Saltare i pasti può essere molto peggio di quanto pensassimo: ScienceAlert

Nel trambusto dell’esistenza moderna, può essere fin troppo facile saltare un pasto o due. Puoi persino Fallo intenzionalmente. Un nuovo studio suggerisce che non mangiare uno dei tre pasti standard al giorno potrebbe avere un grave svantaggio.

In uno studio su 24.011 adulti negli Stati Uniti di età superiore ai 40 anni, mangiare un solo pasto al giorno è stato associato a un rischio di mortalità complessivo più elevato. Saltare la colazione è stato associato ad un aumentato rischio di morte per malattie cardiovascolari (CVD), mentre saltare il pranzo o la cena è stato associato ad un aumentato rischio di mortalità per tutte le cause, incluso un rischio più elevato di CVD.

C’era anche un problema per coloro che mangiavano tutti e tre i pasti ma li mangiavano troppo vicini. Anche il consumo di due pasti a distanza di 4,5 ore l’uno dall’altro è stato associato a un aumento del rischio di morte per tutte le cause.

Mentre lo studio sembra complicare i messaggi che suggeriscono Il digiuno intermittente può farti beneI dati evidenziano l’importanza di soste regolari per rifornire il corpo.

La nostra ricerca ha rivelato che le persone che mangiano solo un pasto al giorno hanno maggiori probabilità di morire rispetto a quelle che mangiano più pasti al giorno. afferma l’epidemiologo Yangbo Sun dall’Università del Tennessee.

“Sulla base di questi risultati, consigliamo di consumare almeno due o tre pasti distribuiti nell’arco della giornata”.

Circa il 30% dei partecipanti allo studio consumava regolarmente meno di tre pasti al giorno. Secondo i dati, coloro che erano più giovani, maschi, neri non ispanici, con meno istruzione e reddito familiare inferiore avevano maggiori probabilità di saltare i pasti.

Il salto dei pasti era anche più diffuso tra coloro che fumavano di più, bevevano più alcol, sperimentavano insicurezza alimentare, mangiavano cibi meno nutrienti, facevano più spuntini e consumavano meno energia in generale.

Questo studio non è abbastanza completo per determinare se saltare un pasto causi effettivamente una morte prematura, se non altro perché esiste un’associazione che merita ulteriori ricerche. È possibile che siano coinvolti altri fattori, che influenzano sia le abitudini alimentari che il rischio di mortalità.

Tuttavia, il team di ricerca ha adattato le proprie scoperte per tenere conto delle differenze in diversi fattori dietetici e di stile di vita, tra cui il fumo, l’uso di alcol, i livelli di attività fisica, l’apporto energetico, la qualità della dieta e l’insicurezza alimentare, e il collegamento esisteva ancora.

I nostri risultati si basano su osservazioni tratte da dati pubblici e non indicano un nesso di causalità. dice l’epidemiologo Wei Bao dall’Università dell’Iowa. “Tuttavia, ciò che abbiamo osservato ha senso nel metabolismo”.

Questa “sensazione metabolica” si riferisce al modo in cui saltare pasti specifici a determinati intervalli di solito comporta il consumo di più energia in una volta. Ciò può causare squilibri nel modo in cui i nostri corpi regolano il glucosio e causare un deterioramento del sistema metabolico.

Le ultime statistiche Si suggerisce che circa il 59 per cento degli uomini e circa il 63 per cento delle donne negli Stati Uniti mangino tre pasti adeguati al giorno. Si tratta di un ampio segmento della popolazione che potrebbe mettersi a rischio rinunciando a colazione, pranzo e cena.

Naturalmente, ci sono tutti i tipi di ragioni per questo – ore di lavoro, pressioni temporali, povertà, diete diverse, approcci al digiuno – ma il team dietro lo studio spera che incoraggerà ulteriori analisi dell’importanza di mangiare regolarmente.

“La nostra ricerca contribuisce alle prove tanto necessarie sulla relazione tra comportamenti alimentari e mortalità nel contesto dell’orario dei pasti e della durata giornaliera dei pasti. [meal] un periodo,” dice Bao.

Ricerca pubblicata in Giornale dell’Accademia di nutrizione e dietetica.

READ  Gli esperti dicono che dovresti pensarci due volte prima di mangiare mortadella (potrebbe portare ad un aumento di peso!)

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *