Revisione della sicurezza dopo che il parlamentare britannico è stato accoltellato a morte in un attacco terroristico

Accoltellamento in deputato britannico: rappresenta il deputato britannico David Amis Southend West nell’Essex, nell’Inghilterra orientale.

Londra:

La polizia ha detto sabato che l’accoltellamento fatale del deputato britannico David Amis è stato un incidente terroristico, poiché i parlamentari hanno spinto per una maggiore sicurezza sulla scia del secondo omicidio di un politico britannico mentre incontravano gli elettori in poco più di cinque anni.

Il deputato conservatore veterano David Amis, 69 anni, stava parlando agli elettori in una chiesa nella piccola città di Les-on-Sea, nella zona est di Londra, quando è stato accoltellato a morte venerdì.

La polizia ha affermato di aver arrestato un sospettato di 25 anni e di indagare su “un possibile movente legato all’estremismo islamico”.

La polizia ha affermato che l’indagine è nelle sue “fasi iniziali”, anche se diversi media britannici, citando fonti, hanno riferito che si ritiene che il sospettato sia un cittadino britannico di origine somala.

Il quotidiano Sun ha riferito che l’aggressore ha pugnalato Ames diverse volte in presenza di due donne, prima di sedersi e aspettare l’arrivo della polizia.

La polizia ha affermato di ritenere che l’aggressore abbia agito da solo e abbia condotto perquisizioni a due indirizzi nell’area di Londra.

Il primo ministro Boris Johnson ha visitato la sede sabato per offrire le sue condoglianze, deponendo corone fuori dalla chiesa con il leader dell’opposizione, il leader laburista Keir Starmer in una rara dimostrazione di unità, insieme al presidente della Camera dei Comuni Lindsey Hoyle W. Il ministro degli Interni Priti Patel.

I membri del pubblico sono venuti anche a deporre mazzi di fiori accanto al nastro della polizia che circonda la scena del crimine.

READ  “Questo Quartetto non esiste semplicemente per contrastare la Cina o la sua influenza”: gli Stati Uniti

Uno dei pacchi era accompagnato da una nota scritta a mano che diceva: “Rip sir David. Non te lo sei meritato”.

I politici britannici sono rimasti scioccati dall’attacco pubblico che ha ricordato l’uccisione di un legislatore pro-UE prima del referendum sulla Brexit.

Nel giugno 2016, la deputata laburista Jo Cox è stata assassinata da un estremista di estrema destra, spingendo all’azione contro quella che i legislatori hanno descritto come una “ondata crescente” di abusi pubblici e minacce contro i rappresentanti eletti.

Venerdì il ministro dell’Interno Patel ha ordinato alla polizia di tutto il paese di rivedere le disposizioni di sicurezza per tutti i 650 parlamentari.

Allo stesso tempo, il ministro dell’Interno ha insistito sul fatto che l’attacco non avrebbe impedito ai deputati di tenere incontri faccia a faccia con i residenti nelle aree che rappresentavano.

“Continueremo … viviamo in una società aperta, una democrazia. Nessuno può acconsentire a noi”, ha detto a Sky News dopo aver deposto la corona.

Il portavoce dei Comuni Hoyle ha promesso che non ci sarebbero state “reazioni rapide”, ma ha detto a Sky News: “Se necessario, prenderemo ulteriori provvedimenti”.

Tobias Ellwood, il deputato conservatore che ha cercato di salvare un ufficiale di polizia accoltellato durante un attacco terroristico del 2017 vicino a entrambe le case del Parlamento, ha sollecitato su Twitter una “pausa negli incontri faccia a faccia” fino al completamento della revisione della sicurezza.

– Minacce in crescita –

I rappresentanti e il loro personale sono stati attaccati in precedenza, anche se questo è raro.

Ma la Brexit ha messo in luce la loro sicurezza, innescando profonde divisioni politiche e portando a una retorica di partito spesso rabbiosa.

READ  Casi di coronavirus negli Stati Uniti: il panel repubblicano accusa la Cina di aver diffuso il virus mentre i casi negli Stati Uniti aumentano | notizie dal mondo

L’assassino di Cox ha ripetutamente gridato “Britain First” prima di sparare e accoltellare il legislatore di 41 anni fuori dal suo collegio elettorale vicino a Leeds, nel nord dell’Inghilterra.

Un’unità di polizia specializzata istituita per indagare sulle minacce contro i parlamentari ha affermato che tra il 2016 e il 2020 sono stati segnalati 678 crimini contro i parlamentari.

La maggior parte di esse (582) erano comunicazioni malevole, sebbene altri reati includessero molestie (46), terrorismo (nove), minacce (sette) e aggressione comune (tre).

Numeri separati hanno indicato un forte aumento delle segnalazioni dal 2018, comprese tre minacce di morte.

Lo stesso Ames ha scritto di molestie pubbliche e abusi online nel suo libro “Ayes & Ears: A Survivor Guide to Westminster”, pubblicato l’anno scorso.

“Questi crescenti attacchi hanno rovinato la grande tradizione britannica di incontri pubblici con i politici eletti”, ha detto.

Ha aggiunto che i deputati dovevano installare telecamere di sicurezza e intervistare gli elettori solo su appuntamento.

I membri del Parlamento hanno anche parlato di sopportare il peso degli abusi.

“Sto entrando e tutto quello che farò è andare su Facebook e segnalare le minacce di morte e cancellarle”, ha detto Jade Pottrell, che ha lavorato con la deputata laburista Yvette Cooper dal 2013 al 2019.

“Penso di aver segnalato oltre 1.000 minacce di morte”, ha detto, aggiungendo che questo le ha fatto rimanere sveglia la notte e temere di essere attaccata.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Mohamed Salah segna il secondo gol miracoloso in diverse partite di Premier League per tagliare le entrate di Claudio Ranieri
Next Post Lucy, cacciatrice di asteroidi della NASA, vola nel cielo: NPR