Russia, Iran e Asia Centrale parteciperanno all’incontro di Delhi a Kabul

Giorni dopo che l’Agenzia per la sicurezza nazionale del Pakistan ha annunciato che non avrebbe partecipato alla conferenza sull’Afghanistan in India, New Delhi ha dichiarato venerdì che Russia, Iran e paesi dell’Asia centrale hanno confermato la loro partecipazione. In attesa di risposta dalla Cina.

L’India ospiterà il “Dialogo di Delhi sulla sicurezza regionale in Afghanistan” il 10 novembre. L’incontro si terrà a livello delle agenzie di sicurezza nazionale e sarà presieduto dall’Agenzia per la sicurezza nazionale, Ajit Doval.

Le fonti hanno affermato che due precedenti incontri in questo formato si sono tenuti in Iran a settembre 2018 e dicembre 2019. Non è stato possibile tenere il terzo incontro in India prima a causa di COVID-19 pandemia.

Una fonte ha detto che c’è stata una “risposta travolgente alla chiamata dell’India”.

“I paesi dell’Asia centrale, così come la Russia e l’Iran, hanno confermato la loro partecipazione”, ha detto la fonte, aggiungendo che questa sarà la prima volta che tutti i paesi dell’Asia centrale, non solo gli immediati vicini dell’Afghanistan, partecipano a questo formato.

“La risposta entusiasta è la prova dell’importanza che l’India attribuisce agli sforzi regionali per promuovere la pace e la sicurezza in Afghanistan”, ha affermato la fonte.

Sono stati inviati inviti anche a Cina e Pakistan e “si attendono risposte ufficiali”.

Ma la fonte ha detto che il Pakistan ha indicato attraverso i media che non parteciperà.

La decisione del Pakistan è sfortunata, ma non sorprendente. Riflette il suo modo di pensare all’Afghanistan come al suo protettore. Il Pakistan non ha partecipato alle precedenti riunioni in questo modo. La fonte ha affermato che le dichiarazioni dei media contro l’India sono state un tentativo fallito di distogliere l’attenzione dal suo ruolo malvagio in Afghanistan.

READ  La musica suona ai matrimoni a Kabul sotto i talebani

La fonte ha affermato che la partecipazione di alto livello all’incontro ospitato dall’India “riflette l’ampia e crescente preoccupazione dei paesi della regione per la situazione in Afghanistan e il loro desiderio di consultazione e coordinamento tra di loro”. “L’India ha un ruolo importante da svolgere in questo processo”, ha affermato la fonte.

Martedì, Moaid Yusuf, l’Agenzia per la sicurezza nazionale del Pakistan, ha dichiarato che non parteciperà a una riunione sull’Afghanistan ospitata dall’India. Parlando in una conferenza stampa a Islamabad, Yusuf ha dichiarato: “Non andrò, uno spoiler non può essere un pacificatore”. Stava rispondendo a una domanda se il Pakistan avrebbe partecipato alla riunione.


Per Delhi, l’incontro della prossima settimana è significativo perché il governo ha chiarito che ha linee rosse sulla nuova distribuzione dei talebani in Afghanistan – che non dovrebbe consentire rifugi sicuri per il terrorismo sul suo suolo, la gestione deve essere inclusiva e che i diritti delle minoranze, donne e bambini devono essere protetti.

Finora, gli indicatori dei talebani non sono stati incoraggianti. Questa è la valutazione che New Delhi condivide con gli interlocutori da quando i talebani hanno formato il suo governo.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La cantante pop brasiliana Marilia Mendonசாa muore in un incidente aereo all’età di 26 anni
Next Post Pre-ordini di Pokemon Diamante e Perla: pacchetto doppio, data di uscita e altro