RSV sta infettando i bambini in tutto il Sud

  • I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) affermano di sottoporsi al test per RSV se un paziente con una malattia respiratoria risulta negativo per COVID-19.
  • C’è stato un aumento dei casi di RSV negli stati del sud.
  • I bambini piccoli e i bambini più grandi sono suscettibili. I sintomi includono starnuti e respiro sibilante.
  • Visita la homepage di Insider per altre storie.

I casi di virus respiratorio sono in aumento negli Stati Uniti meridionali e non si tratta di COVID-19.

L’RSV (virus respiratorio sinciziale) di solito si diffonde nei mesi autunnali e invernali, infettando principalmente i bambini.

Ma i tassi sono diminuiti nel 2020, probabilmente a causa delle strategie di mitigazione del COVID-19, come il distanziamento sociale, secondo un consulente. avvertimento Dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie il 10 giugno.

All’apertura degli Stati Uniti, i tassi di RSV sono in aumento e il CDC raccomanda ai medici di testare l’RSV se un paziente ha sintomi di raffreddore o simil-influenzali negativi per COVID-19.

“Il motivo per cui si sta diffondendo ora non è chiaro, ma probabilmente ha a che fare con il motivo per cui non vediamo molto RSV e influenza in inverno: nascondersi, distanziare e lavarsi bene le mani”, la dottoressa Elizabeth Murray, una pediatra specializzato in medicina d’urgenza pediatrica, ha detto Persone. “Poiché queste precauzioni iniziano a svanire, possiamo aspettarci che i germi ritornino”.

I bambini piccoli possono essere più suscettibili a una grave infezione da RSV perché non sono stati esposti a virus durante una pandemia

Il virus respiratorio sinciziale si diffonde attraverso la tosse e gli starnuti, secondo il CDC, e neonati, bambini piccoli e anziani malati cronici che contraggono RSV sono a rischio di sviluppare una malattia acuta. Ogni anno, da 100 a 500 bambini di età inferiore ai cinque anni muoiono a causa del virus respiratorio sinciziale e 14.000 decessi si verificano negli adulti di età superiore ai 65 anni.

READ  Nel cervello umano è stato scoperto un tipo di segnale mai visto prima

L’avvertimento avverte che i neonati più grandi e i bambini piccoli possono essere a rischio di malattie correlate all’RSV perché non sono stati esposti al virus, come la maggior parte dei bambini, durante i mesi invernali, e quindi non hanno sviluppato un’immunità.

Per i bambini piccoli e i neonati di età pari o superiore a sei mesi, i sintomi includono starnuti e respiro sibilante. “Spesso inizia con il naso che cola e forse la febbre, e poi peggiora dal terzo al quinto giorno di malattia”, ha detto Murray.

Mentre i bambini mostrano sintomi come irritabilità, scarsa alimentazione e letargia.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Lina Rotonde | Notizie, sport, lavoro
Next Post Hai bisogno di ispirazione o distrazione? Questa macchina da scrivere Lego può essere adatta a scrittori stanchi