Residente in Texas ha fatturato più di $ 4.000 dopo aver ottenuto il test COVID: “Mi sono sentito tradito”

Quando Jaden Janak seppe di essere stato esposto a COVID-19 Poco dopo la morte di sua nonna di 75 anni a causa del virus l’anno scorso, sapeva cosa fare. Andò in ospedale per un rapido test che pensava sarebbe stato gratuito.

era sbagliata. Diversi mesi dopo, il residente in Texas ha ricevuto due fatture per un totale di oltre $ 4.000.

“Ero così arrabbiato. Mi sono sentito tradito”, ha detto Janak alla giornalista investigativa di CBS News Anna Werner.

Janak non è solo. Sebbene si supponga che i costi dei test COVID-19 siano coperti nella maggior parte delle circostanze, alcune persone ricevono fatture grandi e confuse, incluse alcune per centinaia o addirittura migliaia di dollari.

La prima fattura ricevuta da Janak era di circa 2.700 dollari, a copertura delle spese di pronto soccorso e di laboratorio. In seguito, ricevette una fattura medica di circa 1.300 dollari.

Ha detto che la sua compagnia di assicurazioni, BlueCross BlueShield del Texas, gli ha detto di non preoccuparsi perché gli avrebbero mandato un assegno per quelle fatture. Janak ha detto che alla fine gli ha inviato un assegno che ha usato per pagare l’ospedale e l’ospedale di Tulsa.

A sua insaputa, tuttavia, il secondo assegno che la compagnia di assicurazioni gli ha inviato non è mai arrivato, ha detto, lasciandolo alle prese con una fattura ospedaliera e ricevendo richieste di incasso per quasi un anno. BlueCross BlueShield del Texas ha affermato di averlo inviato al loro indirizzo registrato ma che è stato restituito loro perché Janak si è trasferito.

L’ospedale ha detto a CBS News che avrebbe accettato qualsiasi denaro inviato dalla compagnia di assicurazioni di Janak e, una volta ottenuto, non avrebbe dovuto nient’altro.

“E se questo fosse successo a qualcun altro e pensassero davvero di essere personalmente responsabili di queste accuse? Come potrebbero far quadrare i conti con l’economia?” ha detto Janak.

READ  Due enormi punti nel mantello terrestre confondono gli scienziati con le loro incredibili proprietà

Barry e Jaime Constanzo di Myrtle Beach, South Carolina, hanno avuto un’esperienza simile a settembre. Stavano programmando di visitare i loro nipoti quando hanno sviluppato quelli che pensavano potessero essere i sintomi del coronavirus e si sono recati nell’unico luogo che dicevano avesse a disposizione test rapidi quel giorno: il Conway Medical Center. I loro risultati furono negativi, ma ricevettero le bollette, per un totale di circa $ 570 dopo che la loro assicurazione era stata pagata.

“Ti dicono che sei negativo, e poi ti chiedono perché sei qui, e poi ti guardano nelle orecchie, nel naso e nella bocca, e la prossima cosa che sai, ricevi un conto, non è correlato al COVID “, ha detto Barry Costanzo.

Il Conway Medical Center ha dichiarato a CBS News che Kostanzos è andato nel posto sbagliato – nella “tenda di triage del dipartimento di emergenza” dell’ospedale – e che se volevano un test COVID-19 gratuito, dovrebbero andare a un “test di guida gratuito”.

Dal momento che erano tecnicamente al pronto soccorso, il Conway Medical Center ha affermato che era “legalmente obbligato a valutarli, trattarli e dimetterli dal punto di vista medico”. In questo caso, si trattava di allergie, il trattamento che la coppia ha detto di non aver chiesto.

“Perché dovrei andare in ospedale o in qualsiasi sito di test del coronavirus se fossi lì per un’allergia?” ha detto Jaime Costanzo.

La professoressa Sabrina Corlett, fondatrice e condirettore del Center for Health Insurance Reforms presso la Georgetown University, ha affermato che esempi come questi emergono anche se una legge approvata lo scorso anno richiede alle compagnie assicurative di coprire i test e tutti i trattamenti associati.

“Parte di ciò è dovuto al fatto che il nostro sistema sanitario è così complesso e confuso”, ha detto.

Corlette ha detto Costi del test del virus corona Dovrebbe essere coperto al 100% dalle compagnie assicurative, ma ho sentito di alcuni fornitori che addebitano determinate commissioni, a volte chiamate “spese di utenza” o “spese del pronto soccorso”.

READ  La combustione del motore boost ISS di Cygnus Freighter termina presto

“Se fai un esame fisico o dicono, ‘OK, facciamo il test per l’influenza o altre cose’, la compagnia di assicurazioni dovrebbe coprire tutta quella visita”, ha detto.

Si scopre che è esattamente quello che è successo a Costanzos. Sono stati addebitati $ 771 ciascuno per la tariffa del pronto soccorso, che la compagnia di assicurazioni non avrebbe pagato per intero, lasciandoli insieme a fatture di circa $ 570.

I Costanzo fanno appello contro il loro disegno di legge.

Ora hanno qualche consiglio per chiunque cerchi un test per il coronavirus.

“Se è possibile, non andare in ospedale. Vai in farmacia”, ha detto Jaime Constanzo.

L’assicuratore della coppia, BlueChoice HealthPlan in South Carolina, non ha risposto alle ripetute richieste di commento.

L’assicurazione di Janak, BlueCross BlueShield del Texas, ha detto che sta riemettendo il secondo assegno di cui ha bisogno. I funzionari dell’ospedale e dell’ospedale di Tulsa hanno dichiarato a CBS News che da allora hanno cambiato le loro operazioni con BlueCross BlueShield per far uscire i pazienti dal centro e che i pagamenti ora vanno direttamente all’ospedale. Dicono di seguire “tutte le leggi e i regolamenti pertinenti”.

Kontanzos ha dato il permesso al Conway Medical Center di discutere le proprie cure con CBS News. Il centro ha condiviso la seguente dichiarazione sul caso:

“Il Conway Medical Center offre test COVID-19 gratuiti 7 giorni alla settimana dalle 8:00 alle 16:00. Se un paziente arriva al nostro pronto soccorso e richiede solo un test COVID-19, verrà indirizzato per un test di guida gratuito. Se il paziente mostra sintomi Richiedono e/o richiedono altre cure, come nel caso di Kostanzos, siamo legalmente obbligati alla valutazione medica, al trattamento e alla dimissione di questo paziente nel nostro pronto soccorso.

READ  L'uomo irlandese perde la memoria 10 minuti dopo aver fatto sesso con la moglie: denuncia

“Il giorno in cui Kostanzos è stato visitato al pronto soccorso, CMC ha fornito 358 test COVID-19 gratuiti nel nostro test drive-through. Da quando abbiamo avviato questa opzione di test il 23 agosto 2021, CMC ha fornito più di 15.000 test COVID-19 gratuiti. “

Anche l’ospedale e l’ospedale di Tulsa hanno rilasciato una dichiarazione:

Ospedale e ospedale di Tulsa […], insieme a tutti i pronto soccorso in America, sono tenuti dall’Active Medical Emergency Treatment Act (EMTALA) a fornire un test di screening medico (MSE) sui pazienti per determinare se c’è un’emergenza medica. Se viene identificata una condizione, siamo anche tenuti a trattare e stabilizzare il paziente. MSE, trattamento e stabilizzazione sono forniti indipendentemente dalla capacità finanziaria del paziente di pagare. Quando un paziente ha un’assicurazione, Tulsa ER & Hospital […] (Obbligatorio) per fatturare legalmente la visita come una visita al pronto soccorso e le compagnie assicurative sono tenute a pagare come minimo la tariffa interna alla rete.

“Fino al 1 aprile 2021, il più grande pagatore della regione (BlueCross BlueShield) ha introdotto pagamenti diretti ai pazienti per le cure nei nostri ospedali indipendenti, di proprietà di medici e più piccoli. Preferiamo una dinamica in cui negoziamo direttamente con i fornitori di assicurazioni, per facilitare il carico sul paziente.Questo è stato corretto. ” .

“… l’ospedale e l’ospedale di Tulsa… non bilanciano il conto, il che significa che non addebiteranno al paziente onorari superiori alle tariffe riviste stabilite dalle loro polizze assicurative.”

Questa storia fa parte della serie “CBS Mornings” “Medical Price Roulette” in associazione con Transparency Journalism. Cancella costi sanitari.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Antonio Conte: Il tecnico del Tottenham ammette che gestire la squadra è la sua sfida più grande finora | notizie di calcio
Next Post Jane Campion spiega “Il potere di un cane”, Scelte di carriera