Rose McGowan chiama Oprah Winfrey un falso perché viene

Rose McGowan crede che Oprah Winfrey abbia falsificato il suo sostegno al movimento #MeToo.

“Sono felice di vedere la brutta verità di Oprah”, Alum “Charmed”, 47, Tweet domenica Insieme a una vecchia foto del conduttore del talk show, ora 67enne, sorridente accanto allo stupratore condannato Harvey Weinstein. “Vorrei che fosse vero, ma non lo è.”

McGowan, uno schietto sopravvissuto all’aggressione sessuale, ha continuato: “Dall’essere amico di Weinstein all’abbandono e alla distruzione della casa di Russell Simon. [sic] Vittime, si tratta di supportare una struttura di potere malata per guadagno personale, è finto come viene. #lucertola.”

La lunga lista di presunte aggressioni sessuali di Weinstein risalenti agli anni ’70 è stata un catalizzatore per il movimento #MeToo nell’ottobre 2017, con McGowan che è stata una delle prime dozzine di donne ad accusarlo di stupro.

È stato il produttore caduto in disgrazia del film, che ha negato di avere “qualsiasi sesso non consensuale” Condannato per due reati A febbraio 2020.

Nel frattempo, Simmons è stato anche accusato di stupro e cattiva condotta sessuale da 20 donne. Il dirigente musicale, 63 anni, ha negato le accuse e ha mantenuto un basso profilo negli ultimi anni, nonostante abbia fatto un’altra apparizione negli Hamptons all’inizio di questo mese.

Oprah Winfrey e Russell Simmons nel 2009
Winfrey e Russell Simmons nel 2009.
Getty Images

Il tweet di McGowan sembra riferirsi alla quasi partecipazione di Winfrey a un documentario del 2020, “On the Record”, incentrato sulla presunta cattiva condotta sessuale di Simmons.

Sebbene il trattino multiplo fosse originariamente a bordo per la produzione esecutiva del progetto, ha finito per perdere il favore, citando le differenze con i registi del film.

READ  Kevin Spacey ha avuto un processo di casting "strano e insolito" sul set di American Beauty, afferma Mina Suvari

“Ho deciso che non sarò più il produttore esecutivo del documentario su Kirby Dick e Amy Ziering e che non andrà in onda su Apple TV+”, ha dichiarato Winfrey in una nota. Il giornalista di Hollywood A gennaio 2020.

“Voglio che sappiano che credo e sostengo inequivocabilmente le donne. Le loro storie meritano di essere raccontate e ascoltate. A mio parere, c’è molto lavoro da fare sul film per illuminare l’intera portata di ciò che le vittime hanno sofferto, e è diventato chiaro che io e i realizzatori non siamo d’accordo.” Con quella visione creativa”.

I rappresentanti di McGowan e Winfrey non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento di Page Six.

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post SpaceX Cargo Dragon è attraccato con successo alla Stazione Spaziale Internazionale
Next Post Il Consiglio per l’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti esamina i progressi nell’attuazione della politica e amplia la transizione alla circolare – Notizie