anche se non ci sono casi umani del virus in un’area, tali serbatoi animali significano che SARSNSNSQuinto-2 potrebbe essere ancora in agguato, in attesa di riversarsi sulle persone. L’altro è che l’esposizione al sistema immunitario di nuovi ospiti può portare allo sviluppo di nuovi ceppi virali (se perdono di nuovo). L’incidente del visone ha portato i governi di Danimarca, Paesi Bassi e Spagna ad abbattere 18 milioni di animali e ad imporre rigidi blocchi nelle aree intorno ai rispettivi allevamenti di animali da pelliccia. Può essere difficile trattare le popolazioni selvatiche, come il cervo dalla coda bianca, in modo simile. Ma le precauzioni sono ancora possibili. La sensibilizzazione di coloro che si occupano di cervi, come i cacciatori, può fare molto.

Questo, tuttavia, è un approccio reattivo. Una persona proattiva può provare a determinare quali specie sono più a rischio di diventare i loro serbatoi SARSNSNSQuinto-2 prima che lo facciano davvero. Ciò consentirà di monitorare le minacce prima che sfuggano di mano. Come ho detto questa settimana in Atti della Royal Society, Barbara Hahn del Cary Institute for Ecosystem Studies, un’organizzazione di ricerca ambientale indipendente con sede a Millbrook, New York, crede di aver trovato un modo per realizzarlo.

ACE nascosti

All’inizio del 2020, subito dopo l’inizio del COVID, la dottoressa Han e i suoi colleghi hanno concentrato la loro attenzione su di esso Ghiaccio 2, una proteina della membrana cellulare che è stata identificata quasi immediatamente come il punto di ingresso del virus. Ghiaccio 2Il lavoro di oggi è quello di aiutare a regolare la pressione sanguigna e la maggior parte dei vertebrati ne soffre in una forma o nell’altra. I ricercatori volevano identificare altri tipi di vertebrati SARSNSNSQuinto2 ci si può aspettare che sia fortemente associato al locale Ghiaccio 2 Recettori come quelli che si trovano negli esseri umani. Questi saranno i candidati per il ruolo di gabinetti.

A tal fine, hanno raccolto informazioni molecolari su ciascuna copia di Ghiaccio 2 così possono ottenerlo. Per lo più, questi erano mammiferi – 142 specie di loro. Quindi hanno usato la modellazione al computer delle forze tra gli atomi coinvolti per calcolare la forza dei legami che probabilmente si sarebbero sviluppati tra di loro. SARSNSNSQuinto-2 picchi proteici e ogni copia di Ghiaccio 2. Come si aspettavano, in base alle notizie trapelate mentre stavano svolgendo il loro lavoro, il legame era con i Mink Ghiaccio 2 Era particolarmente potente. Hanno trovato una simile forte affinità con Ghiaccio 2 di cervo dalla coda bianca, molto prima che ci fossero segnalazioni di infezione in questa specie. Anche cani e gatti sembravano essere a rischio, cosa che lo erano i rapporti poi confermati. Anche i gorilla e i macachi, che hanno subito alcuni casi negli zoo, sembravano essere più sensibili.

Sebbene queste informazioni siano utili, il Dr. Han desiderava guardare oltre queste 142 specie. Per scavare più a fondo, il team ha creato un database di tratti evolutivi che le specie condividono con i gruppi più vulnerabili Ghiaccio 2 recettori. Questa tecnica è stata utilizzata con successo in passato su roditori e pipistrelli, per valutare il suo potenziale di fungere da serbatoi per virus tra cui Ebola e Zika. Si basa sull’idea che alcune proteine ​​di specie con la stessa fisiologia e stili di vita dovrebbero evolversi in modi simili.

I ricercatori hanno studiato tutto, dall’ampiezza della dieta, al tasso metabolico e all’età della maturità sessuale, alla dimensione della cucciolata, all’età, all’area geografica e alle relazioni evolutive: quasi 5.000 mammiferi che erano pochi o nulli. Ghiaccio 2Le informazioni sui recettori erano disponibili. Questo enorme database è stato completato e hanno inserito il risultato in un sistema di apprendimento automatico che era stato addestrato sulle caratteristiche di 142 specie che avevano già esaminato. Il risultato è stato il rilevamento di 540 specie che sembrano essere in pericolo Ghiaccio 2 Recettori e quindi la capacità di agire come repository covid.

La maggior parte dei primati era in questa lista, cosa che ci si aspetterebbe, dato che anche le persone sono primati. E no, visti i dubbi su SARSNSNSQuinto-2, l’inclusione di 35 specie di pipistrelli è stata una sorpresa. Ma ci sono state sorprese. Sebbene il topo domestico comune non sembri essere un rischio, il che è una buona cosa, altri due roditori, il ratto delle risaie e il topo malese, lo fanno entrambi. Poiché questa specie è spesso preda dei gatti domestici, che ora sono noti per essere suscettibili al virus, questo fornisce una via attraverso la quale le persone possono essere infettate.

Decine di altre specie sono state classificate come potenziali serbatoi. Questi includevano volpi rosse e cani procioni – due creature, come il visone, che a volte vengono allevati per la loro pelliccia – e pecari dalle labbra bianche (creature simili a maiali che si trovano nell’America meridionale e centrale) e nilgai (una grande antilope asiatica), entrambi di che vengono occasionalmente allevati, così come Prendilo e mangialo.

Tra gli allevamenti più diffusi, la specie più preoccupante è il bufalo d’acqua. Si pensa che ce ne siano più di 200 milioni in tutto il mondo, che servono come animali da soma e come fonti di latte. Anche altri animali frequentemente cacciati, come il cefalofo (un’altra antilope), il maiale verrucoso e il cervo mulo erano considerati vulnerabili, insieme ad alcune rarità, tra cui due antilopi in pericolo di estinzione, l’Addax e l’orice dalle corna di falce (nella foto sotto), quali erano Si è estinto in natura ed è stato reintrodotto solo ora. In questi casi, il rischio per l’uomo è inferiore alla minaccia alla sopravvivenza della specie in questione.

Pagamento con Buffalo Bill

La vasta gamma di specie in cui è stato coinvolto il Dr. Han. “Non avrei mai immaginato che un giorno avremmo visto un virus con una capacità così elevata di trasmettere l’infezione tra specie diverse”, afferma. “Sembra che ci sia almeno un numero maggiore di specie sensibili SARSNSNSQuinto-2 in più di infezione rispetto a qualsiasi altro virus zoonotico a cui riesco a pensare.”

Preavviso, però, prefigurato. Ecco, forse, una lezione su come mantenere affilate le armi nell’arsenale. Uno dei motivi per cui lo studio del Dr. Han ha impiegato così tanto tempo dall’inizio alla pubblicazione è stata la natura disparata delle fonti da cui aveva bisogno di attingere. Erano sparsi per le collezioni di storia naturale del mondo e ci è voluto del tempo per assemblarli. Molti musei stanno ora mettendo a disposizione le loro collezioni in formato elettronico. Ad alcuni, questa può sembrare una priorità bassa. Un’azione come questa suggerisce che non lo è.

scava più a fondo

Tutte le nostre storie relative alla pandemia possono essere trovate sul nostro Coronavirus Hub. Puoi anche trovare tracker in offerta Diffusione globale dei vaccinie Morti in eccesso per paese E il virus si è diffuso attraverso di essa Europa. Per godere di più della nostra copertura scientifica in espansione, iscriviti a Simply Science, la nostra newsletter settimanale.

Questo articolo è apparso nella sezione Scienza e Tecnologia dell’edizione cartacea con il titolo “Cani cisterna. E gatti. E bufali…”

READ  Le origini del COVID: domande senza risposta sull'epidemia di Wuhan
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Howe e De Bruyne positivi al Covid-19, Lingard considera il West Ham con il futuro incerto del Man United, Tuchel su Rudiger, l’Arsenal vuole di più da Aubameyang più le ultime voci di mercato
Next Post “Cowboy Bebop” è un adattamento stonato che cattura il colore jazz ma non lo spirito dell’originale